“Ne vedremo delle belle”, 13esima rassegna di teatro a Tombelle

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

L’Associazione Culturale TrentAmicidellArte di Villatora Padova
con la collaborazione della Pro loco di Saonara
il Patrocinio del comune di Saonara e del comune di Vigonovo
presenta:
“Ne vedremo delle belle”, 13esima rassegna di teatro a Tombelle

Due spettacoli in dialetto e due in italiano, divertententissimi e selezionati per qualità.

Biglietto unico: 6 euro
Inizio spettacoli: ore 21
Biglietteria: Aperta alle ore 19.30 
Prevendita: Bar Patronato Tombelle

PRENOTAZIONI: 339 2455349 
INFORMAZIONI: 329 2299637 – 328 9288075
www.trentamicidellarte.it
www.prolocosaonara.it

Sabato

4 febbraio 2017

Compagnia Teatrale TRENTAMICIDELLA RTE di Villatora PADOVA

IL 
CAMPIELLO

Vivacissima Commedia in Dialetto

di Carlo Goldoni

Regia di GianniRossi

Vivacissima interpretazione in rima, nel dialetto veneziano originale del settecento. Un campiello è il protagonista assoluto di questo fortunatissimo capolavoro. La sua atmosfera, i suoi colori, gli strepitii, le ciacole e le baruffe della gente povera creano un'aria magica dalla quale i personaggi traggono luce e vita, con smisurata allegria.

La storia si svolge in una piazzetta (campiello) un giorno di carnevale. Pasqua, un po' sorda, ha fretta di maritare la figlia Gnese. per potersi risposare: la vecchia Catte, per la stessa ragione, vorrebbe che sua figlia Lucietta sposasse presto Anzoletto il merciaio; e Orsola, la frittolera, cerca moglie per il suo Zorzetto. Un cavaliere napoletano di passaggio fa intanto la corte alla graziosa e affettatissima Gasparina, nipote del severo Fabrizio. Verso sera le baruffe, le chiacchiere, i giochi si quietano e tutto è sistemato: Gnese sposa Zorzetto, Anzoletto ha dato l'anello a Lucietta, e il cavaliere ha ottenuto la mano, e la dote, di Gasparina".

Sabato

11 febbario 2017

Compagnia Teatrale

ALTOBELLO

di Mestre VENEZIA

L’IMPORTANZA DI ESSERE ONESTO

Divertentissima Commedia in Italiano

di Oscar Wilde

Regia di Luca Costantini

Nel titolo è contenuto un motto di spirito dovuto all'identità di pronuncia in inglese delle parole "earnest" (onesto) e "Ernest" (Ernesto), ma risulta intraducibile in italiano, a meno di non usare appunto il poco diffuso “Onesto”.

E proprio Onesto è il nome che Jack Worthing è costretto ad assumere per guadagnarsi l'amore di Guendalina Fairfax. D'altra parte il suo amico Agenore Moncrieff, innamorato di Cecilia Cardew, la graziosa pupilla di Jack, si fa credere il suo scapestrato fratello. Un fratello naturalmente di nome Onesto, inventato proprio da Jack, per giustificare le frequenti "scappatelle" e i suoi imbrogli amorosi. Quando Jack è costretto a dichiarare di non avere avuto mai un fratello e non può più fingere di chiamarsi Onesto, le cose sembrano precipitare per i due amici; ma, per un'improvvisa piega che prendono gli eventi, la vicenda si concluderà per il meglio.

Il valore della commedia sta nel godibilissimo umorismo, tipicamente britannico e nel gioco delle parole e delle situazioni.

Sabato

18 febbraio 2017

Compagnia Teatrale

ATTORI MA NON TROPPO
 di Campodarsego PADOVA

A NO SAVERLA GIUSTA

Spassosissima Commedia in Dialetto

di Loredana Cont

Regia di Walter Rizzo

Ambientata nei primi anni sessanta la commedia racconta la storia di una tipica famiglia veneta del tempo composta da una moglie bisbetica, un marito distaccato e succube della moglie, una cognata bigotta e zitella, un nonno dalla battuta facile e una brava figlia ventenne.

Mariotta, desiderosa di riabbracciare la sorella Caterina di ritorno da un pellegrinaggio a Lourdes, cerca di condividere il proprio stato di ansia con il marito Menego e il suocero Nane, in realtà molto più interessati a far bagordi nelle osterie del paese che all'arrivo di Caterina.

A quest'ultima, prendendo la valigia con i souvenir comprati a Lourdes, capita di sentire una confidenza che la nipote Lina fa all' amica Rosetta, dalla quale capisce chiaramente che Lina è incinta. La drammatica notizia deve essere immediatamente riferita agli altri componenti della famiglia il cui buon nome rischia di essere irrimediabilmente infangato.

Ma “A no saverla giusta” si commettono grossi errori.....

Sabato

25 febbraio 2017

Compagnia Teatrale

AMICI DEL TEATRO

di Pianiga VENEZIA

PAGAMENTO

ALLA CONSEGNA

Comicissima Commedia in Italiano

di Michael Cooney

Regia di GianniRossi

Una frenetica vicenda che ruota attorno ad una truffa ai danni dell'assistenza sociale: ma per il truffatore non sarà così facile pentirsi delle sue malefatte, complici una serie di goffi e divertenti personaggi che porteranno la già intricata faccenda verso un finale decisamente inaspettato

In seguito alle diverse lettere inviate dalla previdenza sociale al suo ex inquilino emigrato in Canada, Rupert Thompson, Eric, disoccupato da due anni, ha un’idea geniale: assumere l’identità di Rupert, per incassarne le indennità. Eric rimane intrappolato dalla burocrazia e non riesce a fermare il flusso di assegni e sussidi neanche in seguito alle esplicite richieste. I personaggi di questa commedia, primi fra tutti Norman, si trovano coinvolti in una serie di avvenimenti ingarbugliati, dando adito a fraintendimenti colossali che invece potrebbero essere districati con semplicità. Ma bugia dopo bugia, la vicenda diventa sempre più caotica, dando vita a situazioni paradossali e fortemente umoristiche.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento