Incontri "Vivere il cambiamento" 2016 a palazzo Moroni

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Vivere in una società stabile e armonica è un desiderio comune: non esisterebbero violenze e guerre, si vivrebbe in pace, non ci sarebbero disuguaglianze scomparirebbe la paura e così via.

Non sarebbero necessarie nemmeno le leggi, perché prevarrebbero forme di autogoverno e i bisogni otterrebbero soddisfacenti risposte.

Nella storia i tentativi di realizzare questa società utopica sono stati molti e tutti sono naufragati per cause diverse. Questi tentativi segnano anche la nostra epoca e sono rintracciabili lungo i percorsi che si sviluppano nel tempo e nello spazio, dando contenuto al cambiamento. Un cambiamento non visto come antagonista della stabilità, ma visto come strumento per superare le tensioni e le difficoltà che emergono negli specifici ambiti della società organizzata.

Da un lato quindi c’è la paura del cambiamento, dall’altro c’è il desiderio di cambiamento.

In tale quadro esamineremo alcuni degli aspetti che qualificano il cambiamento, per conoscerne le caratteristiche, ma anche per leggerli all’interno di strategie di sviluppo e di miglioramento.

Programma

Informazioni

Associazione progetto formazione continua:

cell. 377 1781460;
email progettofc@libero.it;
sito https://formazionecontinua.jimdo.com/.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento