Dalle Pro loco padovane il “decalogo” per le sagre sicure e sostenibili

Il vademecum delle "3S: Sagre Sicure e Sostenibili"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Domenica 2 giugno la 16° edizione della "Festa delle Pro Loco Padovane", dedicata quest'anno al tema "Pro Loco: ambasciatrici dell'identità territoriale", raduna le 89 associazioni della provincia e gli oltre 12.000 soci a Due Carrare, in occasione dei festeggiamenti degli 800 anni dei Carraresi e dell'unificazione dei due paesi Carrara San Giorgio e Carrara Santo Stefano. Nella mattinata convegno sul "Progetto 3S: una carta dei valori per le Sagre Sicure e Sostenibili" con Provincia e Associazioni di Categoria; per tutto il giorno visite guidate, mercatino con esposizione di prodotti tipici, rievocazioni in costume e spettacoli. Info: www.unplipadova.it

False sagre? Per distinguere le vere "sagre doc" organizzate dalle Pro Loco dalle iniziative estemporanee volte a "fare cassa", ora c'è il vademecum delle "3S: Sagre Sicure e Sostenibili"promosso dal Comitato Provinciale Pro Loco di Padova e dai 5 Consorzi intercomunali. Storicità, tipicità e finalità non-profit sono alcuni degli elementi distintivi. Niente più polemiche, quindi, tra ristoratori, pubblici esercizi e pro loco: è questo l'obiettivo cui l'UNPLI padovana vuole arrivare, attraverso il confronto con le Associazioni di categoria. Il tema sarà al centro della tavola rotonda organizzata nell'ambito della 16° Festa delle Pro Loco padovane, in programma domenica 2 giugno a Due Carrare, in Casa dei Carraresi.

Alle 10.30 apriranno la giornata, condotta dal giornalista Luca Marin, i saluti del Sindaco, del Presidente della Pro Loco di Due Carrare e delle autorità locali.
Nell'intervento introduttivo verranno presentate le attività svolte dal Comitato Provinciale e dai Consorzi nel corso del 2012 e anticipati i progetti in cantiere nel 2013. Seguirà poi la tavola rotonda sulle sagre su cui si confronteranno l'Assessore alla Cultura ed Identità Veneta della Provincia di Padova Leandro Comacchio, il Presidente del Comitato Provinciale UNPLI Padova Fernando Tomasello, il Presidente di ASCOM Padova Fernando Zilio e il Direttore di Confesercenti Padova Maurizio Francescon. Si discuterà del percorso di adozione di un codice di valori comune da parte delle pro loco padovane per tutelare visitatori e consumatori, che comprende requisiti come la storicità, la tipicità, l'identità locale, la finalità non-profit. 
Ad ospitare la festa è quest'anno il Consorzio Euganeo, in occasione della celebrazione degli 800 anni dei Carraresi e dell'unificazione dei due paesi Carrara San Giorgio e Carrara Santo Stefano. La festa si inserisce infatti in un ricco calendario di appuntamenti. La mattina sono organizzate visite guidate a Corte Tondello, ai Molini di Pontemanco e all'abbazia di Santo Stefano, verrà allestito il Campo Medievale con figuranti in costume storico e Piazza Mercato ospiterà l'esposizione di prodotti tipici. Nel pomeriggio, dopo il tradizionale pranzo sociale al castello di S. Pelagio, visita guidata al Castello e al Museo dell'Aria, mentre proseguono fino a sera i festeggiamenti per i Carraresi con sbandieratori, tamburini, concerto della banda musicale, giochi e animazione per i più piccoli.
Raggruppate in 5 Consorzi (Atesino, Cittadellese, Euganeo, Graticolato Romano e Padova Sud Est), le 89 Pro Loco padovane, presiedute da Fernando Tomasello, contano circa 12.000 i soci ed operano per diffondere i valori storici, culturali, e ambientali del territorio.
Torna su
PadovaOggi è in caricamento