Festival Biblico 2018 a Padova

La quattordicesima edizione del Festival Biblico sbarcherà a Padova per il sesto anno consecutivo nei giorni dall'11 al 13 maggio. È stata anticipata da alcuni eventi pre-festival, già in marzo con la presenza di Enzo Bianchi poi in aprile con: Spazi e immagini di futuro, un appuntamento musicale per i giovani Inside Music e una performance di danza e parola "Hai mutato il mio lamento in danza".

QUI IL PROGRAMMA COMPLETO DEL FESTIVAL

Tutti assaggi che hanno preparato il terreno ai circa 30 appuntamenti che si alterneranno dall’11 al 13 maggio lungo cinque filoni:

  • il filone biblico-teologico, che vede una serie di incontri in cui noti biblisti (Andrea Albertin, Jean Louis Ska, Gastone Boscolo, Carlo Broccardo, Antonella Anghinoni…) aiuteranno a cogliere, a partire dalla Scrittura, questioni teologiche ed esistenziali: il rapporto tra fede e storia, il discernimento dei segni dei tempi, l’apertura escatologica;

  • il filone del dialogo in cui si offriranno occasioni di incontro e conoscenza con altre religioni, e tra gli ospiti ci sarà lo scrittore algerino Boualem Sansal (11 maggio) che ragionerà su Totalitarismi e religioni con un orizzonte aperto al futuro;

  • il filone scientifico in cui si metteranno a tema questioni legate al rapporto dell’uomo con il cosmo e la sua origine, e naturalmente con la possibilità di un fine oltre la morte, intrecciando le dinamiche temporali del presente, passato e futuro, e le possibilità offerte dall’astronomia e dalle tecnologie mediche più innovative (Specola, Planetario e Musme ne saranno le sedi ideali);

  • il filone sociale che porrà sotto la lente d’ingrandimento del  futuro le grandi questioni che animano i dibattiti sulla democrazia, l’economia, la comunicazione, anche di fronte agli inediti scenari posti dal digitale: si parlerà di informazione e di etica digitale ma anche si ragionerà delle tendenze in atto nel tessuto socioculturale, economico, politico e religioso e tra gli ospiti ci saranno il presidente della CEI, cardinale Gualtiero Bassetti, Derrick de Kerckhove, mons. Lucio Adrian Ruiz solo per citare alcuni nomi;

  • il filone artistico, che mostra la potenza della memoria e dell’immaginazione in ordine alla trasformazione della realtà e al cammino dell’uomo nel mondo e nella storia: tra i vari appuntamenti non mancherà l’esperienza preziosa del Teatrocarcere con le persone detenute presso la Casa di reclusione Due Palazzi nello spettacolo Alla ricerca del tempo presente, il workshop di teatro Agire la parola – Osservatorio per attori sul Futuro con l’attore e regista Stefano Scandaletti e la rappresentazione visiva con le proposte della rassegna internazionale di illustrazione I colori del Sacro. E poi ancora gli Incontri con l’autore in varie librerie della città e un particolarissimo ciclo pellegrinaggio attraversando i luoghi più significativi dove i primi scienziati hanno studiato e osservato il cielo, non solo fisico.

Tra le novità che contraddistinguono l’edizione padovana, oltre agli eventi anteprima, c’è stato un più ampio coinvolgimento di partner: alla Diocesi di Padova nelle sue diverse articolazioni e realtà e alla collaborazione già consolidata con Progetto Giovani del Comune di Padova, Specola e Planetario, si aggiungono quest’anno Teatrocarcere con Papillon – Operatori di Relianza, Spazio Danza, Conservatorio Pollini, Liceo Duca d’Aosta, Musme-Museo di Storia della Medicina, Fondazione Comunica, Fondazione Carlo Maria Martini, DIGITALmeet.

Da segnalare infine la delocalizzazione nel territorio diocesano (a Casa Madonnina di Fiesso d’Artico) di alcuni appuntamenti.

Informazioni

www.festivalbiblico.it
Pagina Facebook

Dettagli

Si parte venerdì 11 maggio con la sesta edizione padovana del Festival Biblico, il progetto promosso da 14 anni da Diocesi di Vicenza e Società San Paolo, che nel tempo ha aperto sempre più i confini divenendo un vero e proprio festival regionale.

In questo weekend – 11-13 maggio – protagonista del Festival Biblico, che ha il FUTURO tema dell’anno, sarà Padova che proporrà trenta appuntamenti con oltre 60 ospiti, e location che spaziano dal Centro universitario alla basilica di Santa Giustina, dal MUSME – Museo della Medicina all’aula magna di Palazzo Bo, dalla Specola al Planetario, dal centro culturale San Gaetano a Palazzo Moroni, dall’Mpx a Casa Madonnina a Fiesso d’Artico, passando per sei librerie indipendenti della città (San Paolo-Gregoriana, Lìbrati - Libreria delle donne, La forma del libro, Feltrinelli, Pangea, Limerick).

Cinque i filoni su cui si articola il Festival a Padova – teologico-biblico, sociale, del dialogo, artistico e scientifico – a cui si affiancano gli incontri con l’autore.

Si guarderà al futuro con sguardo sapienziale commenta don Roberto Ravazzolo, referente e coordinatore dell’evento per la Diocesi di Padova: “Sapienziale è l’atteggiamento del contadino che getta i semi confidando in un raccolto di cui non ha certezza ma che attende con fiducia. Questo nostro tempo induce a guardare il futuro con incertezza e tanti dubbi. Sul piano ecologico, politico, economico, religioso, ecc. il futuro sembra riservare poco di buono. Eppure, la conoscenza dei fattori in gioco nel divenire storico, una valutazione per quanto obiettiva dei processi in atto, la disponibilità al cambiamento sono solo alcuni degli aspetti da considerare. Non vanno dimenticate la sapienza e l’audacia del seminatore”.

Ma vediamo gli appuntamenti del primo giorno – venerdì 11 maggio 2018.

Per il PERCORSO ARTISTICO si parte la mattina (ore 10.30 – basilica di Santa Giustina) con una lectio divina per immagini: il tempo della salvezza narrato nel coro ligneo del coro grande; mentre nel pomeriggio (ore 17.45) l’appuntamento è al Museo diocesano per la visita guidata gratuita (su prenotazione) alla rassegna I colori del Sacro. Il corpo (appuntamento che si ripeterà per tutti i giorni del Festival a Padova.

Il FILONE BIBLICO-TEOLOGICO si concentrerà sui testi apocalittici della Bibbia con lo sfondo del libro A che ora è la fine del mondo? di don Andrea Albertin (ore 17 Libreria San Paolo Gregoriana, via Vandelli).

Due gli INCONTRI CON L’AUTORE in programma: alle ore 17.30 alla Libreria delle donne (via San Gregorio Barbarigo) con le teologhe Marinella Perroni e Cristina Simonelli sul tema Messaggere di Dio. Le donne nella Bibbia e le loro interpreti; mentre alle ore 18 alla Forma del Libro (via XX settembre) sarà protagonista il giornalista Alberto Friso, autore del volume La strada del Nebo. Storia avventurosa di Michele Piccirillo, francescano archeologo.

Sempre alle ore 18 due appuntamenti uno per il FILONE SCIENTIFICO (Specola, vicolo dell’Osservatorio) con un dialogo tra un astrofisico (don Alessandro Omizzolo) e un biblista (don Aldo Marin) sul tema In-finito futuro; e l’altro delFILONE SOCIALE con un dialogo tra il direttore del settimanale diocesano, Guglielmo Frezza e il direttore dell’Ufficio nazionale Comunicazioni Sociali e Sottosegretario della CEI, don Ivan Maffeis. A tema l’informazione cattolica tra presente e futuro: Senza radici non c’è futuro. Dalla “buona stampa” a un’informazione cattolica al passo con i tempi”. L’incontro si inserisce anche tra le iniziative per i 110 anni del settimanale diocesano.

Evento clou della giornata è nel FILONE DEL DIALOGO, con la partecipazione di Boualem Sansal, scrittore algerino. Alle ore 21 l’appuntamento è al Centro culturale San Gaetano con la serata Totalitarismi e religioni. Tra minacce e speranze. Lo scrittore rileggerà l’ascesa dell’islamismo nel mondo arabo e spiegherà da dover partire per ricostruire un futuro libero dal timore. L’incontro è organizzato in collaborazione con Ufficio Progetto Giovani del Comune di Padova.

Il Festival Biblico (che vede il patrocinio di Ufficio catechistico Cei, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - Regione Veneto Comune di Vicenza) nell’edizione padovana ha anche i patrocini di: Comune di Padova, Nuova Provincia di Padova, Università degli Studi di Padova, Esu, Camera di Commercio di Padova, Miur-Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto.

Ed è sostenuto da Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e di Rovigo.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

  • Tutti gli eventi di aprile a Cittadella

    • dal 2 al 30 aprile 2021
    • Cittadella
  • Settimana civica "Noi come cittadini. Noi come popolo": tutti gli appuntamenti a Padova

    • dal 19 al 25 aprile 2021
    • Padova

I più visti

  • “Van Gogh. I colori della vita”, mostra al Centro culturale San Gaetano

    • dal 10 ottobre 2020 al 6 giugno 2021
    • Centro Culturale Altinate San Gaetano
  • Mostra “I Macchiaioli. Capolavori dell'Italia che risorge” a palazzo Zabarella

    • dal 24 ottobre 2020 al 30 giugno 2021
    • Palazzo Zabarella
  • Paolo Conte al Gran teatro Geox

    • solo oggi
    • 17 aprile 2021
    • Gran Teatro Geox
  • Tutti gli eventi di aprile a Cittadella

    • dal 2 al 30 aprile 2021
    • Cittadella
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    PadovaOggi è in caricamento