menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Esposizione internazionale canina", al via la 52° edizione: oltre 2mila i cani in gara

La fiera partirà sabato 23 gennaio: 208 le razze presenti, provenienti da 17 Paesi tra cui Russia e Stati Uniti. Il miglior esemplare della due gorni verrà scelto domenica pomeriggio

Saranno 2.350 i cani di 208 razze, provenienti da 17 Paesi tra cui Russia e Stati Uniti, in gara sabato 23 e domenica 24 gennaio alla fiera di Padova alla "52^ Esposizione Internazionale canina", una delle principali mostre di bellezza in Italia per cani di razza, organizzata dal gruppo "Cinofilo Padovano" aderente all’ente nazionale della Cinofilia Italiana.

GARA. Domenica pomeriggio nel "Best in Show" il giudice internazionale Gioacchino Murante decreterà il miglior esemplare della due giorni. Si assisterà a 10 raggruppamenti di cani, 7 il sabato e 3 la domenica, 31 mostre speciali di altrettante razze, 2 sabato e 29 domenica, e 9 raduni di razze, 2 sabato e 7 domenica. A valutare la rispondenza tra gli esemplari in gara e gli standard di razza, saranno 26 giudici internazionali provenienti da 9 Paesi: 15 dall’Italia, 4 dalla Gran Bretagna, 2 da Germania e Serbia, uno da Canada, Danimarca, Finlandia, Francia e Slovenia.

QUALIFICHE. Oltre 208 le qualifiche in palio per i migliori soggetti di ciascuna razza (BOB). I cani di razza presenti in fiera possono concorrere per il campionato italiano e a quello internazionale di bellezza battendosi per i certificati C.A.C. e C.A.C.I.B.: per ottenere il titolo di “campione italiano” il cane deve aver accumulato 6 certificati C.A.C., assegnati al soggetto eccellente, in almeno due manifestazioni internazionali e da almeno 5 giudici diversi. Per ottenere invece il titolo di “campione internazionale” è necessario farsi attribuire 2 certificati C.A.C.I.B., uno in Italia e uno all’estero. Tra i requisiti indispensabili per ottenere un C.A.C.I.B. il cane dev’essere di razza pura, ossia il suo pedigree deve includere almeno tre generazioni complete 14 cani registrate nei libri di origine della Fédération Cynologique Internationale. 

SPETTACOLI ED ESEMPLARI. Cani e allevatori arrivano dalle seguenti nazioni: Austria, Belgio, Croazia, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia, Olanda, Polonia, Russia, Spagna, Stati Uniti, Svezia, Ungheria. Tra i più lontani, gli allevatori statunitensi che giungono da California, Delaware, Oklahoma, Pennsylvania, Rhode Island. Nei due pomeriggi prima della disputa dei grandi premi, nel ring d’onore avranno luogo esibizioni dei cani specializzati nella ricerca di persone scomparse e in prove di protezione e scorta di bambini e adulti, curate dai volontari del Gruppo Cinofilo Sportivo Il Gelso di Padova. Tra gli esemplari che si vedranno a Padova: il Leonberger, molossoide tedesco originario del ‘600, dalle zampe palmate in grado di trainare in acqua anche 20 persone su un gommone, usato per la pet therapy per la sua dolcezza; l’Afgano dal carattere dolce e riservato; il Pastore dell’Asia Centrale (la razza più antica tra i molossi), specializzato nella caccia all’orso, ai lupi e al leopardo delle nevi  (dai 40 gradi di giorno al sottozero di notte) e impiegato ai nostri climi per il soccorso; l’Akita americano dal muso scuro, derivato dal “grande cane giapponese”; il Cane da montagna dei Pirenei usato per la guardia della reggia di Versailles ai tempi del Re Sole e oggi ottimo baby sitter per i bambini. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento