rotate-mobile
Fiere Stanga / Via Venezia

Al via la 38. edizione di Tuttinfiera: spazio al benessere e al collezionismo

Si tratta di una mostra mercato delle passioni, che fino al primo novembre riunisce in 7 padiglioni una sintesi di prodotti, servizi, spettacoli e performance. Attesi migliaia di visitatori

Tra i Ghostbusters vicentini, la cantastorie noalese e l’anteprima assoluta del brevetto modenese di calze riflessogene, alla Fiera di Padova domenica 30 ottobre si è aperta la trentottesima edizione di Tuttinfiera, mostra mercato delle passioni, che fino al primo novembre riunisce in 7 padiglioni una sintesi di prodotti, servizi, spettacoli e performance intitolati American Dream, Avviamento allo Sport, Padova Fitness Convention, Elettronica, Modellismo & Giocolandia, Disco e Fumetto, Portobello Vintage Market, Wine Beer Food Casa e Turismo, Praga Festival, Padova Halloween e Padova Benessere. 

Benessere

Nel padiglione dedicato al benessere psicofisico si incontra la canapa nelle sue tante declinazioni: sotto forma di olio da condimento anti colesterolo e per risolvere i problemi di prostata e aumentare le difese immunitarie, ai semi che contengono il 34% di proteine vegetali, dalle molecole antinfiammatorie e rilassanti ai contenitori compostabili, dalla canapa per birra, cioccolata, tisane, fumo, creme, spaghetti e lettiere per gatti. E poi i bracciali indiani di pietre “7 chakra”, crema e olio ayurvedico per la salute dei capelli, dentifricio alle erbe che sfiamma e sbianca i denti. E ancora tamburi sciamanici degli indiani d’America e ventagli purificatori in penne d’aquila, cioccolati di Perugia senza glutine e bava di lumaca, verdure fermentate e musica tantra, bio occhiali e Artemisia bio; e da Modena l’invenzione della riflessologa Debora Selmi che presenta le calze in canapa antibatteriche e riflessogene con le 5 dita separate e la funzione specifica per la postura, l’atletica, la circolazione e il metabolismo. E poi ci sono i quattro monaci tibetani che realizzano nei tre giorni un Mandala che andranno a distruggere il primo novembre secondo l’antico rituale.

Halloween

L’altra nuova presenza a Tuttinfiera si chiama Padova Halloween. Tra gli scheletri, le bare, i teschi, le ragnatele dei vari mercatini gotici, ci sono anche la Horror House e le proposte dell’horror Youtuber Beccamorta, tra cui un chiodo da bara del 1940, maniglie da bara, origami 3D di un teschio, saponi che ricordano quelli fatti da Leonarda Cianciulli, la saponificatrice di Avellino. Ma anche i Ghostbuster di Vicenza che prestano il loro servizio anti fantasmi per feste private e non; e la scrittrice bergamasca Giada Signorini (alias Luluhat) che durante il Covid a Noale dove vive ha scritto 120 racconti e ora li propone in vari contesti, come la Fiera dove li sussurra all’orecchio di chi si siede nel suo stand.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via la 38. edizione di Tuttinfiera: spazio al benessere e al collezionismo

PadovaOggi è in caricamento