menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Scarpe rosse, ormai il simbolo della violenza contro le donne

Scarpe rosse, ormai il simbolo della violenza contro le donne

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne: il flash mob

Sabato mattina in via Roma corteo di un centinaio di persone col nome di una donna uccisa nel 2013. Depositate anche scarpe rosse a rappresentare la traccia della violenza subita, come il sangue versato

Questo il "bollettino di guerra rosa": 124 lo scorso anno, 139 nel 2011, 127 nel 2010, 119 nel 2009, 112 nel 2008, 107 nel 2007 e 101 nel 2006. Sono le donne che hanno perso la vita in Italia a causa delle violenze subite. Nella quasi totalità dei casi, purtroppo, le violenze non sono denunciate: il sommerso è elevatissimo e raggiunge circa il 96% da un non partner e il 93% di quelle da partner. Lo stesso nel caso degli stupri (91,6%).

STORIA DELLA RICORRENZA. La giornata mondiale contro la violenza sulle donne si celebra il 25 novembre, data decisa dalle partecipanti all'Incontro femminista latinoamericano e dei Carabi tenutosi a Bogotà nel 1981, quando accettarono il sollecito della delegazione della Repubblica Dominicana che proponeva di rendere omaggio alle sorelle Mirabal, tre dissidenti politiche della Repubblica Dominicana, brutalmente assassinate il 25 novembre 1960 per ordine dell’allora dittatore Rafael Leónidas Trujillo.

FLASH MOB A PADOVA. In occasione della ricorrenza, il comitato di Padova di Senonoraquando ha organizzato per sabato 23 novembre dalle 11.30 un flash mob lungo via Roma per dimostrare che anche Padova dice no a quanto sta avvenendo. "Abbiamo bisogno di prevenzione - ha detto Milvia Boselli, consigliera comunale e coordinatrice del Comitato di Padova - di risorse per i servizi che tutelino uomini e donne, di politiche generali che attivino tutti gli strumenti per prevenire e contrastare questo terribile massacro". Alla manifestazione la partecipazione di un centinaio tra donne, ma anche uomini, con addosso un cartello con il nome di una vittima del 2013. Davanti a loro, delle scarpe rosse a rappresentare la traccia della violenza subita. Rosse come l’energia vitale di ogni donna e rosse come il sangue versato di ogni vittima.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento