Migrazioni, diritti, sopravvivenza: Homi K. Bhabha in Aula Magna a Palazzo Bo

Per capire il pensiero di Homi K. Bhabha bisogna utilizzare categorie esplicative che non gli appartengono. Il filosofo di origine indiane si rivolge all’Occidente, lo analizza, propone modalità nuove di lettura del presente e del passato, ma è un post-colonialista e il suo lavoro è influenzato dal poststrutturalismo di Jacques Derrida, Jacques Lacan e Michel Foucault.

SCARICA LA LOCANDINA DELL'EVENTO

Per noi occidentali il Metodo cartesiano rappresenta un approccio mentale scontato nell’argomentazione (dal formulare un concetto, giustificarlo, dimostrarne l’utilità, accettare solo le evidenze, scomporre un problema, ordinare per importanza, enumerare e revisionare), per Bhabha invece fondamentale diventa l’interstizio, l’ibridazione e il “terzo spazio”. Il filosofo sostiene che la produzione culturale è maggiore quando è anche più ambivalente.

Bhabha ritiene che tutto il senso dell’appartenenza a una nazione sia costruito discorsivamente, cioè narrativizzato. Descrivendo l’incontro tra due culture, spesso violento, Bhabha fa notare la nascita di strategie narrative in cui l’incontro non “somma”, ma crea scompiglio nella conoscenza. Si crea un “terzo spazio”, un luogo teorico e simbolico dove gli antagonismi tra dominatori e dominati si annullano nel concetto di ‘ibridità culturale’, che include la differenza e rappresenta il presupposto per un incontro costruttivo tra culture senza più gerarchie imposte. Luogo in cui il potere coloniale non viene sostituito da una primitiva e autentica cultura del luogo, ma un territorio che rimescola entrambe le visoni unilaterali che si fronteggiano.

Oriente/Occidente, nativo/emigrante, colonizzato/colonizzatore, bianco/nero scompaiono dall’orizzonte della discussione, la differenza culturale non è immutabile, né si può tornare indietro nel tempo. Popoli coloniali, postcoloniali, migranti, minoranze, genti erranti sono il segno di un confine in continuo movimento che sposta le frontiere della nazione moderna. Cambia anche il rapporto spazio e storia: il primo non è entità inerte che esiste prima e oltre la storia, è terreno mobile e conflittuale che frammenta e disloca la linearità temporale. Tentare di liberarsi dall’oppressione facendo appello alla propria identità oppositiva non fa che raddoppiarla. Il passato e il luogo delle origini non forniscono più autonomia culturale e il discorso multiculturale può rivelarsi esso stesso una gabbia. E di questi tempi, è un bel rimescolamento culturale. 

L'incontro

Migrazioni, diritti, sopravvivenza: il ruolo delle discipline umanistiche è il titolo dell’incontro con Homi K. Bhabha dell’Università di Harvard, critico letterario e culturale e influente teorico della cultura postcoloniale, ospite mercoledì 6 giugno alle ore 17 in Aula Magna di Palazzo Bo, via VIII febbraio 2 a Padova, nell’ambito di BoCulture, rassegna del palinsesto Universa 2018. All’incontro sarà presente Annalisa Oboe, docente di Letteratura inglese contemporanea e studi post coloniali all’Università di Padova, e Prorettrice alle relazioni culturali, sociali e di genere.

Biografia Homi K. Bhabha

Nato a Bombay nel 1949, Bhabha si è formato e ha insegnato nelle università britanniche prima di trasferirsi all’Università di Chicago e, infine, ad Harvard, dove insegna nel Dipartimento di Inglese ed è direttore del Centro di studi umanistici ‘Mahindra’. Sviluppando il lavoro dei pensatori psicoanalitici e post-strutturalisti, Bhabha è diventato una voce profondamente originale nello studio delle culture coloniali, postcoloniali e globalizzate. Le idee e i termini influenti esplorati nei suoi saggi – come ambivalence, mimicry, hybridity – sono centrali alla teoria critica postcoloniale, ma hanno anche ispirato gli studi di management, la teoria artistica, l’architettura, studi sullo sviluppo e sui diritti umani, la teologia e molti altri campi del sapere. La sua opera rimane un riferimento essenziale per chiunque sia interessato alle prospettive culturali ibride associate al colonialismo e alla globalizzazione.

Info

La partecipazione è libera, su prenotazione.
Per maggiori info: https://ilbolive.unipd.it/it/bhabha

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • Incontro online “Menopausa e rischio cardiovascolare: ruolo dell’alimentazione in prevenzione primaria”

    • Gratis
    • 22 aprile 2021
    • Online
  • "Vendere on-line. Quando e come farlo": incontro e approfondimenti con il Dr. Francesco Triffiletti

    • 22 aprile 2021
    • Online
  • Convegno online: "Nuova valutazione nella scuola primaria: problemi e proposte"

    • 22 aprile 2021
    • Online

I più visti

  • “Van Gogh. I colori della vita”, mostra al Centro culturale San Gaetano

    • dal 10 ottobre 2020 al 6 giugno 2021
    • Centro Culturale Altinate San Gaetano
  • Mostra “I Macchiaioli. Capolavori dell'Italia che risorge” a palazzo Zabarella

    • dal 24 ottobre 2020 al 30 giugno 2021
    • Palazzo Zabarella
  • Insolita Padova: tour guidato alla ricerca di dettagli e storie curiose

    • 24 aprile 2021
    • Statua del Gattamelata
  • Tutti gli eventi di aprile a Cittadella

    • dal 2 al 30 aprile 2021
    • Cittadella
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    PadovaOggi è in caricamento