Inquinamento da traffico: tra nuove tecnologie e inchieste giornalistiche

L'11 aprile, incontro a porte aperte all'Autoscuola Accademia di Padova. Come si ottengono i carburanti "ecologici"? Ecco cosa sapere per vivere la strada in modo responsabile

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

A partire dalle ore 19 di giovedì 11 aprile, nella sede dell'Autoscuola Accademia di via Forcellini 193 a Padova, si svolgerà un incontro gratuito e aperto al pubblico. In poco più di 1 ora si cercherà di fare chiarezza sull'inquinamento legato al traffico veicolare, cercando di comprendere quali siano le nuove tecnologie per limitare l'inquinamento e quanto questo obiettivo sia realmente realizzabile.

Relatore della serata sarà Alberto Sanavia, giornalista pubblicista dal 2003 e socio di Autoscuola Accademia. «Cercheremo di capire insieme come è mutato il traffico negli ultimi anni - dice Sanavia - e di comprendere quanto di quello che ci viene detto sia realmente "ecologico". Attraverso dati ed inchieste giornalistiche realizzate negli ultimi anni, proveremo a spiegare con parole semplici cosa siano per esempio le polveri sottili, come si ottengano i biocarburanti e quali mezzi abbiamo a disposizione per vivere il nostro territorio in modo responsabile».

Grazie ad immagini e video, si mostreranno documenti e dossier che potranno aiutare gli utenti della strada ad orientarsi nel mondo delle nuove tecnologie motoristiche. «Lo scopo dell'incontro non sarà quello di dare risposte od opinioni - continua Sanavia - ma stimolare nell'ascoltatore l'interesse a volerne sapere di più. Attraverso internet, i giornali e la televisione, i giovani di oggi hanno molte fonti a loro disposizione per aiutarsi ad essere più consapevoli del mondo di cui tutti facciamo parte. Inoltre sono moltissime le associazioni che si occupano di ambiente e che danno il loro aiuto per sensibilizzare l'opinione pubblica su tali tematiche. Ecco, questo incontro servirà a mettere in luce l'operato di tutti coloro che spesso sono dietro le quinte e che hanno a cuore le sorti del pianeta e di coloro che lo abitano».

Torna su
PadovaOggi è in caricamento