“Genetikòs”, la mostra personale della pittrice Monica Bisogno

"...Monica Bisogno è una ricercatrice attenta e preparata, un'archeologa della sua Essenza che vuol portare alla luce tesori, reperti nascosti nella psiche, reminiscenze ancestrali e concezioni animiche inespresse. Ella è artista di volumi e forme dinamiche intimamente connesse al mistero della propria genesi. E' coinvolta nel profondo in qualcosa che la sua anima avverte distintamente e che le parole del linguaggio convenzionale non potrebbero esprimere appieno. Inizia un percorso quasi meditativo di esplorazione libera, svincolata dai canoni del reale manifesto. Non vi è ragionamento organizzato in via preliminare o la coazione imposta dal pensiero, tuttavia nulla è lasciato al caso.

Forme levigate, leggere e prive di spigoli, fluttuano con assoluta naturalezza in uno spazio indistinto che le accoglie, come in un gioco di sospensioni.

Il tratto, deciso ed affermato, vuol restituire anzitutto la consistente concretezza delle masse ed il continuo sussulto di contrazione ed espansione delle stesse. Nella fase realizzativa la Bisogno vuol rendere tangibile il suo indefinito sentire. La concretezza prende il posto dell'astrazione..."

Giancarlo Bonomo, testo tratto dal catalogo "Monica Bisogno, "Cardioids, forme sottili oltre il pensiero", a cura di Giancarlo Bonomo, ed. La Tipografica srl, 2012

Biografia

Monica Bisogno nasce in Svizzera il 24 maggio del 1972 (Rüti nel Canton Zurigo). Presto suo padre Ciro e sua madre Lucia si trasferiscono a Locarno nel Canton Ticino dove Monica frequenta le scuole dell'obbligo.

Nel 1987 inizia a Torino il Liceo Artistico Statale per poi concluderlo nella sua città d'origine, Napoli. Nella capitale partenopea approfondisce le sue nozioni presso l'Accademia di Belle Arti dove nel 1998 si diploma a pieni voti, ottenendo così la licenza in pittura. Pochi mesi dopo, diventa madre di una bambina che negli anni a seguire, sarà la sua musa ispiratrice per molti lavori e spunti di riflessione.

Negli anni successivi il suo debutto professionale la impegna in qualità prima di decoratrice (laboratorio artigianale "I Re Magi"), in seguito come stuccatrice presso la Napoli Restauri.

Nel 2001 il ritorno in Svizzera. Da questo momento in avanti, Monica intraprende un viaggio che la porta ad analizzare attraverso la pittura, un paesaggio introspettivo, oltre la pelle, oltre la fisicità del corpo. Non abbandona mai del tutto il linguaggio figurativo, ma sviluppa un codice di forme e colori che la contraddistingue sempre più.

Finalmente nel 2012, l'incontro con Marina Reina, che diventa sua manager e che la presenta a Giancarlo Bonomo, critico raffinato e innovativo, conosciuto nell'ambiente artistico e presso la Biennale di Venezia. Nel 2013 esce la prima pubblicazione "CARDIOIDS, forme sottili oltre lo spazio", curata da Bonomo, che viene presentata per la prima volta a Trieste, durante la mostra omonima. Sempre nello stesso anno, Monica e il suo lavoro approdano, tra gli altri impegni, anche in teatro. L'artista realizza una serata evento per raccontare la sua arte, attraverso la musica, immagini in movimento, con la collaborazione di musicisti, mimi e oratori. Giancarlo Bonomo in quest'occasione farà da filo conduttore attraverso una critica accurata e piena di spunti di riflessione.

Impegnata quotidianamente nel suo atelier, Monica continua la sua ricerca artistica.

Biografia tratta dal pieghevole "Monica Bisogno, "Genetikòs"", a cura di Giancarlo Bonomo, ed. Art Events Mazzoleni, 2014

Mostra personale della pittrice Monica Bisogno, "Genetikòs"

A cura di Giancarlo Bonomo, Maria Palladino

Presso la Galleria MoMArt, Riviera Mussato 4, 35139 Padova

Inaugurazione sabato 18 aprile 2015, ore 17,30

La mostra resterà visitabile fino al 17 maggio, in orario: dal lunedì al sabato 15,30-19,30

Ingresso libero

Per informazioni: Maria Palladino: e-mail: audramsa@katamail.com

www.momart.padova.it

info@momart.padova.it

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • “Van Gogh. I colori della vita”, mostra al Centro culturale San Gaetano

    • dal 10 ottobre 2020 al 6 giugno 2021
    • Centro Culturale Altinate San Gaetano
  • Mostra “I Macchiaioli. Capolavori dell'Italia che risorge” a palazzo Zabarella

    • dal 24 ottobre 2020 al 30 giugno 2021
    • Palazzo Zabarella
  • Mostra “Giuseppe Tartini e la cultura musicale dell’Illuminismo” al museo diocesano di Padova

    • dal 5 febbraio al 18 giugno 2021
    • Museo Diocesano

I più visti

  • “Van Gogh. I colori della vita”, mostra al Centro culturale San Gaetano

    • dal 10 ottobre 2020 al 6 giugno 2021
    • Centro Culturale Altinate San Gaetano
  • Mostra “I Macchiaioli. Capolavori dell'Italia che risorge” a palazzo Zabarella

    • dal 24 ottobre 2020 al 30 giugno 2021
    • Palazzo Zabarella
  • Insolita Padova: tour guidato alla ricerca di dettagli e storie curiose

    • 24 aprile 2021
    • Statua del Gattamelata
  • Tutti gli eventi di aprile a Cittadella

    • dal 2 al 30 aprile 2021
    • Cittadella
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    PadovaOggi è in caricamento