menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La ghirba gigante dello scultore Antonio Ievolella in fase di allestimento in stazione a Padova (foto inviataci da Massimo Pastore)

La ghirba gigante dello scultore Antonio Ievolella in fase di allestimento in stazione a Padova (foto inviataci da Massimo Pastore)

"Damigiana" in stazione a Padova? È una mostra open air di scultura

La ghirba gigante dell'artista Antonio Ievolella è stata collocata nelle scorse ore allo scalo ferroviario assieme ad altre sculture monumentali nell'ambito di una antologica dedicata al maestro in città

Chi la associa a una damigiana, chi a una cipolla. La scultura monumentale a forma in realtà di ghirba, l'otre di pelle usato da tribù dell’Africa per trasportare l’acqua, comparsa nelle scorse ore sul piazzale della stazione dei treni a Padova, sta scatenando gli utenti dei social network tra foto e commenti più o meno benevoli sull'opera del maestro Antonio Ievolella, a cui l'assessorato alla Cultura e turismo del Comune dedica, dal 25 ottobre all'11 gennaio, la più grande antologica sin qui realizzata.

LE SUE OPERE NEL TERRITORIO. Beneventano di nascita e padovano d’adozione, Ievolella ha realizzato importanti opere sul territorio, come la fontana in parco privato a Battaglia Terme titolata "Campo di grano" (ma conosciuta anche come "Buon vento") e formata da una foresta di tubi in acciaio corten e rame di diversa lunghezza (per un totale di circa 2.700 metri), a guisa di canne sospinte e piegate dal vento, che entra e risuona nei piccoli coni di rame che fioriscono tra i tubi, e quella pubblica di Voltabarozzo chiamata "Fontana". L’installazione "I Guardiani della dormiente", che trasforma in una piazza monumentale l’ingresso al cimitero di Rio, è la sua opera più organica e complessa, una specie di paradigma della sua poetica.

PADOVA "DISSEMINATA". Due i percorsi espositivi previsti nella mostra a lui dedicata: quello allestito nella Galleria Cavour, nell'omonima piazza, che ospiterà piccole sculture, maquettes per le grandi installazioni, disegni e carte con tecniche miste; e quello open air, che si snoderà nello spazio urbano, dove verranno installate dodici sculture monumentali (Loggia della Gran Guardia, piazzale San Giovanni, piazzale Stazione, piazzetta Valentini Terrani, piazzetta Pedrocchi, Porta Santa Croce, via Giotto, via Gozzi, via Gualchiere, riviera Ponti Romani, via San Fermo).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento