Travolgente lo spettacolo Eroi alla Mostra del libro 2013

L'Iliade vista da Pennacchi, Gobbo e Marchesini strappa risate e applausi. 99 persone in sala ripercorrono attraverso la gestualità e la voce dirompente di Pennacchi le vicende degli eroi troiani e greci, giganti terribilmente umani

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Mostra del Libro di Vigodarzere. Ieri sera l'ultimo appuntamento serale in Mostra è stato un successo.

L'Iliade vista da Pennacchi, Gobbo e Marchesini strappa risate e applausi. 99 privilegiati tra adulti e bambini ripercorrono attraverso la gestualità, la voce dirompente di Pennacchi e le azzeccate sottolineature musicali della Piccola Bottega Baltazar, le vicende degli eroi troiani e greci, giganti terribilmente umani.
Una scelta azzeccata, quella di portare EROI alla Mostra del Libro: un padre regala a Suo figlio, che ha grandi possibilità ma non si applica, L'Iliade. Il sogno, la visione del ragazzo scaturaie dalla lettura ci trascina ad incontrare personaggi immortali e topos della vita come della letteratura. Una Iliade vicinissima a noi, eroi della vita quotidiana o misere creature, giovani impavidi e spacconi o vecchi saggi ma un po' rompi. La prof non lo premia perché ha visto un'altro film invece di far suoi gli immortali versi. Commovente il ruolo del padre, di tutti i nostri padri che ci devono aiutare a crescere senza infingimenti "gli uomini sono come le foglie che il vento si porta via" ma con la voglia di esserci e partecipare alla vita. Anche in un osteria con pane e olive a brindare con Omero.
L'organizzazione dei volontari della Mostra si scusa con chi è rimasto fuori: l'ingresso libero e gratuito ha dovuto tener conto delle norma di sicurezza della palestra in cui si sono svolti aperi-libro e spettacolo.
Arrivederci all'anno prossimo!
I più letti
Torna su
PadovaOggi è in caricamento