Musikè con “Madre Tierra” al Teatro Filarmonico

Da aprile a novembre, musica, teatro e danza tornano protagonisti nelle province di Padova e Rovigo con la quinta edizione di Musikè, rassegna itinerante promossa e organizzata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo che conferma anche quest’anno la propria vocazione culturale, ampia e diversificata, coinvolgendo musicisti, cantanti, attori e ballerini di prima grandezza, insieme a giovani talenti emergenti, in quattordici eventi a ingresso gratuito dislocati in altrettante suggestive sedi del territorio.

MUSICA, TEATRO E DANZA, TUTTI GLI APPUNTAMENTI DELLA QUINTA STAGIONE DI MUSIKÈ

Ideazione e coordinamento
Alessandro Zattarin.
Gruppo di lavoro
Mario Giovanni Ingrassia, Claudio Ronda, Gabriele Vianelli.
Comunicazione
Roberto Fioretto.
Supervisione
Alessandra Veronese.
Progetto grafico
Metropolis ADV.

Un omaggio jazz ai ritmi e alle melodie della musica argentina è quello che il Madre Tierra Trio, insieme al francese Olivier Ker Ourio, uno dei più grandi suonatori di armonica jazz del mondo, proporrà venerdì 7 ottobre al Teatro Filarmonico di Piove di Sacco. La Madre Tierra ossia la Pacha Mama, con tutto il suo carico simbolico e ancestrale, è il punto di partenza e di arrivo dell’indagine musicale del trio: i ritmi arcaici che tuttora risuonano in quella parte del continente sudamericano sono l’anima della scrittura compositiva del bassista Carlos “El Tero” Buschini, ottimamente sostenuta dall’interpretazione squisitamente jazz di tutto il gruppo. Un modo per suonare la musica della propria terra con il linguaggio universale del jazz.

IL PROGRAMMA

DETTAGLI 

Il concerto sarà l’occasione per presentare al pubblico l’album Madre Tierra, ideato dal bassista argentinoCarlos “El Tero” Buschini, che ha voluto al suo fianco il chitarrista Martin Troncozo e il vibrafonistaFrancesco Pinetti, capaci di portare nuovi colori timbrici alla struttura armonica e ritmica. Il disco è un viaggio alle radici della musica popolare, delle lingue e dei linguaggi che costituiscono il tessuto culturale di un popolo sfaccettato e composito.

La Madre Tierra ossia la Pacha Mama, con il suo carico simbolico e ancestrale, è il punto di partenza e di arrivo dell’indagine musicale di questo album: i ritmi arcaici che tuttora risuonano in quella parte del continente sudamericano (valse, chamametangobossachorocandombevidala, zambamilonga) sono l’anima della scrittura compositiva, ottimamente sostenuta dall’interpretazione squisitamente jazz di tutto il gruppo.

A Piove di Sacco l’esibizione sarà impreziosita dalla presenza di Olivier Ker Ourio, considerato il vero erede di Toots Thielemans e di tutto ciò che significa il jazz eseguito con l’armonica cromatica. Compositore e solista, Ker Ourio si è affermato come uno dei più grandi suonatori di armonica jazz del mondo. Ha inciso otto album come band leader e le sue composizioni uniscono al piacere della melodia il vigore del ritmo e l’originalità delle armonie. Allievo di François Jeanneau al Conservatorio di Parigi, tra le sue innumerevoli collaborazioni spicca quella del 1994 con il pianista Michel Petrucciani.

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria su www.rassegnamusike.it

PROFILI

Carlos “El Tero” Buschini. Nato a Despeñaderos, nella provincia di Cordoba, in Argentina, inizia giovanissimo la sua carriera come chitarrista e suonatore di bombo nei gruppi folklorici della sua regione. Comincia a studiare chitarra classica a 11 anni. La sua formazione musicale prosegue a Cordoba, Milano e Lione. Nel 1989 si stabilisce definitivamente in Italia, affermandosi ben presto sulla scena europea e collaborando con artisti argentini, italiani e francesi, tra cui Mercedes Sosa, Raul Carnota, Paolo Fresu, Javier Girotto, Antonello Salis, Tiziana Ghiglione, Nicola Stilo, Daniel Garcia, Barbara Casini, Leo Gullotta, Massimo Popolizio, Lalo Zanelli (Gotan Projetc). Suona anche con i musicisti giapponesi Aska Kaneko, Tomohiro Yahiro, Kana Hiamatsu e Coba, con i quali effettua tournées in Giappone e in Europa. Attualmente suona in diverse formazioni, tra cui Madre Tierra (con Martin Troncozo e Francesco Pinetti) e Gaia Cuatro (con Gerardo di Giusto, Aska Kaneko e Tomohiro Yahiro, ospiti di Musikè nel 2015).

Francesco Pinetti. Nato nel 1976, ha frequentato il corso di pianoforte presso l’Accademia di Musica di Bergamo, diplomandosi poi al Conservatorio di Milano in strumenti a percussione e musica jazz. Ha frequentato anche i corsi di musica jazz a Siena, collaborando, nello stesso periodo, con la Barga Jazz Big Band. È attivo in campo jazzistico come vibrafonista e compositore. Ha scritto musica per diverse formazioni, dal duo all’ottetto, registrando CD e vincendo concorsi di composizione e di esecuzione musicale, tra cui il primo premio al Concorso “Dimensione Giovani” al Blue Note di Milano e il primo premio al Concorso “Jazz On Live” di Brescia. Ha suonato in Norvegia, Ucraina, Cina, Austria, Olanda, Inghilterra.

Martin Troncozo. Nato a Buenos Aires, a 8 anni partecipa alla registrazione dell’album Los santiagueños sean unidos (RCA Records) con importanti artisti del folklore argentino. Il suo primo contatto con il tango avviene a 9 anni, quando ha l’occasione di suonare nella tangheria “Homero Manzi” insieme al cantante e bandoneonista Ruben Juarez. A 17 anni si diploma in chitarra al Conservatorio. Nel 1999 entra a far parte del gruppo folkloristico La Chimbera come chitarrista, seconda voce e arrangiatore, registrando il primo album dal vivo nel 2000. Nel 2002 abbandona questa formazione per fondare il duo Los Troncozo, con cui realizza due dischi. Arriva in Italia nel 2008, iniziando la sua carriera solistica come chitarrista e cantante. Attualmente collabora come cantante nella compagnia di tango del noto ballerino Miguel Angel Zotto.

Olivier Ker Ourio. Nato a Parigi nel 1964 da una famiglia originaria dell’Isola Reunion, aveva 8 anni quando suo padre gli fece provare un’armonica a bocca. Quello che all’inizio era un giocattolo è col tempo diventato la sua ragione di vita. Compositore e solista, Ker Ourio si è affermato come uno dei più grandi suonatori di armonica jazz del mondo. Ha inciso otto album come band leader e le sue composizioni uniscono al piacere della melodia il vigore del ritmo e l’originalità delle armonie. Allievo di François Jeanneau al Conservatorio di Parigi, dal 1992 è jazzista a tempo pieno. Tra le sue innumerevoli collaborazioni spicca quella del 1994 con il pianista Michel Petrucciani.

Ideazione e coordinamento
Alessandro Zattarin

Gruppo di lavoro
Mario Giovanni Ingrassia
Claudio Ronda
Gabriele Vianelli

Comunicazione
Roberto Fioretto

Supervisione
Alessandra Veronese

Progetto grafico
Metropolis ADV

INFORMAZIONI

Musikè 2016 è una rassegna promossa e organizzata da Fondazione cassa di risparmio Padova e Rovigo.
www.rassegnamusike.itinfo@rassegnamusike.it.
www.facebook.com/rassegnamusike.
tel. 3457154654.

Inizio spettacoli ore 21.
Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria su www.rassegnamusike.it

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • James Blunt in concerto alla Kioene arena

    • 24 marzo 2021
    • Kioene Arena
  • PFM canta De André – Anniversary, concerto al Gran teatro Geox

    • 13 marzo 2021
    • Gran Teatro Geox
  • Avril Lavigne, live all’arena spettacoli Padova Fiere

    • 14 marzo 2021
    • Fiera

I più visti

  • “Van Gogh. I colori della vita”, mostra al Centro culturale San Gaetano

    • dal 10 ottobre 2020 al 11 aprile 2021
    • Centro Culturale Altinate San Gaetano
  • Mostra “I Macchiaioli. Capolavori dell'Italia che risorge” a palazzo Zabarella

    • dal 24 ottobre 2020 al 18 aprile 2021
    • Palazzo Zabarella
  • Tour guidato a Padova: "Storia e bellezza non si perdono col tempo"

    • solo oggi
    • 6 marzo 2021
    • Alla Fontana di Prato della Valle
  • James Blunt in concerto alla Kioene arena

    • 24 marzo 2021
    • Kioene Arena
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    PadovaOggi è in caricamento