Notturni d'Arte 2016, passeggiata guidata da Porta San Giovanni a Porta Savonarola

Martedì 9 agosto i Notturni d’Arte, manifestazione organizzata dall’Assessorato Cultura del Comune di Padova con il contributo di Cassa di Risparmio del Veneto e dedicata quest’anno alla Padova del Rinascimento, propongono una passeggiata guidata da Porta San Giovanni a Porta Savonarola. Appuntamento alle ore 21 a Porta San Giovanni in piazzale San Giovanni.

"Attraverso i monumenti cittadini - afferma l'Assessore alla Cultura del Comune di Padova Matteo Cavatton - possiamo rileggere la storia della città: i quattro secoli di dominio veneziano hanno lasciato numerose testimonianze che i Notturni ci aiutano a rileggere. Con questa visita è interessante vedere come il recupero di forme artistiche dell'antica Roma, tipico del Rinascimento, risponda anche a un intento celebrativo dei committenti dei monumenti".

Le porte San Giovanni e Savonarola furono realizzate rispettivamente nel 1528 e 1530 sul fronte occidentale delle nuove mura veneziane con il fine di proteggere e ornare la città, durante il dogato di Andrea Gritti.

A progettarle venne chiamato il veronese Giovanni Maria Falconetto, attivo già da qualche anno in città, dove godeva del favore di personaggi influenti, come Alvise Cornaro, presso il quale risiedeva e per il quale aveva appena realizzato la Loggia (nell'attuale via Cesarotti), spazio all'antica.

Falconetto, studioso attento ed entusiasta di antichità romane, era proprio l’uomo giusto per un’operazione di immagine, che mirava ad accreditare Venezia come “nuova Roma", attingendo a forme antiche.

All’esterno le due porte hanno impostazione simile, che si rifà all’arco di trionfo romano, tripartito da semicolonne, di ordine corinzio a porta San Giovanni e composito a porta Savonarola.

L'architetto veronese s'ispirò per l’interno di porta Savonarola a un ambiente di villa romana, forse quella di Marco Terenzio Varrone a Cassino: una sala ottagonale, sormontata da una cupola.

Al Falconetto furono poi affidati altri lavori pubblici di rilievo, come il radicale rifacimento della torre dell’Orologio del Capitaniato, già torre-porta della reggia carrarese, e il piano superiore del palazzo del Monte di Pietà.

Informazioni

Biglietti 3 euro, da acquistare in prevendita presso gli uffici del Settore Cultura, Turismo, Musei e Biblioteche in via Porciglia 35, orario dal lunedì al giovedì 8.30-12.30, 15-18.30, venerdì 8.30-13.30, 14.30-16, sabato 8.30-13 (chiuso domenica) con possibilità di acquisto la sera stessa della visita nel caso in cui i biglietti fossero ancora disponibili.

Possibilità di abbonamento: biglietto Euro 6 a persona per l’accesso a 3 serate; biglietto euro 10 a persona per l’accesso a 4 serate più la guida stampata

Ingresso gratuito per bambini fino ai 12 anni

Costo della guida stampata euro 4

Settore Cultura, Turismo, Musei e Biblioteche via Porciglia 35, tel 049/8204533; 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Turismo, potrebbe interessarti

I più visti

  • “Van Gogh. I colori della vita”, mostra al Centro culturale San Gaetano

    • dal 10 ottobre 2020 al 11 aprile 2021
    • Centro Culturale Altinate San Gaetano
  • Mostra “I Macchiaioli. Capolavori dell'Italia che risorge” a palazzo Zabarella

    • dal 24 ottobre 2020 al 18 aprile 2021
    • Palazzo Zabarella
  • Il Natale in uno dei borghi più belli d’Italia: tutti gli eventi durante le festività a Montagnana

    • dal 7 dicembre 2020 al 31 gennaio 2021
    • Montagnana
  • Al Museo della Padova Ebraica la mostra "Una luce dirada l'oscurità"

    • dal 29 ottobre 2020 al 31 marzo 2021
    • Museo della Padova Ebraica
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    PadovaOggi è in caricamento