Eventi Impianti sportivi Plebiscito

L'Oktoberfest a Padova finisce qui Niente proroga: "Dispetto Bitonci"

Non ci sarà nessun prolungamento dell'evento al Plebiscito. L'organizzatore, Federico Contin, punta il dito contro l'amministrazione comunale e il sindaco: "A 18 ore dall'apertura, lascio a casa 60 persone"

Oktoberfest a Padova (foto Facebook)

Niente prolungamento dell'Oktoberfest a Padova. L'evento, per il quale era stato annunciato un fine settimana extra al Plebiscito, si conclude qui. A comunicarlo è l'organizzatore, Federico Contin, puntando il dito contro l'amministrazione comunale, e, in particolare, contro il sindaco Massimo Bitonci e l'assessore Cinzia Rampazzo. Un "dispetto", quello di non autorizzare la proproga, che - Contin ci tiene a sottolinearlo - significa lasciare a casa 60 lavoratori.

OKTOBERFEST ANNULLATO. "Grazie all' insensibilità della giunta comunale - scrive Contin - per 60 lavoratori e gli oltre 20 fornitori, oltre alle band musicali e tutte le persone che si sono prodigate con gioia all'evento e che rimarranno a casa da lavoro, per un puro dispetto ad una manifestazione che si è dimostrata fino ad oggi bella e adeguata a tutti e per tutti. Con enorme dispiacere comunico che Oktoberfest Padova non ha ricevuto la proroga per il prossimo week end - spiega - e quindi tutti gli eventi sono annullati, preciso che non abbiamo avuto nessuna motivazione logica sulla decisione, essendo già in possesso dell'autorizzazione all'occupazione dell'area, e l'idoneità del settore sicurezza, e gli assessori competenti si sono dati tutti incredibilmente irreperibili delegando segretari e sostituti a 18 ore dall'inizio dell'evento. Sono enormemente dispiaciuto per chi ha creduto e lavorato duramente a questa iniziativa - conclude - spero ce ne ricorderemo tutti tra qualche anno perché questo sindaco e questa giunta sono semplicemente degli incapaci a gestire una città, i suoi cittadini e tutte le attività commerciali e associative".

LA REPLICA DEL COMUNE. Il settore Servizi sportivi, attraverso i suoi uffici, precisa che aveva "già comunicato, per tempo, al gestore dell’impianto comunale, presidente della società sportiva Padova Saints, l’impossibilità di prorogare l’autorizzazione del Comune al prosieguo della manifestazione per il prossimo fine settimana (8-11 ottobre). Il Comune - prosegue la nota - non aveva mai previsto alcuna possibilità di proroga nell’atto autorizzativo della manifestazione (peraltro slittata di una settimana, senza dare necessaria e preventiva comunicazione agli uffici comunali preposti), ritenendo non estendibile, per ragioni organizzative, l’utilizzo di uno stadio per attività non sportiva. L’iniziativa del richiedente di prolungare l’evento, inoltre, pubblicizzando lo stesso anche a mezzo stampa e sul web, è avvenuta in totale autonomia, senza aver preventivamente informato gli uffici preposti o aver ricevuto tutti i necessari nulla osta. Nessun danno - conclude - può essere addebitato al comune di Padova, che ha procedure regolamentari chiare e uguali per tutti, cui ciascuno soggetto deve attenersi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Oktoberfest a Padova finisce qui Niente proroga: "Dispetto Bitonci"

PadovaOggi è in caricamento