Mostra “S-Guardo Oltre” Mara Ruzza alle Scuderie di Palazzo Moroni

Inaugurazione: 16 settembre, ore 18.30

Organizzata dall’Assessorato alla Cultura la mostra “S-guardo oltre” di Mara Ruzza offre uno sguardo sulla ceramica contemporanea, con opere che indagano il concetto di tempo, la sua frammentazione, la ripetizione, il divenire.

SCARICA IL DEPLIANT DELLA MOSTRA “S-GUARDO OLTRE” DI MARA RUZZA

Terra, tempo, ambiente, trasformazione sono gli elementi che sintetizzano la poetica dell’artista in questo progetto espositivo caratterizzato dallo sguardo: è lo Sguardo di Madre Terra che ci coglie/accoglie con unici, enormi o molteplici occhi multiformi che ci guardano. La terra, ”Mater” per l’artista, archetipo dal duplice aspetto, viene declinata in forme diverse, con le tecniche della ceramica e della porcellana, per riportare l’attenzione all’empatica e profonda relazione dell’essere umano con la natura e con l’ambiente, alla responsabilità di trasformazione reciproca.
In mostra percorsi diversi a volte paralleli nella ricerca, esemplificati dal grande Labirinto in esposizione, che attraverso installazioni, pittura, grafica, video e fotografia ribadiscono le connessioni tra esterno ed interno, alto e basso, materiae e spirito.

Eclettica negli interessi e nelle scelte espressive Mara Ruzza ha sperimentato con versatilità materiali e linguaggi diversi: scultura ceramica, installazioni, pittura, grafica, video e fotografia per rappresentare la personale riflessione sul concetto di Tempo. In particolare le tecniche della ceramica realizzano nelle forme proposte una significativa esperienza ricostruttiva del vedere e del guardare, manifestando con la pluralità degli stili formali e delle simbologie la complessità dei processi di trasformazione nella società contemporanea che coinvolgono la natura e l’essere umano.

Nella contrapposizione di materiali naturali quali la pietra e la ceramica con materiali sintetici come il plexiglas e la plastica si coglie ancora l’opportunità di restituire le contraddizioni del vivere attuale in relazione all’ambiente. Mara Ruzza individua nell’arte una carica energetica capace di incidere nel presente e confida nel processo di rigenerazione spirituale oltre che estetico che l’arte, radicata nella vita dell’umanità, può innescare.

Mara Ruzza
Diplomata Maestro di pittura all’Accademia di Belle Arti di Venezia,avvia il suo percorso professionale nelle arti visive nel 1986 con linguaggi diversi: pittura, grafica, fotografia, video, scultura ceramica, che hanno portato a numerose esposizioni collettive e personali in ambito locale e nazionale. In particolare con la scultura ceramica partecipa a concorsi ed espone in mostre di respiro internazionale a Friburgo (Germania), Faenza, Savona, nei Musei della Ceramica di Lubiana (Slovenia), di Montelupo Fiorentino, di Nove (Bassano), di Torgiano (Roma). Nella ricerca espressiva l’ideazione e produzione di performance, di progetti curatoriali, di conferenze ed eventi sulla ceramica contemporanea costituiscono un percorso non secondario.

Nell’ambito dell’esposizione sono previsti alcuni appuntamenti culturali, conferenze, conversazioni. Il calendario sarà pubblicato nei prossimi giorni.

Informazioni

Ingresso libero alla mostra e alle conferenze
orario 9.30 - 12.30 e 14 -19 - lunedì chiuso

Settore Cultura Turismo Musei e Biblioteche
Tel. 049 8204523
tagliettie@comune.padova.it

DETTAGLI

Domenica 25 settembre ore 17.30
Frammenti d’utopia
Letture poetiche di Luciana Roma, Teatrocontinuo

Sabato 1 ottobre ore 17.30
Da Madre a Matrice - Perché l’arte serve?
Conversazione tra antropologia e arte terapia
con Luisa Fantinel, storica dell’arte e arte terapeuta

Orario 9.30-12.30, 14-19 lunedì chiuso.

Ingresso libero.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • “Van Gogh. I colori della vita”, mostra al Centro culturale San Gaetano

    • dal 10 ottobre 2020 al 11 aprile 2021
    • Centro Culturale Altinate San Gaetano
  • Mostra “I Macchiaioli. Capolavori dell'Italia che risorge” a palazzo Zabarella

    • dal 24 ottobre 2020 al 18 aprile 2021
    • Palazzo Zabarella
  • Al Museo della Padova Ebraica la mostra "Una luce dirada l'oscurità"

    • dal 29 ottobre 2020 al 18 gennaio 2021
    • Museo della Padova Ebraica

I più visti

  • “Van Gogh. I colori della vita”, mostra al Centro culturale San Gaetano

    • dal 10 ottobre 2020 al 11 aprile 2021
    • Centro Culturale Altinate San Gaetano
  • Mostra “I Macchiaioli. Capolavori dell'Italia che risorge” a palazzo Zabarella

    • dal 24 ottobre 2020 al 18 aprile 2021
    • Palazzo Zabarella
  • Padre Daniele Hechich: al via la causa di beatificazione e canonizzazione, ecco come seguire la cerimonia

    • solo domani
    • Gratis
    • 29 novembre 2020
    • Online
  • Al Museo della Padova Ebraica la mostra "Una luce dirada l'oscurità"

    • dal 29 ottobre 2020 al 18 gennaio 2021
    • Museo della Padova Ebraica
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    PadovaOggi è in caricamento