menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vittorio Sgarbi ospite al Padova Pride Village: "Giotto era gay"

Il critico di storia dell'arte e personaggio istrionico dalle grandi qualità dialettiche e artistiche affronterà nuovamente il tema del rapporto tra omosessualità e mondo dell'arte. L'anticipazione a sorpresa

"Giotto era gay". Si preannuncia un incontro sorprendente, quello che, venerdì, al Padova Pride Village, vedrà protagonista Vittorio Sgarbi, critico di storia dell’arte e personaggio istrionico dalle grandi qualità dialettiche e artistiche.

"GIOTTO ERA GAY". A quasi dieci anni dalla contestata mostra milanese "Vade retro. Arte e Omosessualità", Sgarbi, con la sua capacità di rivolgersi al pubblico in modo diretto, semplice, ironico ed efficace, affronterà nuovamente il tema del rapporto tra omosessualità e mondo dell’arte. E lo farà con una rivelazione che lascerà di stucco: l'artista che affrescò la cappella degli Scrovegni sarebbe stato omosessuale. Un'eventualità che nel mondo dell'arte e della letteratura non è neppure così rara, sottolinea Sgarbi, che, a proposito di Giotto, assicura: "Ne ho le prove".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento