Stagione lirica al Piccolo Teatro: "Sogno di una notte di mezza estate" dall'Opéra di Parigi

Con la gradita novità del ritorno delle opere dal Metropolitan di New York, arriva con il nuovo anno al Piccolo Teatro di via Asolo (zona Paltana) la seconda parte della Stagione Lirica 2016/2017, che si svolgerà dal 10 gennaio al 28 giugno.

SCOPRI IL PROGRAMMA COMPLETO DELLA RASSEGNA

Tantissimi titoli, e di grande richiamo, da ulteriori, prestigiosi teatri  d’Europa (Monaco, Zurigo, Barcellona, Parigi), oltre che da Londra e, come detto, dal Met.
Molte opere vedranno come protagonista il tanto amato Jonas Kaufmann.

La lirica sul grande schermo, con le opere trasmesse in alta definizione via satellite, grazie al supporto tecnologico di cui si è dotato da alcuni anni il Piccolo Teatro,  è una realtà consolidata che vede la sala primeggiare a livello nazionale per numero di spettatori.

L'appuntamento con il balletto "Sogno di una notte di mezza estate" live dall'Opéra di Parigi è il 23 marzo alle 19.15, in diretta.

I PROSSIMI APPUNTAMENTI

BIGLIETTI

DIRETTE e NEAR LIVE 
Intero 12 euro – Ridotto 10 euro  (+ diritti di prevendita 1 euro)

DIFFERITE
Intero 10 euro – Ridotto 8 euro  (+ diritti di prevendita 1 euro)

Ridotti per: associati, over 65, studenti fino a 26 anni.

PREVENDITE
Coin Ticketstore, via Altinate - 049.8364084
Cartoleria C’era una Volta, via Asolo, 9  - 049.8803700
CartoEdicola Ruggero, zona Mandria - 049.715469
Edicola Paltana, rotatoria PadovaNuoto

online (con aggiunta di diritti di transazione online) su www.liveticket.it

Il botteghino del teatro aprirà un’ora prima dello spettacolo.
Non saranno accettate richieste di prenotazione via e-mail o via telefono.

L’ingresso in sala non sarà consentito dopo l’inizio dello spettacolo, nemmeno a chi fosse in possesso di biglietto acquistato in prevendita o di abbonamento.

DETTAGLI

Giovedì 23 marzo, alle ore 19.15 al Piccolo Teatro di via Asolo (zona Paltana) proiezione sul grande schermo cinematografico, in diretta dall'Opèra di Parigi, in full HD, del balletto "Sogno di una notte di mezza estate" di George Balanchine, su musiche di Felix Mendlssohn Bartholdy, con scene e costumi del fashion designer Christian Lacroix.  Eleonora Abbagnato, direttrice dell’Opera di Roma, è l’Étoile nel ruolo di Titania.

Ingresso Euro 12 - Ridotti Euro 10.

Apertura del botteghino alle ore 18.30.

Maggiori informazioni su www.piccolo-padova.it

"Sogno di una notte di mezza estate" è uno dei rari balletti narrativi del grande coreografo georgiano George Balanchine, è l’interpretazione  del classico racconto di amore e follia di Shakespeare, che entra finalmente a far parte del repertorio del Balletto dell’Opéra di Parigi mescolando commedia nel primo atto e puro divertissement nel secondo.

Numerosi coreografi hanno approfondito Shakespeare per trovare materiale drammatico per i loro balletti, a cominciare da Jean-Georges Noverre, un ardente difensore dell’”action ballet”, e Marius Petipa, che fu il primo a usare la musica di Mendelssohn. 

George Balanchine, che aveva molto amato la partitura, non fece eccezione alla regola. 

Nel 1962 realizzò la sua versione della commedia di Shakespeare per il New York City Ballet. Fedele al linguaggio del Bardo, con l’aggiunta di un leggero tocco di pantomima, ritrae una complessa storia d’amore in due atti e sei scene ispirato in egual modo dalla partitura. Teseo, duca di Atene, e Ippolita, regina delle Amazzoni, vengono coinvolti in una lite domestica tra Oberon, il re degli elfi, e Titania, la regina delle fate, che finisce con l’intervento del malizioso Puck e la sua pozione magica assieme a una troupe di attori dilettanti. L’epilogo è celebrato nella forma di un grande divertissement virtuoso.

Le scene e i costumi per questa produzione sono stati progettati da un altro mago del palcoscenico, il fashion designer Christian Lacroix, che ha svelato a The New York Times come l’arte del costumista fosse la sua vera passione in gioventù, dopo essere rimasto affascinato all’età di 11 anni dal Gattopardo di Visconti. 

Soddisfare la richiesta di introdurre sontuosità nel balletto è stata una sfida per Lacroix, così come seguire le note dettagliate lasciate da Balanchine su scene e costumi. Per la foresta di alberi verdi e blu e un quadro di fiori giganti si è ispirato al movimento romantico preraffaellita del XIX secolo in Inghilterra, passando poi all’evocazione di un palazzo neoclassico per la scena del matrimonio, e da abiti di schiffon con drappeggi color pesca e rosa al tutù classico bianco e oro, affinché lo spettacolo sia splendente. Per eseguire i costumi, il Balletto dell’Opera di Parigi ha ricevuto donazioni da Sophie Hallette, la rinomata maison francese di pizzi, e da Swarovski, che ha inviato più di 200 tipi di pietre creando un nuovo motivo di cristalli di tre tonalità di blu per le ali d’organza della farfalla.

Gli amanti battibeccano nel bosco quando il birichino Puck entra in scena nell’interpretazione di George Balanchine del classico racconto di amore e follia di Shakespeare. Uno dei rari balletti narrativi del coreografo georgiano, Sogno di una notte di mezza estate entra finalmente a far parte del repertorio del Balletto dell’Opéra di Parigi. Costumi e scene sono del fashion designer Christian Lacroix.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Cinema, potrebbe interessarti

I più visti

  • “Van Gogh. I colori della vita”, mostra al Centro culturale San Gaetano

    • dal 10 ottobre 2020 al 11 aprile 2021
    • Centro Culturale Altinate San Gaetano
  • Mostra “I Macchiaioli. Capolavori dell'Italia che risorge” a palazzo Zabarella

    • dal 24 ottobre 2020 al 18 aprile 2021
    • Palazzo Zabarella
  • James Blunt in concerto alla Kioene arena

    • 24 marzo 2021
    • Kioene Arena
  • “FAI un giro in villa”, ecco come partecipare al festival per conoscere le ville venete

    • dal 20 al 28 febbraio 2021
    • Online
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    PadovaOggi è in caricamento