50ª Stagione dell'Orchestra di Padova e del Veneto all’Auditorium Pollini

Percorso Mahler (II concerto)

Marco Angius

Direttore

Livia Rado

Soprano

Aldo Orvieto

Pianoforte

Ottorino Respighi

Trittico botticelliano

Luigi Dallapiccola

Piccolo concerto per Muriel Couvreux per pianoforte e orchestra
"An Mathilde" per soprano e orchestra

Gustav Mahler

Adagio / Sinfonia n. 10
(vers. Cliff Colnot)

Marco Angius

Direttore

Marco Angius è un direttore di riferimento per il repertorio moderno e contemporaneo. Dopo aver concluso gli studi musicali a Roma e quelli universitari a Bologna poco più che ventenne, si dedica inizialmente alla direzione d’ensemble fondando il gruppo Algoritmo con cui vince il Premio del Disco Amadeus per l’incisione di Mixtim di Ivan Fedele (Stradivarius, 2007), quindi debutta con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai di Torino (che dirige regolarmente fin dall’edizione Rai Nuova Musica del 2006), Maggio Musicale Fiorentino, Teatro La Fenice, Teatro Comunale di Bologna, Orchestra della Toscana, Orchestre de Nancy, Teatro Petruzzelli, Orchestra Giuseppe Verdi di Milano, I Pomeriggi Musicali, Orchestra della Svizzera Italiana, Orchestre de Chambre de Lausanne, Orchestra di Padova e del Veneto...
Già assistente di Sir Antonio Pappano per il Guillaume Tell di Rossini (Emi Records, 2011), nel 2012 debutta con l’Ensemble Intercontemporain alla Cité de la musique di Parigi e con la Tokyo Philharmonic all’Opera City di Tokyo. Marco Angius è stato invitato da festival quali Biennale di Venezia, MiTo, Milano Musica, Warsaw Autumn Festival, Ars Musica di Bruxelles, Biennale Zagreb, deSingel di Anversa (con l’Hermes Ensemble di cui è principale direttore ospite), Traiettorie, Romaeuropa Festival, Royal College of Music, Accademia Musicale Chigiana…
Nella ricca produzione discografica spiccano opere di Salvatore Sciarrino (Luci mie traditrici per Stradivarius/Euroarts, Le stagioni artificiali, Studi per l’intonazione del mare, Cantiere del poema, Cantare con silenzio), Ivan Fedele (Mixtim e Mosaîque), Giorgio Battistelli (L’Imbalsamatore con l’Ensemble Icarus), John Cage (Imaginary landscapes e Sixteen dances), Franco Evangelisti (Die Schachtel), Arnold Schönberg (Pierrot lunaire con l’Ensemble Prometeo), Michele dall’Ongaro (Checkpoint, Orchestra di Padova/Ex Novo Ensemble), Nicola Sani (In red, Stradivarius 2014)...
E’ autore di numerosi saggi e scritti sulla musica contemporanea tra cui Come avvicinare il silenzio (La musica di Salvatore Sciarrino, Rai Eri 2007), Del suono estremo (Una collezione di musica e antimusica, Aracne 2014), Ali di Cantor (La musica di Ivan Fedele, Suvini Zerboni 2011).
Tra le produzioni più recenti: Aspern di Sciarrino (Teatro La Fenice), Jakob Lenz di Rihm e Don Perlimplin di Maderna (entrambi col Teatro Comunale di Bologna), L’imbalsamatore di Giorgio Battistelli (con l’Ensemble dell’Accademia Teatro alla Scala), La chute de la maison Usher di Ivan Fedele (Anversa, Luxembourg Philarmonie e Amsterdam Muziekgebouw), L’Italia del destino di Luca Mosca e La Metamorfosi di Silvia Colasanti al Maggio Musicale Fiorentino, La volpe astuta di Janácek (Accademia Nazionale di Santa Cecilia), Il diario di Nijinsky di Detlev Glanert (2009). Intensa l’attività con l’ensemble “Giorgio Bernasconi” dell’Accademia Teatro alla Scala, giovane e prestigiosa formazione che dirige stabilmente dal 2011 e con cui inaugurerà la prossima stagione della Società del Quartetto di Milano (Nona Sinfonia di Mahler). Tra gli impegni recenti, la monumentale esecuzione e incisione integrale dell’Arte della fuga di Bach orchestrata da Hermann Scherchen con l’Orchestra di Padova e del Veneto, una nuova produzione di Gianni Schicchi di Puccini e Alfred, Alfred di Donatoni col Teatro Sperimentale di Spoleto, le musiche di scena per L’Arlésienne di Bizet con l’Orchestra della Toscana e Chiara Muti, Risonanze erranti di Luigi Nono al Teatro Farnese con l’Ensemble Prometeo di Parma.

Biglietti: Intero euro 22,

Ridotto in convenzione Riservato ai titolari Carta Più Feltrinelli, IKEA Family, Studiare a Padova Card/Dipendenti, Soci FAI e Amici dell'OPV euro 18,

Ridotto speciale famiglie Riservato ai nuclei familiari composti da due adulti con un massimo di tre ragazzi di età inferiore a 18 anni euro 30;

Ridotto speciale giovani
fino a 35 anni e titolari di Carta Giovani e Studiare a Padova Card/Studenti, allievi del Conservatorio "Pollini" 8 euro.

Come di consueto il giorno dei concerti, alle 10.30, sempre all'Auditorium Pollini, sarà aperta al pubblico la prova generale: biglietto intero euro 7, ridotto studenti euro 3.

I biglietti per i concerti della 50a Stagione sono disponibili in prevendita a partire da una settimana prima di ciascun concerto presso i negozi Gabbia (via Dante, 8) e MusicaMusica (via Altinate, 20) o in vendita al botteghino dell'Auditorium Pollini il giorno del concerto dalle ore 20.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Massimo Ranieri "Sogno e son desto 500 volte", concerto al Geox

    • 30 maggio 2021
    • Gran Teatro Geox
  • "Rock opera" al Geox: i mostri sacri del rock in chiave sinfonica

    • 28 maggio 2021
    • Gran Teatro Geox
  • Orchestra di Padova e del Veneto al Geox: da Morricone a Beethoven

    • 27 maggio 2021
    • Gran Teatro Geox

I più visti

  • “Van Gogh. I colori della vita”, mostra al Centro culturale San Gaetano

    • dal 10 ottobre 2020 al 6 giugno 2021
    • Centro Culturale Altinate San Gaetano
  • Mostra “I Macchiaioli. Capolavori dell'Italia che risorge” a palazzo Zabarella

    • dal 24 ottobre 2020 al 30 giugno 2021
    • Palazzo Zabarella
  • Cinema aperti con il nuovo film di Woody Allen dal 6 maggio nelle migliori sale di Padova

    • dal 6 al 31 maggio 2021
    • Padova
  • Massimo Ranieri "Sogno e son desto 500 volte", concerto al Geox

    • 30 maggio 2021
    • Gran Teatro Geox
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    PadovaOggi è in caricamento