Presentazione “Gli strumenti del pre-cinema del Museo di Storia della Fisica dell’Università degli studi di Padova” al Bo

“Gli strumenti del pre-cinema del Museo di Storia della Fisica dell’Università degli studi di Padova” è il titolo del libro/catalogo di Fanny Marcon, Giulio Peruzzi e Sofia Talas, edito dalla Padova University Press, che verrà presentato da Gianpietro Brunetta, storico del cinema e critico cinematografico, venerdì 24 febbraio alle ore 17 in Archivio Antico di Palazzo Bo di via VIII febbraio 2 a Padova.

Il Museo di Storia della Fisica conserva una ricchissima varietà di strumenti scientifici che documentano la storia della ricerca e della didattica della fisica svolte a Padova dal XVIII secolo a oggi, con importanti esemplari anche dei due secoli precedenti. «Questo libro è un’occasione ulteriore – dice Giulio Peruzzi, storico della fisica – per far conoscere questo patrimonio, e per stimolare la classe dirigente politica e imprenditoriale a investire nella cultura, pianificando uno sviluppo delle strutture museali accademiche e delle loro relazioni con i sistemi museali di Padova e del Veneto».

Numerosi strumenti hanno segnato la storia del cinema prima del cinema. Tra questi spiccano non solo gli antenati diretti dei proiettori cinematografici, ma anche giochi ottici e altri dispositivi, che hanno contribuito a creare una nuova modalità di alfabetizzazione visiva, premessa per la nascita dello spettacolo cinematografico. “La valorizzazione di questa collezione non si limita però al solo catalogo cartaceo - ci dice Fanny Marcon, assegnista al Museo di Storia della Fisica - poiché vari di questi strumenti sono anche fruibili online, in un portale dedicato a diversi itinerari virtuali centrati sul ricco patrimonio dell’Università di Padova”.

Dal Settecento in poi, anche il Gabinetto di Fisica dell’Università di Padova si arricchì di molti strumenti relativi alla proiezione di immagini e allo studio della visione e delle illusioni ottiche. Questi costituiscono l’oggetto del presente libro/catalogo, scritto da Fanny Marcon, Giulio Peruzzi e Sofia Talas. «Naturalmente – osserva Sofia Talas conservatrice del Museo - i professori del XVIII e XIX secolo non distinguevano questi strumenti dal resto della strumentazione che impiegavano nelle loro lezioni di ottica. Tuttavia abbiamo scelto di riunire in questo testo gli strumenti pre-cinematografici del Gabinetto di Fisica patavino sia per sottolineare il loro ruolo e la loro valenza nell’ambito della ricerca e della didattica, sia per contribuire a documentare la storia del pre-cinema in una regione come il Veneto che attraverso i suoi ottici, i suoi lanternisti e i suoi studiosi, svolse un ruolo importante negli sviluppi di questo settore».

Link Museo Storia della Fisica

https://itinerarivirtuali.musei.unipd.it/itinerario/museo-di-storia-della-fisica

https://www.unipd.it/ilbo/strumenti-pre-cinema-museo-storia-fisica-delluniversita-studi-padova

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • "Scegli con noi": l’ateneo di Padova si presenta alle future matricole nelle giornate di orientamento

    • dal 22 al 25 febbraio 2021
    • Online
  • Colloqui psicologico clinici individuali professionali per adolescenti e genitori

    • solo oggi
    • 25 febbraio 2021
    • Online
  • Stati generali della città di Padova e giornata mondiale sulle malattie rare 2021: tutte le iniziative in città

    • dal 24 al 28 febbraio 2021
    • Online

I più visti

  • “Van Gogh. I colori della vita”, mostra al Centro culturale San Gaetano

    • dal 10 ottobre 2020 al 11 aprile 2021
    • Centro Culturale Altinate San Gaetano
  • Mostra “I Macchiaioli. Capolavori dell'Italia che risorge” a palazzo Zabarella

    • dal 24 ottobre 2020 al 18 aprile 2021
    • Palazzo Zabarella
  • James Blunt in concerto alla Kioene arena

    • 24 marzo 2021
    • Kioene Arena
  • “FAI un giro in villa”, ecco come partecipare al festival per conoscere le ville venete

    • dal 20 al 28 febbraio 2021
    • Online
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    PadovaOggi è in caricamento