L’associazione Padova ospitale festeggia i 20 anni al teatro Verdi

Sognando e volando sulle ali della Solidarietà è il titolo dello spettacolo che domenica alle 17.30 celebrerà 20 anni di impegno solidale di Padova Ospitale.

In vent’anni l'Associazione di strada ne ha stata fatta tanta: sono nati tanti progetti sia sul territorio padovano, sia verso i Paesi più poveri del mondo, che hanno coinvolto tanti volontari e sostenitori.

Lo spettacolo di domenica – aperto al pubblico – con la regia di Ernesto Aufiero, presentato da Francesca Trevisi, ripercorrerà le tappe fondamentali di vent’anni di impegno solidale, con lo scopo di sensibilizzare sempre più persone sul valore del volontariato.

Sul palcoscenico del Teatro Verdi si alterneranno attori, pittori, musicisti, cantanti, acrobati, ballerini: dall’attore Valerio Mazzucato, allo scenografo e pittore Ioannis Antoniadis, dal Coro Lellianum di San Camillo, diretto da Andrea Tosato al gruppo Djolibè Djembè Family (Associazione Ponti Sonori di Padova), dai pianisti Eugenia Nalivkina e Sergio Pietruschi, alle cantanti Tiziana Guerra e Alice Barbara Tombola. Da Modena arriva Silence Teatro - Come Angeli del Cielo (attori che, sotto forma di angeli, attraversano lo spazio sollevando mulinelli di emozioni e scaglie di ricordi).

SCARICA IL VOLANTINO DELL'INIZIATIVA

L’evento ha ottenuto la medaglia del Presidente della Repubblica, il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri (che ha concesso anche una medaglia per l’occasione), di Regione Veneto, Provincia, Comune e Università di Padova, Azienda Ospedaliera Universitaria e ULSS 16, oltre al sostegno di: Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Maliparmi, Microlife, AUA, Banca Euromobiliare Daniele Di Maggio, Pasticceria Biasetto, Tortellini Roberto, VVS Viaggi, Giuriolo e Pandolfo Assicurazioni.

“La solidarietà – sottolinea Sergio Boccella, presidente di Padova Ospitale ed Help for Life – è qualcosa che ha un grande valore, non solo per chi la riceve, che non si sente abbandonato, ma anche per chi, con umiltà, si impegna per aiutare gli altri; è un’energia bidirezionale, perché si riceve sempre molto più di quello che si dà. Inoltre – aggiunge il presidente – non bisogna dimenticare l’importante valore rappresentato dall’esempio che viene trasmesso agli altri”.

Ecco le fasi principali della storia dell’Associazione Padova Ospitale: nasce nel ‘95 con l'obiettivo di assistere i familiari dei pazienti ricoverati nelle strutture ospedaliere cittadine. Nel 1997 viene inaugurata la prima Casa di Accoglienza San Camillo de Lellis a cui seguono San Domenico Savio, a Rovolon dedicata all’accoglienza dei bambini ammalati di Chernobyl, Casa famiglia Padre Daniele Hekic a Saccolongo per persone disabili, Casa di accoglienza Lucia Valentini Terrani.

Nel 2000 viene realizzato il primo Charity Shop in zona Portello; ne seguirà un altro nel quartiere Cristallo. Un’attività che impegna oltre 50 volontarie nel raccogliere e distribuire oggetti, vestiti e quant'altro e le offerte ricevute in cambio sono impiegate da Padova Ospitale per le sue attività.

Tra i progetti sul territorio: nel 2010 nasce Padova Ospitale per Crescere Insieme, rivolto a giovani in situazioni di disagio psicologico, economico e sociale, aiutandoli nella loro formazione scolastica e professionale a cui seguono, nel 2013, il Laboratorio della Solidarietà Padre Agostino Varotto per realizzare manufatti in cambio di offerte per l’Associazione; Tele Adozione Anziani, per l’assistenza ad anziani soli e bisognosi; Angeli della Solidarietà, per sostenere le persone in difficoltà economiche specie per la crisi economica non ancora del tutto superata.

Durante il suo percorso, Padova Ospitale alza lo sguardo verso i paesi più poveri del mondo con missioni sanitarie in Colombia, Brasile, Argentina, India, Sierra Leone, Kenya e Uganda (oltre 50, con 2.000 interventi chirurgici effettuati e più di 20.000 persone assistite).

Da questo impegno nel 2010 nasce la Fondazione Help for Life onlus, che diventa braccio operativo di Padova Ospitale per i progetti socio-sanitari oltre i confini nazionali avviando il progetto La Salute attraverso il sociale, il sociale attraverso la salute che si sviluppa in Etiopia e in Kenya.

Tra i risultati raggiunti: la formazione del personale sanitario locale, la fornitura di acqua potabile tramite un acquedotto, la costruzione di una scuola elementare, la realizzazione di una scuola tecnica con laboratori tessile, di falegnameria e di tipografia, corsi di aggiornamento per insegnanti elementari, creazione di orti didattici, costruzione di un laboratorio per la cura della TBC, costruzione di alloggi per volontari, formazione di infermieri, ostetriche e altre figure sanitarie, costruzione una casa per pazienti tubercolotici, allestimento di un ambulatorio oculistico ed ortottico, avviamento di un ambulatorio odontoiatrico ed odontotecnico, acquisto di una ambulanza, costruzione di un centro per disabili, sono stati inviati infermieri, medici di medicina generale, odontoiatri, pediatri per favorire la crescita professionale degli operatori sanitari degli ambulatori locali.

In Kenya è stata sviluppata la Chirurgia Plastica presso l’Ospedale Cattolico di North Kinangop, grazie alla collaborazione della Clinica di Chirurgia Plastica dell'Azienda Ospedaliera – Università di Padova. È previsto inoltre un percorso formativo per la prevenzione delle ustioni. È stata avviata anche la coltivazione della spirulina, un’alga ad alto valore nutrizionale. Fino ad oggi sono stati inviati 17 chirurghi, eseguiti 96 interventi ed effettuate 120 visite.

In Eritrea è partito un progetto per la prevenzione del carcinoma della cervice uterina presso l'ospedale Orotta in Asmara, dell'Istituto di Anatomia Patologica dell'Università di Padova patrocinato da Help for Life.

Il Progetto Ponte, inoltre è impegnato nella raccolta di materiale da spedire ai paesi poveri e finora sono state inviate oltre dieci tonnellate di vestiti e materiale scolastico in diversi paesi dell'Africa. Il Progetto Adotta una classe in Etiopia consente di adottare intere classi di studenti consentendo loro l'istruzione, materiale scolastico e un pasto al giorno.

Allegati

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • “Van Gogh. I colori della vita”, mostra al Centro culturale San Gaetano

    • dal 10 ottobre 2020 al 6 giugno 2021
    • Centro Culturale Altinate San Gaetano
  • Mostra “I Macchiaioli. Capolavori dell'Italia che risorge” a palazzo Zabarella

    • dal 24 ottobre 2020 al 30 giugno 2021
    • Palazzo Zabarella
  • Cinema aperti con il nuovo film di Woody Allen dal 6 maggio nelle migliori sale di Padova

    • dal 6 al 31 maggio 2021
    • Padova
  • Massimo Ranieri "Sogno e son desto 500 volte", concerto al Geox

    • 30 maggio 2021
    • Gran Teatro Geox
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    PadovaOggi è in caricamento