Padova festeggia il Capodanno con "La vedova allegra" di Franz Lehar

  • Dove
    Teatro Verdi
    Via dei Livello, 32
  • Quando
    Dal 29/12/2014 al 31/12/2014
    lunedì 29 dicembre 2014, ore 20.45, con replica martedì 30 dicembre 2014, ore 20.45, e mercoledì 31 dicembre 2014, ore 20.00, in occasione del capodanno 2015
  • Prezzo
    Platea palco di pepiano, centrali I e II ordine: interi, € 70; ridotti* € 65 - Laterali I e II ordine: interi, € 60; ridotti* € 55 - Galleria: interi, € 30; ridotti* € 28 - Rappresentazione fuori abbonamento del 31 dicembre - platea, palco di pepiano, centrali I° e II° ordine: 85 euro - palco laterale I° e II° ordine: 75 euro - galleria: 45 euro
  • Altre Informazioni
    Sito web
    teatrostabileveneto.it

Padova festeggia il capodanno a suon d'operetta: si danza, si canta, si recita, si sorride con La vedova allegra. L'allestimento, presentato nella città del Santo nel 2009, è curato integralmente da Hugo De Ana. Il regista argentino rimaneggia il libretto dando un taglio attuale alla vicenda e quel "po' di zucchero" e pepe all'intreccio fatto di continui colpi di scena e esilaranti battute. Le coreografie di Leda Lojodice contribuiscono a rendere ulteriormente frizzante la messinscena.

Il Teatro Verdi ospiterà la coproduzione LI.VE. (Comuni di Padova, Bassano del Grappa e Rovigo) lunedì 29 dicembre 2014, ore 20.45, con replica martedì 30 dicembre 2014, ore 20.45, e mercoledì 31 dicembre 2014, ore 20.00, in occasione del capodanno 2015. L'opera è la terza e ultima in cartellone per la Stagione lirica diPadova 2014, organizzata e promossa dall'Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Padova e realizzata grazie al Ministero per i Beni e le Attività Culturali, con il sostegno della Regione Veneto e il contributo della Fondazione Antonveneta.

Il ruolo protagonistico, Hanna Glavary, vedrà impegnato il celebre soprano Daniela Schillaci che vanta collaborazioni con direttori del calibro di Zubin Metha, Seiji Ozawa, AlainLombard, Roberto Abbado. Al suo fianco, il tenore Alessandro Safina tornerà sul palcoscenico patavino nei panni del rubacuori Conte Danilo Danilowitch. E tornerà a Padova anche l'inossidabile Daniela Mazzucato che interpreterà l'astuta Valencienne. Al tenore spagnolo David Ferri Durà, "candidato ad essere una promessa per il repertorio operistico di Mozart, Rossini e Donizetti", competerà la parte del giovane innamorato Camille De Rossillon.

Completeranno il nutrito cast Nicolò Ceriani, Barone Mirko Zeta, l'attore, doppiatore e cantante Ugo Maria Morosi, Njegus, Max Renè Cosotti, Marchese Raoul de St. Brioche, Dario Giorgelè, Visconte Cascada, Giuliano Scaranello, Capitano Kromow, Matteo Ferrara, Bogdanowitch e Giovanna Donadini, Olga Kromow; Stefano Consolini, Pritschitch; Elisabetta Battaglia, Praskovia; Annalisa Massarotto, Sylviane.

Il Coro Li.Ve., preparato dal maestro Dino Zambello, e l'Orchestra di Padova e del Veneto, compagine stabile della Stagione Lirica padovana, saranno diretti da Giampaolo Bisanti, maestro concertatore e direttore di grande esperienza, ospite di prestigiosi festival, con all'attivo produzioni teatrali di livello internazionale e collaborazioni con interpreti quali Roberto Alagna, Daniela Dessì, Fabio Armiliato, Dimitra Theodossiou, Luciana D'Intino, Giovanna Casolla e registi del calibro di Henning Brockhaus e Daniele Abbado.

L'operetta in tre atti (Die Lustige Witwe il titolo originale) di Franz Lehár, su libretto di Viktor Léon e Leo Stein dalla commedia L'Attaché d'ambassade di Henri Meilhac, debuttò al Theater an der Wien di Vienna il 30 dicembre 1905. La semplice vicenda d'amore, indissolubilmente legata all'aspetto economico e politico rappresentato dall'eredità, ottenne un istantaneo successo internazionale che segnò l'inizio di un periodo aureo per questo genere e per l'autore. La trama è una perfetta mistura di tematiche care al teatro musicale: l'aspetto sentimentale si combina a gelosia e fedeltà in una commistione esplosiva di ritmo che meritò la definizione di Tanzoperette (operetta danzata). La vicenda si evolve attraverso il ballo che diviene linguaggio prediletto per l'espressione di un messaggio nella vivace Parigi belle-époque, sfondo raffinato e ammiccante del vorticoso intreccio.

Biglietti:
Costo biglietti per ciascuna opera

Platea palco di pepiano, centrali I e II ordine: interi, € 70; ridotti* € 65
Laterali I e II ordine: interi, € 60; ridotti* € 55
Galleria: interi, € 30; ridotti* € 28

Rappresentazione fuori abbonamento del 31 dicembre
- platea, palco di pepiano, centrali I° e II° ordine: 85 euro
- palco laterale I° e II° ordine: 75 euro
- galleria: 45 euro

Info:
Biglietteria Teatro Verdi

Via Livello, 32 - 35139 Padova (PD)
Orari: dal lunedì al venerdì: 15.00-18.30, sabato mattina: 10.00-13.00, Telefono: 049 87770213 / 8777011
Sito: www.teatrostabileveneto.it

Ufficio Manifestazioni e Spettacolo del Settore Attività culturali del Comune di Padova
Palazzo Zuckermann

telefono 049 8205611 - 8205623

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Arena romana estate 2019, calendario degli spettacoli dal vivo e delle proiezioni

    • dal 1 giugno al 30 settembre 2019
    • Arena Romana
  • Michele De Lucchi crea l’Albero degli Alberi all’Orto Botanico

    • dal 15 marzo 2019 al 5 gennaio 2020
    • Orto Botanico
  • Festa dell’uva e del vino a Vo’ Euganeo

    • fino a domani
    • dal 13 al 15 settembre 2019
    • Piazza Liberazione
  • Sagra in Corte ad Abano Terme

    • fino a domani
    • dal 6 al 15 settembre 2019
    • Villa Rigoni Savioli
Torna su
PadovaOggi è in caricamento