Dal Veneto al Portogallo con “TOP-Teatri Off Padova”

  • Dove
    Teatro dei Carichi Sospesi di vicolo Portello - Teatro Sanclemente
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 21/11/2014 al 22/11/2014
    Venerdì 21 novembre 2014, ore 21.30; Sabato 22 novembre 2014, ore 21.00
  • Prezzo
    Biglietti: Intero: 10 € Adulti e bambini superiori ai 12 anni; Ridotto: 8 € Studenti con “Studiare a Padova Card”, corsisti TOP, fino ai 12 anni; Gratuito: Bambini fino a 3 anni
  • Altre Informazioni
    Sito web
    teatrioffpadova.com

Venerdì 21 novembre, alle 21.30 ai Carichi Sospesi, Laura Cavinato e Valerio Mazzucato dell’Associazione Terracrea portano in scena il veneto del Ruzante con “Cancaro ala roba! Uomeni de carne” per la regia di Giorgio Sangati. Sabato 22 novembre al Teatro San Clemente Luisa Ereno alla voce, Guido Rigatti alla chitarra e violoncello e Giulio Gavardi alla chitarra, condurranno gli spettatori in un viaggio emozionale nella terra del fado, il Portogallo

Proseguono gli appuntamenti con il teatro e la musica della Prima Stagione di “TOP-Teatri Off Padova”. Il fine settimana targato top inizierà venerdì 21 novembre alle 21.30 al Teatro dei Carichi Sospesi di vicolo Portello con lo spettacolo “Cancaro ala roba! Uomeni de carne”, produzione dell’Associazione Terracrea con Laura Cavinato e Valerio Mazzucato. Grazie ai testi tratti dalle opere di Angelo Beolco Ruzante, adattati da Giorgio Sangati che cura anche la regia, “Cancaro ala roba!” è uno spettacolo pieno di forza e di colore, leggero e denso di significato al tempo stesso; scherzi, rapidi dialoghi, giocosi litigi e amori sanguigni e due attori che vestono i panni di tanti personaggi diversi, ma pur sempre riconducibili a due grandi opposti che da sempre si attraggono: l’uomo e la donna.

Sabato 22 novembre, al Teatro Sanclemente, dal Veneto si viaggia verso il Portogallo, con lo spettacolo “Fado solo” di e con Luisa Ereno (voce), Guido Rigatti (chitarra, violoncello) e Giulio Gavardi (chitarra). Malinconica, ironica, accogliente, nascosta, Il fado è una musica che racconta un popolo, nella sua fatica di vivere ma anche nella sua capacità di condivisione della propria casa, del proprio cibo, dei propri piaceri, con l’ironia di chi sa vivere la leggerezza della vita per scoprirne la grandezza. Perché, come cantava la Signora del Fado, Amalia Rodriguez, Il cuore di un fadista ha una forma di vita “strana” in continua contrapposizione tra sentire e sapere, tra cuore e testa, un cuore indipendente che non sente le ragioni umane.

La rassegna è realizzata con il Patrocinio della Regione del Veneto, della Provincia e del Comune di Padova.

 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • “Van Gogh. I colori della vita”, mostra al Centro culturale San Gaetano

    • dal 10 ottobre 2020 al 6 giugno 2021
    • Centro Culturale Altinate San Gaetano
  • Mostra “I Macchiaioli. Capolavori dell'Italia che risorge” a palazzo Zabarella

    • dal 24 ottobre 2020 al 30 giugno 2021
    • Palazzo Zabarella
  • Insolita Padova: tour guidato alla ricerca di dettagli e storie curiose

    • 24 aprile 2021
    • Statua del Gattamelata
  • Tutti gli eventi di aprile a Cittadella

    • dal 2 al 30 aprile 2021
    • Cittadella
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    PadovaOggi è in caricamento