Giovedì, 13 Maggio 2021
Eventi Via Fratelli Sanguinazzi

Il tiramisù più grande del mondo domenica 29 giugno Piazzagrande

Quarto Guinness World Record del centro commerciale di Piove di Sacco. La preparazione comincia la sera di sabato. Il giorno dopo la verifica e poi il dolce verrà offerto in degustazione gratuita a tutti i presenti

La conferenza stampa di presentazione dell'evento

Il centro commerciale Piazzagrande di Piove di Sacco è ai blocchi di partenza per la realizzazione del tiramisù più grande del mondo, il suo quarto record mondiale.

I NUMERI DI UN RECORD. La preparazione inizierà la sera di sabato 28 giugno: verranno utilizzati 39mila savoiardi, 175 chilogrammi di mascarpone, 350 grammi di zucchero, 30 chilogrammi di cacao e 300 chilogrammi di uova in polvere. “Rassicuro tutti gli ospiti che verranno adoperate solamente uova in polvere – chiarisce il direttore della Galleria del centro commerciale Filippo Lazzarin - a massima garanzia igienico-sanitaria del tiramisù che verrà somministrato al pubblico”. Domenica alle ore 16 i giudici del Guinness World Record di Londra effettueranno le verifiche necessarie per decretare il raggiungimento del record. Dopo la proclamazione ufficiale, il tiramisù verrà offerto in degustazione gratuita a tutti i presenti.

LA PASTICCERIA DEL CARCERE. “Domenica lavoreranno in sinergia tre eccellenze del territorio - annuncia Riccardo Capitanio, operatore del centro e presidente regionale del gruppo Giovani imprenditori di Confcommercio Veneto - la pasticceria dell’ipermercato Ipersimply, l’Officina Giotto e la galleria commerciale. Solo con l’eccellenza si vince”. È concorde il direttore della galleria Lazzarin, che entra nel dettaglio: “Con questo grande evento Piazzagrande abbina la propria natura commerciale ad un progetto di carattere profondamente sociale. La solidarietà in ogni caso da sola non basta, per questo abbiamo scelto un partner che potesse garantirci anche il massimo della qualità, come l’Officina Giotto. La pasticceria del carcere di Padova domenica 29 giugno avrà funzione di perito super partes per assicurare che il tiramisù prodotto dai pasticceri dell’Ipersimply osservi gli standard di eccellenza e il rispetto della ricetta tradizionale richiesti dal Guinness World Record di Londra”.

ECCELLENZA DA ESPORTARE. Anche Nicola Boscoletto, presidente del Consorzio sociale Giotto che gestisce l’omonima pasticceria del Carcere Due Palazzi di Padova, focalizza il proprio discorso sull’alta qualità: “Praticare l’eccellenza, specialmente nel campo dell’artigianato alimentare, è l’unico modo per far vincere l’Italia. Le cooperative sociali non sono staccate dalla realtà, anche in questo caso la qualità e la professionalità sono requisiti fondamentali. Officina Giotto il 2 luglio riceverà il riconoscimento ufficiale dal portale Gastronauta come migliore pasticceria del 2013. La nostra esperienza ha ispirato attività analoghe in tre carceri brasiliani e in un carcere a Chicago. Domenica 29 il record sarà abbinato a una raccolta fondi a sostegno di una cooperazione tra Officina Giotto e l’associazione Vale de Acòr di Lisbona, per il recupero di emarginati, tossicodipendenti e detenuti”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il tiramisù più grande del mondo domenica 29 giugno Piazzagrande

PadovaOggi è in caricamento