Ultra Suono presenta Gnoomes e Seville live al Grind House Club di Padova

Con questo primo appuntamento inauguriamo la sezione "Ultra•Suono #Off", dedicata a live infrasettimanali di progetti musicali che passano a trovarci sulla via di lunghi tour europei/italiani. Uno sguardo fisso, che ammira le stelle: tra riverberi, distorsioni e delay, ci immergiamo in un'atmosfera cosmica, ora nella tonicità del kraut rock ed ora in un sogno shoegaze.

Per la loro unica data veneta, ci prepariamo ad accogliere una band già molto apprezzata a livello europeo. Tornano con il nuovo album "MU!": GNOOMES [Russia] (kraut, cosmic pop) - Rocket Recordings (UK) + Opening Act: Seville - band (indie rock, psych).

Contributo di ingresso: 5 euro (alla cassa). Ingresso soci AICS.

Ascolta: https://tiny.cc/gnoomes_spotify

Gnoomes, il gruppo russo che crea un potente mix di stargaze psichedelico, kraut techno e kosmische pop, torna con un nuovo album, MU!, il terzo per l'etichetta inglese Rocket Recordings. Dall'uscita del loro ultimo album Tschak! il trio si è trasformato in un quartetto con l'aggiunta di Masha Piankova al synth. Ed è stato il successo dei loro tour nel Regno Unito e in Europa che inconsciamente è stato d'ispirazione nel trovare la direzione per questo nuovo album; per catturare l'energia dell'ondata impetuosa e palpitante degli show "Abbiamo deciso di rendere questo disco più live e meno elettronico", ha detto Sasha, cantante e chitarrista.

MU! è stato in parte registrato nella stessa vecchia stazione radio sovietica dove la band ha registrato Tschak!, per poi continuare le registrazioni in uno studio professionale così come a casa. Le chitarre modellate dai fuzz si muovono in onde avvolgenti, ricordando i giganti della shoegaze nella loro forma più feroce, mentre altrove le voci stratificate si sovrappongono l'una sull'altra, tra melodia incontaminata e forte dissonanza. L'elettronica glaciale e le tendenze alla "cold-wave" di cui era pregno album precedente sono meno presenti: questo disco pulsa con una sfumatura elettronica che bolle più sottilmente sotto la superficie di chitarre immersive.

Il titolo MU! ha origini giapponesi e proviene dal buddismo Zen: significa sia "no" che "nulla", e la comprensione che l'accettazione di questo concetto può portare all'illuminazione. Nonostante ciò, qualsiasi richiamo sonoro al temperamento mite della new age non potrebbe essere più distante dai risultati finali di questo caso. Questo è un disco che fa "pulizia", sicuramente, ma lavandoti con forza brutale e astuzia. Con il completamento di questo album, si delinea una trilogia di dischi tutti collegati tramite punteggiatura - Ngan! Tschak! Mu! - ma ognuno distinto da un proprio tono ed una propria idea di evoluzione. Da Bowie a The Cure a Moderat, la storia musicale è piena di grandi trilogie musicali e ora la trilogia del punto esclamativo di Gnoomes può essere aggiunta a questo.

I Seville nascono invece nel 2016 a Padova dall’incontro tra Federico Ruzza, Sebastiano Nalin, Matteo Santaterra e Michele Tedesco. Quattro componenti con un background musicale diverso ma con un interesse comune per band contemporanee come Tame Impala, Arctic Monkeys, Black Keys e per icone del passato quali Pink Floyd, Jimi Hendrix, Beatles. Queste e altre influenze, rielaborate da un processo compositivo fortemente personale, contribuiscono a plasmare i brani dei Seville e il loro sound: un originale miscela di indie rock e psichedelia, capace sia di far viaggiare l’ascoltatore in ampi spazi aperti sia di evocare atmosfere cupe, malinconiche e introspettive.

La band si è esibita in festival e locali di riferimento della scena indipendente padovana e del Veneto, tra questi Sub Cult Fest, Rise Festival, Mame Club, aprendo a gruppi quali New Candys, Mamuthones, Orange Car Crash. Nell’inverno tra il 2018 e 2019 iniziano le registrazioni del primo album, condotte in totale autonomia nello “studio” di Federico Ruzza, ricavato in un garage interrato.
Nel 2019, concluse le registrazioni dell’album, i Seville hanno accompagnato la band inglese The Trusted nel loro minitour in Italia; a marzo la prima esibizione all’estero, presso la Musikkens Hus di Aalborg, Danimarca.

Apertura porte: 21. Inizio live: 22.

Nota bene: Il nostro giorno preferito è il venerdì e non tutti possono fare tardi, quindi gli orari dei nostri eventi sono reali: apertura porte alle 21, il live inizia alle 22, minuto più minuto meno. Se quando inizi a ballare non ti fermi più, per te c'è anche uno scatenato djset tropical e cumbia, ad oltranza!

Se sei in macchina, motorino o bici ti aspetta un ampio parcheggio. Altrimenti puoi arrivare anche con l'autobus linea 10 (Direzione: Sarmeola ---> Ponte di Brenta || Fermata: Via Venezia-Centro Giotto - https://www.fsbusitaliaveneto.it/mobilita/orari/inv/U10.html)

Oppure con servizio bus su prenotazione: conosci l'app di Nightbus? Se hai bisogno di uno strappo per venire/tornare a casa o alla stazione, il Comune di Padova offre degli autobus prenotabili che ti portano esattamente all'indirizzo desiderato. Scarica l'app: https://tiny.cc/nj6vcz.

Informazioni e contatti

Per ulteriori info: scrivici alla pagina Facebook oppure via mail a ultrasuono.info@gmail.com
Seguici su instagram! @ultrasuono_live

Web: https://www.tiny.cc/ultrasuono_malagiunta

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Subsonica "Microchip temporale club tour" all'Hall di Padova

    • 22 ottobre 2020
    • Hall
  • PFM canta De André – Anniversary, concerto al Gran teatro Geox

    • 26 settembre 2020
    • Gran Teatro Geox
  • Paolo Conte al Gran teatro Geox

    • 17 ottobre 2020
    • Gran Teatro Geox

I più visti

  • Tutti gli eventi di settembre a Cittadella

    • dal 5 al 28 settembre 2020
    • Cittadella
  • "Notturni Padovani 2020 tra arte, vie d'acqua e sapori": visite, escursioni, serate gastronomiche ed eventi

    • dal 10 luglio al 30 settembre 2020
  • Tour in bicicletta al Castello del Catajo

    • dal 30 maggio al 31 ottobre 2020
    • Radisson Blu Resort
  • "A nostra immagine", scultura in terracotta a Padova nel Rinascimento al Museo Diocesano

    • dal 15 febbraio al 27 settembre 2020
    • Museo Diocesano
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    PadovaOggi è in caricamento