Vespri d'Organo 2015 ad Abano Terme

Giovedì 8 ottobre, ore 21

Thierry Mechler

Programma

Thierry Mechler

Improvvisazione

Johann Sebastian Bach (1685 -1750) Suite Inglese nr. 6 in Re minore BWV 811 Preludio, Allemanda, Corrente, Sarabanda, Double,

Gavotta I e Gavotta II, Giga

Johann Sebastian Bach (1685 -1750)
Suite Inglese nr. 3 in Sol minore BWV 808 Preludio, Allemande, Corrente,
Sarabanda, Gavotta I, Gavotta II (o la Musette), Gigue

Thierry Mechler

Improvvisazione

Johann Sebastian Bach (1685 -1750)
Suite Inglese nr. 2 in La minore BWV 807
Preludio, Allemanda, Corrente,
Sarabande - Le ornamentazioni della stessa Sarabanda Bourée I, Bourée II (con da capo I)

Giga

Giovedì 15 ottobre, ore 21

Fausto Caporali

Programma

Louis Vierne (1870 -1937) dalla I Sinfonia op. 14
Final

Fausto Caporali

Improvvisazione su tema dato

Louis Vierne (1870 -1937) dalla II Sinfonia op. 20 Scherzo
dalla III Sinfonia op. 28 Final

Fausto Caporali

Improvvisazione su tema dato

Louis Vierne (1870 -1937) dalla IV Sinfonia op. 32 Romance e Final

Fausto Caporali

Improvvisazione su tema dato

Louis Vierne (1870 -1937) dalla VI Sinfonia
Final

Giovedì 22 ottobre, ore 21

Livia Mazzanti

Programma

Alle fronde dei salici:
meditazioni organistiche sul Salmo dell’esilio.

Johann Sebastian Bach (1685 -1750)
An Wasserflüssen Babylon (Super flumina Babilonia) BWV 653

Mario Castelnuovo -Tedesco (1895 -1968)
dal Sacred Service for the Sabbath Eve Op.122 (1943) Invocation (Shema Yisroel)
Silent devotion

Felix Mendelssohn-Bartholdy (1809-1847) Sonata III in La maggiore Op. 65 nr. 3
su Aus tiefer Not schrei ich zu dir
(Dal profondo grido a te)

Con moto maestoso, Andante tranquillo

Mario Castelnuovo -Tedesco (1895 -1968) da Prayers my Grandfather wrote (1962)
Raù Banim (I figli videro)

Livia Mazzanti

Improvvisazione su Alle fronde dei salici di Salvatore Quasimodo

Johann Pachelbel (1653 -1706) An Wasserflüssen Babylon

Mario Castelnuovo -Tedesco (1895 -1968) da Prayers my grandfather wrote
Hashkivenu (Facci dormire)

Maurice Ravel (1875 -1937)
da Deux Mélodies hébraïques (1914) Kaddisch (adattamento di L. Mazzanti)

Mario Castelnuovo -Tedesco (1895 -1968) Prelude and Fanfare “on the twelve tone row” (1949)

Thierry Mechler

Nato in Alsazia nel 1962, Thierry Mechler è musicista appassionato e perfezionista, privilegiante una dimensione metafisica e quasi mistica dell’arte dell’interpretazione. A 13 anni diventa organista titolare della sua parrocchia e a 15 dà il suo primo concerto, prima di entrare al Con- servatorio Nazionale della Regione di Strasburgo, nella classe d’orga- no di Daniel Roth. Studia pianoforte con Hélène Boschi, discepola di Alfred Cortot. Completa gli studi organistici a Parigi con Marie-Claire Alain e Jacquest Taddei. Nel 1981 ottiene il Primo Premio al Concorso Internazionale d’Organo di Parigi, la cui giuria era presieduta da Ro- lande Falcinelli. Inizia una carriera internazionale ricca di successi e ri- conoscimenti. Diventa Professore d’Organo e Improvvisazione al Con- servatorio Nazionale della Regione di Annecy nel 1986, continuando una carriera internazionale di solista tanto all’organo che al pianoforte, in Europa, Stati Uniti, America Latina, Islanda, Georgia e Corea del Sud. Numerose incisioni radiofoniche, televisive e discografiche testi- moniano della sua arte; nel 2002 crea una sua propria etichetta disco- grafica, Tonalis Record. Dal 1991 al 1999 è titolare del grande organo della Cattedrale Primaziale di St. Jean a Lione, organista, consigliere artistico dell’Auditorium Maurice Ravel di Lione.

Ha eseguito l’integrale delle opere organistiche di Johann Sebastian Bach e Louis Vierne, avvenimenti musicali salutati con entusiasmo dal pubblico e dalla critica. Dal 1998 Thierry Mechler è Professore d’orga- no e improvvisazione alla Musikhochschule di Colonia e al contempo organista, consigliere artistico alla prestigiosa Philarmonie di Colonia. Affianca all’attività didattica e concertistica come organista e pianista quella di compositore, presentando negli anni diversi lavori pubblicati presso l’editore Schott.

Fausto Caporali

Fausto Caporali si è diplomato nel 1981 in Organo e Composizione organistica Al Conservatorio “G. Verdi” di Milano studiando con Gianfranco Spinelli; nel 1983 ha conseguito il titolo di Maestro in Canto Gregoriano al Pontificio Istituto Ambrosiano di Musica Sacra. Ha studiato privatamente a Parigi con Daniel Roth ed ha frequentato ad Haarlem i corsi estivi di improvvisazione di Naji Hakim.

Si è classificato secondo al Concorso di Improvvisazione Organistica di Biarritz nel 1995 e nel 1997, ed è stato semifinalista nel 1996 al Con- corso Internazionale di improvvisazione di Haarlem. Come composito- re ha al suo attivo un Terzo Premio al Concorso AGIMUS di Varenna nel 1996; è autore di diverse cantate su testi sacri, di musica strumentale e cameristica eseguita con successo di pubblico e critica. Svolge attività concertistica sia come solista che come accompagnatore di gruppi vo- cali e strumentali. Ha tenuto concerti in Germania, Francia, Svizzera, Inghilterra, Spagna, Lituania e ha inciso per la Prominence (“Il grande organo del Santuario di Caravaggio”1996), per la Syrius (“Toccatas” 2002, “Grand Etudes de Concert” 2004), per MV (“Organisti e Mae- stri di Cappella del Duomo di Cremona” 2005, Playing with Bach, con Erminio Cella al pianoforte jazz, 2012), Associazione Serassi (L’orga- no di don Camillo, 2008), Fugatto (“Opera Omnia per organo di C. Franck” 2011). Tiene regolarmente corsi di improvvisazione in Italia per conto di varie associazioni organistiche fra cui l’Associazione Italiana Organisti di Chiesa. Per i tipi di Armelin Musica-Padova ha pubblicato “L’Improvvisazione Organistica - Un metodo teorico e pratico”, “Pro- pedeutica all’improvvisazione organistica”, “L’accompagnamento del canto liturgico”, un volume sull’opera organistica di O. Messiaen (Il dialogo perpetuo - Armelin, Padova 2008) ed ha curato pubblicazioni di musiche inedite di autori barocchi e romantici. É autore di un libro sugli organi della città di Cremona (De perfetissima sonoritate - Il patrimonio organario della città di Cremona, Armelin, Padova 2005) e di altre pub- blicazioni su organi otre che di contributi musicologici.

È organista titolare del grande organo della Cattedrale di Cremona e della Cattedra di Organo complementare e Canto gregoriano presso il Conservatorio di Torino.

Livia Mazzanti

Fin dagli esordi a Roma, negli anni ‘80, Livia Mazzanti ha rivelato un ampio orizzonte interpretativo proponendo pagine organistiche di rara esecuzione e amando suggerire, nei suoi programmi di concerto, possibili affinità tra epoche e linguaggi diversi. Diplomata in pianoforte, in organo e in composizione organistica, ha ricevuto poi un impulso decisivo dall’in- contro con compositori quali Giacinto Scelsi e, più tardi, Jean Guillou sotto la cui guida si è a lungo perfezionata in Francia.

Premio Speciale della Giuria per le qualità musicali al Concorso Interna- zionale d’Organo di Roma del 1985, vince nel 1988 una Borsa di Studio del Governo francese e si stabilisce a Parigi dove, l’anno seguente, le verrà conferito à l’Unanimité du Jury il Diplôme de Concert della Schola Cantorum. Da allora la sua attività si svolge tra l’Italia e la Francia, con- ducendola a prodursi nella maggior parte dei Paesi europei, negli Stati Uniti, in Medio Oriente. Sono sue l’ideazione e la direzione artistica di MUSICOMETA, il festival che ospita a Roma, dal ‘95, acclamati solisti della scena internazionale. Sempre a Roma, collabora inoltre da anni con la Chiesa Evangelica Luterana. In Francia è la sola interprete straniera a figurare nelle collezioni organistiche della RCA Victor/BMG France, in- cisioni che le sono valse gli elogi di riviste quali Diapason, Répertoire, Organist’s Review. Livia Mazzanti ha inciso anche per Fonè, Argos, Con- tinuo e partecipato all’integrale per organo di J. Guillou pubblicata dalla Philips/Universal, così come alla Scelsi Collection della Stradivarius. Ha inoltre al suo attivo la riscoperta e la registrazione, in prima mondiale per l’etichetta AEOLUS, dell’integrale di Mario Castelnuovo-Tedesco realiz- zata all’organo della Tonhalle di Zurigo. Nel 2011 ha esordito da solista all’organo della Philharmonie di Berlino.

Iniziativa sostenuta da Città di Abano Terme, Lions Club Abano Terme "Gaspara Stampa",
Cassa di Risparmio del Veneto e Banca dei Colli Euganei

Come raggiungerci

Parrocchia Duomo di San Lorenzo,Via S. Pio X - Abano Terme (Padova)

Google Maps

Clicca qui per la mappa online

Download PDF

Clicca qui per il download della brochure

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • “Van Gogh. I colori della vita”, mostra al Centro culturale San Gaetano

    • dal 10 ottobre 2020 al 6 giugno 2021
    • Centro Culturale Altinate San Gaetano
  • Mostra “I Macchiaioli. Capolavori dell'Italia che risorge” a palazzo Zabarella

    • dal 24 ottobre 2020 al 18 aprile 2021
    • Palazzo Zabarella
  • Paolo Conte al Gran teatro Geox

    • 17 aprile 2021
    • Gran Teatro Geox
  • Tutti gli eventi di aprile a Cittadella

    • dal 2 al 30 aprile 2021
    • Cittadella
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    PadovaOggi è in caricamento