"Fiera delle parole", la presenza di Arrighi incanta il pubblico di Padova

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Uno degli eventi più attesi della giornata conclusiva de "La Fiera delle Parole" era l'incontro con Gianluca Arrighi e la presentazione del suo ultimo bestseller "Oltre ogni verità".

L'incontro

Il celebre scrittore e avvocato romano non ha deluso le aspettative e nella splendida cornice di Palazzo Moroni ha tenuto una lecito magistralis su uno dei temi d'attualità più scottanti: il pregiudizio. Arrighi, intervistato dalla giornalista Carla Menaldo davanti a un nutrito pubblico di lettori, ha spiegato come talvolta le stesse indagini di polizia, dopo la commissione di un delitto, siano offuscate da pregiudizi, stereotipi e luoghi comuni, ossia da scorciatoie del pensiero umano che cercano in qualche modo di rispondere con minore fatica al nostro bisogno fondamentale di ordinare le cose. Ogni essere umano ne è vittima, e l'unico modo per superare il pregiudizio è quello di un impegno sociale consapevole e di una obiettiva presa di coscienza. Arrighi, intrattenendo la platea, ha poi spiegato come la verità (soprattutto giudiziaria) sia un concetto relativo e mai assoluto, e come chi indaga sulla commissione di un crimine debba ricercare non tanto (o non solo) la "verità", quanto piuttosto ciò che è realmente accaduto.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento