Serata formativa degli accompagnatori "Pedibus" al centro civico Presca di Selvazzano

Il pedibus è un “autobus a piedi” formato da un gruppo di bambini accompagnati da due o più adulti volontari per recarsi insieme a scuola, lungo percorsi sicuri con capolinea e fermate intermedie

Giovedì 11 aprile alle ore 21 al Centro Civico Fabio Presca in via Colombo 1 a San Domenico si terrà la serata formativa degli accompagnatori del progetto “Pedibus” tenuta dalla Dottoressa Marina Casazza dell’ULSS 6 Euganea e dal Direttore Comandante del Consorzio Polizia Municipale Padova Ovest Enrico Maran. Il Pedibus è un “autobus a piedi” formato da un gruppo di bambini accompagnati da due o più adulti volontari per recarsi insieme a scuola, lungo percorsi sicuri con capolinea e fermate intermedie.

“Il progetto Pedibus quest’anno coinvolge altre due scuole elementari la “Don Angelo Bertolin” di Tencarola, la “Benedetto Marcello” di Caselle oltre alla “Antonio Vivaldi” di San Domenico – afferma il Sindaco della Città di Selvazzano Dentro Enoch Soranzo – che già l’anno scorso ha introdotto questa buona pratica nella nostra Città. La novità 2019 è che parte attiva di questo progetto è l’ULSS 6 Euganea perché nei programmi di promozione di salute nelle scuole c’è proprio il Pedibus. Andare a scuola a piedi oggi è un’azione assolutamente ammirevole soprattutto per le condizioni di traffico e pericoli certo aumentate rispetto al passato. Fondamentale la collaborazione tra genitori, nonni, corpo insegnanti, comando della Polizia Municipale e Istituzioni pubbliche perché ciascuno per la propria competenza mette in campo risorse ed azioni per la buona riuscita del progetto”.

L’iniziativa mette in evidenza molteplici benefici derivanti dal privilegiare la mobilità pedonale e sostenibile: socialità, salute, autonomia dei bambini, sicurezza, conoscenza del territorio.

“La forza di questa progettualità – sottolinea l’Assessore ai Servizi alla Persona della Città di Selvazzano Dentro Giovanna Rossi – contagia molto velocemente le scuole primarie del nostro territorio. Quando si parla dei percorsi educativi rivolti ai nostri ragazzi è fantastico vedere come tutte le realtà collegate a loro si mettono velocemente in connessione e realizzano in concreto idee che fino a pochi anni fa rimanevano sulla carta. L’esperienza della scuola Vivaldi dello scorso anno e il lavoro degli attivissimi Comitati genitori e degli insegnanti sta portando il Pedibus in tre scuole e questo per me è un risultato che diventa orgoglio per la nostra Città”.

Partecipare al Pedibus:

  • incentiva il diritto dei bambini a muoversi autonomamente nel proprio ambiente e per i propri spostamenti quotidiani
  • risveglia nei bambini la voglia di camminare e offre un salutare esercizio psico-fisico fin dal primo mattino
  • favorisce la socializzazione tra coetanei
  • sviluppa le capacità di orientarsi e aumenta l’attenzione nell'evitare i rischi che il pedone incontra sulla strada
  • attenua nei genitori la possibile paura e le preoccupazioni per la sicurezza dei figli
  • favorisce gli scambi di esperienza tra genitori che si trovano a collaborare tra loro nel coordinamento delle azioni di vigilanza
  • contribuisce alla riduzione dell’inquinamento atmosferico ed acustico promuovendo una mobilità sostenibile nel proprio Comune
  • mantiene aperto il dialogo con le Istituzioni con il fine di migliorare la qualità dei percorsi pedonali e delle aree verdi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso pubblico per educatore asilo nido, l'esito della preselezione: prova scritta a fine agosto

  • Centro estivo “Bimbi botanici 2019”: quarta edizione della Wigwam Country School

  • Acegas per la scuola: attività e visite per 9mila studenti. E a settembre si riparte

  • “Happy park”: laboratori, eventi e formazione, un'esperienza green a Mortise

Torna su
PadovaOggi è in caricamento