rotate-mobile
Corsi di Formazione

Saper utilizzare le nuove tecnologie in edilizia, al via il corso IFTS a Padova

Il corso partirà il prossimo 28 febbraio, sarà realizzato da Scuola Edile Padova, è gratuito e a numero chiuso. Le iscrizioni sono già aperte: le apposite domande dovranno essere inviate a info@scuolaedilepadova.net, entro martedì 17 febbraio. Per informazioni è possibile contattare 049.761168

Nuove tecnologie, nuovi strumenti e nuove competenze a servizio delle imprese edili venete. Sono già aperte le iscrizioni al nuovo corso gratuito IFTS (Istruzione e Formazione Tecnica Superiore) in “Tecniche di organizzazione e gestione del cantiere edile”, organizzato da Scuola Edile Padova e finanziato dalla Regione Veneto. Il corso professionalizzante e gratuito è pensato per diplomati (titolo di studio non vincolante), persone che si vogliono riqualificare, disoccupati e professionisti, e garantisce un accesso diretto al mondo del lavoro attraverso le aziende partner di IFTS.

Il settore

Il settore edilizio è in grande espansione, anche a seguito dell’approvazione del Piano nazionale di Ripresa e Resilienza. Ance stima che, a livello nazionale, il fabbisogno di figure professionali preparate sia di almeno 265mila tra operai, professionisti, tecnici e impiegati nell’edilizia. In Veneto la situazione si replica: sono attesi 7 miliardi di investimenti in edilizia.

«Bisogni e aspettative sono le due parole chiave di questa proposta formativa – spiega il direttore della Scuola Edile di Padova, Andrea Pagnacco –. Per le imprese, il bisogno di preparare il ricambio generazionale delle proprie organizzazioni e l’aspettativa di una evoluzione positiva della propria operatività; per i partecipanti, risposta al proprio bisogno occupazionale e all’aspettativa di marcata evoluzione della propria carriera professionale. In sintesi, il percorso può garantire a imprese e lavoratori la piena soddisfazione di quanto più desiderato».

«C’è assoluto bisogno di professionisti specializzati»

«Il settore delle costruzioni – sottolinea il presidente Ance Veneto Paolo Ghiotti – è in grande espansione. Con i cantieri della Tav che avanzano, gli appalti per le Olimpiadi 2026, gli investimenti in infrastrutture del PNRR cui si sommano gli interventi spinti dai bonus nell’edilizia privata, stimiamo investimenti in edilizia nella nostra regione per circa 7 miliardi di euro. Per poter realizzare le opere in programma, mancano operai qualificati, capicantiere, artigiani. La filiera delle costruzioni li sta cercando e, come in questo caso, è pronta a formarli e ad assumerli con contratti a tempo indeterminato, perché c’è assoluto bisogno di professionisti specializzati in grado di gestire le nuove tecnologie utilizzate nei cantieri, i macchinari di ultima generazione e le complessità dei nuovi appalti. E soprattutto in questi incontri viene attribuita una particolare importanza alla sicurezza sul lavoro, che è un aspetto primario e prioritario per chi opera nei cantieri”.

Un percorso ad hoc

L’innovativa figura professionale formata durante il corso è stata progettata in collaborazione con le imprese edili del territorio, per rispondere appieno alle loro esigenze. In questo modo ci sono concrete possibilità per i partecipanti di accedere al mondo del lavoro. Il corso partirà il prossimo 28 febbraio, sarà realizzato da Scuola Edile Padova, è gratuito e a numero chiuso. Sono previste 800 ore di formazione complessive: 400 ore in aula e laboratorio (in presenza e da remoto), e 400 ore di stage tra imprese leader del settore con concrete possibilità di assunzione al termine del corso.

Nuovi focus

Durante il periodo di formazione, gli studenti apprenderanno l’applicazione di nuovi strumenti e modelli gestionali nella gestione dei cantieri, utilizzando innovativi per la progettazione e analisi digitalizzata sottoservizi, geo-localizzazione con Gps, indagine e ricerca cavidotti con Georadar, rilievo aereo con droni, pianificazione utilizzo e gestione delle macchine da cantiere. La formazione si avvarrà di mezzi messi a disposizione da partner tecnici come Komatsu, Vermeer Italia e Cgt.

Come iscriversi

I posti disponibili sono limitati. Le iscrizioni sono già aperte: le apposite domande dovranno essere inviate a info@scuolaedilepadova.net, entro martedì 17 febbraio. Per informazioni è possibile contattare 049.761168.

Valorizzare e aggiornare l’offerta formativa

«Gli investimenti pubblici che interesseranno nei prossimi anni il settore delle costruzioni – chiarisce Francesco Andrisani, vice coordinatore Scuole Edili – sono un’opportunità molto importante per migliorare la qualità delle infrastrutture e dell’abitare e, quindi, della vita in generale. Come Parti Sociali, in un momento storico in cui si punta alla qualità del nuovo costruito e della rigenerazione dell’esistente, abbiamo il dovere di puntare e ambire alla qualità dell’occupazione. La nostra priorità, deve essere quella di valorizzare e aggiornare l’offerta formativa verso le nuove esigenze costruttive, puntando su salute e sicurezza sul lavoro, per formare lavoratori edili da inserire nel ciclo produttivo, valorizzandone la professionalità acquisita con contratti di assunzione stabili e retribuzioni adeguate».

Info web

https://www.scuolaedilepadova.net/corsogratuitoifts/

Foto articolo da comunicato stampa

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saper utilizzare le nuove tecnologie in edilizia, al via il corso IFTS a Padova

PadovaOggi è in caricamento