Giovedì, 16 Settembre 2021
Corsi di Formazione Riviere / Via dei Livello, 32

Continuano i percorsi di formazione del Teatro Stabile del Veneto: 90 ore dedicate a giovani talenti

La partecipazione all’intero percorso ha un costo di 50 euro, il modulo di iscrizione reperibile sui siti del TSV e SlowMachine va inviato entro le ore 23.59 di lunedì 8 febbraio 2021 all’indirizzo formazione@slowmachine.org

Rajeev Badhan

Continuano i percorsi di formazione del Teatro Stabile del Veneto per giovani animali da palcoscenico. Dopo il lancio nei giorni scorsi del bando per il laboratorio di drammaturgia (aperto fino al 15 gennaio), si aggiunge un nuovo percorso di specializzazione, della durata di 90 ore, in ambito attoriale Teatrale e Cinematografico in collaborazione con SlowMachine, per indagare come cambia la recitazione sulla scena attraverso il filtro di una videocamera, sia essa utilizzata da un videomaker o dall’attore stesso.

Il bando

Il bando del laboratorio “CampusLaFucina – Recitazione tra Video e Teatro – Uno studio su Shakespeare” è disponibile fino all’8 febbraio sui siti del Teatro Stabile Veneto e SlowMachine, si rivolge a 14 partecipanti con esperienza in ambito performativo attoriale e si svolgerà a partire da marzo 2021 a Belluno negli spazi di SlowMachine e del Teatro Comunale. Il percorso rientra nelle attività del Modello Te.S.eO. Veneto - Teatro Scuola e Occupazione, il programma di formazione teatrale per giovani talenti del territorio nato dall’Accordo di Programma tra la Regione del Veneto e il Teatro Stabile del Veneto, in partnership con Accademia Teatrale Veneta.

Gli insegnanti

A seguire i ragazzi tre docenti d’eccezione Pau Palacios Pozuelo, drammaturgo e performer di Agrupación Señor Serrano, compagnia teatrale con sede a Barcellona che crea produzioni originali basate su storie tratte dai tempi contemporanei, di cui lo Stabile del Veneto ha coprodotto gli ultimi due lavori The Mountain e KingdomStefania De Santis, casting director, regista, attrice e acting coach formatasi nella scuola internazionale di Teatro di Jacques Lecoq e che nella sua carriea ha collaborato con artisti come Carmelo Bene e Luca Ronconi; Rajeev Badhan, attore e fondatore nel 2012 della compagnia di sperimentazione artistica SlowMachine di Belluno, nata dall’esigenza di creare un polo che racchiudesse in sé la diffusione, l’ideazione e la produzione di lavori teatrali e performativi.

Il percorso formativo

Il progetto parte da uno studio su Shakespeare, quindi dalla drammaturgia classica, per interrogarsi sull’utilizzo del video all’interno di uno spettacolo teatrale, ponendosi domande sui mezzi del contemporaneo, fondendo il linguaggio teatrale con quello video e affrontando tematiche di estrema attualità. In aggiunta all’esperienza formativa è prevista, inoltre, alla fine del percorso una prova aperta al pubblico.

Come iscriversi

La partecipazione all’intero percorso ha un costo di 50 euro, il modulo di iscrizione reperibile sui siti del TSV e SlowMachine va inviato entro le ore 23.59 di lunedì 8 febbraio 2021 all’indirizzo formazione@slowmachine.org

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Continuano i percorsi di formazione del Teatro Stabile del Veneto: 90 ore dedicate a giovani talenti

PadovaOggi è in caricamento