Educare i figli ai social in tempi di Covid: il progetto 4H per le famiglie

Le 4 h stanno per Human, Hub, Hotspot, Help: quattro parole chiave su cui si basa il progetto che ha l’obiettivo di promuovere il benessere dei giovani nella fascia di età che va dagli 11 ai 14 anni. Ecco come partecipare agli incontri gratuiti e come aver supporto per le situazioni problematiche più complesse

“L’uso delle tecnologie e dei social network al tempo del Covid”, è questo il titolo della nuova tappa di “Edu.Co. Comunità educante si diventa”, il ciclo di incontri formativi per genitori, educatori e insegnanti proposto nell’ambito del progetto “4H – Scaliamo il futuro”. Realtà, questa, che vede come capofila la Fondazione Irea con il Comune di Este e che è finanziata dal Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile (la cui attuazione è affidata all’impresa sociale Con i Bambini).

Incontri online gratuiti

L’iniziativa dei webinar gratuiti ritorna a qualche mese dal successo degli incontri online raccolto durante il primo lockdown nazionale. Uso e abuso delle tecnologie negli adolescenti, prevenzione e cura delle dipendenze, educazione alimentare, autonomia sentimentale responsabile per figli e adolescenti: questi i temi toccati nello scorso ciclo di incontri. Quello che va partendo giovedì 18 febbraio, è dedicato invece all’uso della tecnologia durante il Covid. L’appuntamento, online, si terrà dalle 20.30 alle 22. Sarà solo il primo: il 18 marzo si parlerà de “I bisogni degli adolescenti in un tempo di confinamento e isolamento sociale”, mentre il 15 aprile il tema sarà “Essere genitori oggi: imparare a So-Stare nella relazione con i figli”. Si tratta di incontri che maturano anche alla luce dei profondi cambiamenti che la pandemia di Covid ha portato nella socialità e nella vita famigliare.

I relatori e altri ultili servizi

I relatori saranno gli psicologi e psicoterapeuti Luigi Conte e Raffaella Guarini. Il progetto continuerà peraltro con due ulteriori step: a maggio saranno organizzati piccoli gruppi di approfondimento e confronto in presenza (restrizioni permettendo), mentre a giugno si attiverà uno sportello online per i genitori che, per situazioni problematiche più complesse, volessero accedere a un colloquio individuale con uno dei due psicologi.

Informazioni e iscrizione

Per qualsiasi informazione è possibile contattare lo 0429-602674 e soprattutto scrivere a 4h@morinipedrina.it: all’atto dell’iscrizione verrà inviato un link che indirizzerà alla piattaforma per la videoconferenza. Nella mail di iscrizione vanno indicati il nome e, in caso di genitori, l’eventuale classe e scuola di appartenenza del figlio.

Il progetto

Il progetto “4H – Scaliamo il futuro”, finanziato dal Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile (la cui attuazione è affidata all’impresa sociale Con i Bambini), si propone di intervenire sulla povertà educativa creando una comunità educante nel territorio dell’Estense. Le 4 h stanno per Human, Hub, Hotspot, Help: quattro parole chiave su cui si basa il progetto che ha l’obiettivo di promuovere il benessere dei giovani nella fascia di età che va dagli 11 ai 14 anni.

https://www.facebook.com/Progetto4H

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Azienda Ospedaliera offre tele-consulto per pazienti che portano impianti cocleari

  • “All you Can Care”: aperti gli sportelli informativi per chi ha bisogno di aiuto con le pratiche digitali

  • Educare i figli ai social in tempi di Covid: il progetto 4H per le famiglie

  • L'obiettivo? Formare "hacker buoni": al via il corso di Fòrema e Smact sulla cybersecurity

  • Teatro e formazione: dallo Stabile del Veneto un laboratorio sulla maschera femminile

  • Albignasego: nelle scuole un'intera settimana dedicata alla legalità

Torna su
PadovaOggi è in caricamento