Per formare tutor e babysitter certificati: scatta nell'Alta il progetto Ta.Ta.Tu.

Per promuovere misure di conciliazione dei tempi dedicati alla famiglia e al lavoro rispondendo alle esigenze dei genitori di trovare persone preparate e affidabili per servizi di babysitting e aiuto nei compiti, ma anche offrire nuove possibilità di reddito a persone in cerca di un’occupazione

Promuovere misure di conciliazione dei tempi dedicati alla famiglia e al lavoro rispondendo alle esigenze dei genitori di trovare persone preparate e affidabili per servizi di babysitting e aiuto nei compiti, ma anche offrire nuove possibilità di reddito a persone in cerca di un’occupazione: questo l’obiettivo del Progetto Ta.Ta.Tu, che coinvolge 12 Comuni del Piazzolese e del Cittadellese in collaborazione con Jonathan Cooperativa Sociale.

I Comuni coinvolti

Due cordate che vedono da un lato Piazzola sul Brenta (capofila), Campo San Martino, Campodoro, Limena e Villafranca Padovana e dall’altro Carmignano di Brenta (capofila), Cittadella, Fontaniva, Galliera Veneta, Gazzo, Grantorto e San Giorgio in Bosco. Da martedì 17 dicembre è possibile partecipare a un avviso di selezione che individuerà 35 persone in ciascuna delle due aree (quindi 70 in totale) che saranno avviate ad un percorso formativo - con tirocinio ed esame finale - che darà accesso all’albo intercomunale dedicato a Tutor dei compiti e Babysitter. Un Albo che offrirà ai genitori la garanzia di un servizio di qualità e certificato.

Il percorso

Il percorso, di 90 ore per i/le babysitter e di 65 ore per i/le tutor dei compiti, si svolgerà tra marzo e maggio 2020 e prevede lezioni sullo sviluppo psicofisico del bambino nella varie fasce d’età, nozioni di alimentazione, igiene e malattie, prevenzione agli infortuni e sicurezza domestica, nonché laboratori attivi su gioco e tecniche di animazione, cenni di pronto soccorso pediatrico e normativa sul rapporto di lavoro. Saranno forniti gli strumenti per impostare correttamente la comunicazione educativa con il bambino e la famiglia ed attenersi a adeguata deontologia professionale e verranno affrontate con i partecipanti le loro aspettative, talenti personali e motivazioni. E’ inoltre prevista un’esperienza di tirocinio sul campo di 40 ore in servizi pertinenti. Partecipando ad almeno il 90% delle ore di lezione e al 100% delle ore di tirocinio, e superato l’esame finale, verranno inseriti/e nell’Albo intercomunale dei/delle Babysitter e dei Tutor dei compiti, che sarà pubblicato e diffuso entro la metà di luglio nei portali degli enti.

I commenti

Spiega Cristina Cavinato, assessore al sociale di Piazzola sul Brenta: «Abbiamo voluto riproporre questo percorso formativo, già sperimentato nel 2017-18 con Jonathan Cooperativa Sociale, perché i risultati della prima edizione sono stati più che soddisfacenti. Nei primi 23 mesi dalla pubblicazione dell’Albo infatti, ben 173 famiglie hanno trovato il supporto di babysitter e/o tutor dei compiti e 325 bambini e bambine sono stati seguiti da persone qualificate ed esperte con cui è stato possibile instaurare una relazione di fiducia». Aggiunge Raffaella Grando, assessore al sociale del Comune di Carmignano di Brenta che grazie al Bando Regionale "Alleanze Territoriali per la Famiglia" sta collaborando con Cittadella, Fontaniva Galliera Veneta, Gazzo, Grantorto e San Giorgio in Bosco: «Di fronte a questi dati, anche la nostra Alleanza di Comuni ha deciso di investire su questo servizio. Questo progetto risponde a una duplice esigenza: formare persone del territorio (in particolare giovani e madri in cerca di occupazione), rendendole più spendibili sul mercato del lavoro e, al contempo, fornire un servizio altamente professionale alle famiglie, mettendole nella posizione di poter affidare in serenità i propri figli a persone competenti e affidabili e di conciliare il tempo lavoro con il tempo famiglia».

Come partecipare

Le persone interessate a partecipare ed in possesso dei requisiti richiesti dal bando (maggiore età, cittadinanza europea o permesso di soggiorno, nessuna condanna penale, ecc.), dovranno presentare la propria candidatura, unitamente alla copia di un documento di identità valido e al proprio curriculum vitae, entro il 31 gennaio 2020 via e-mail all’indirizzo tatatu@jonathancoop.com, con oggetto "Candidatura Ta.Ta.Tu". Verrà richiesto un contributo a parziale copertura delle spese dell’intero percorso (formazione teorico pratica, tirocinio e tutoraggio) e dell’inserimento del profilo nell'Albo che verrà costantemente aggiornato, promosso e riproposto alla cittadinanza. L’importo è di 170 euro per Babysitter e 145 euro per Tutor dei compiti. Ciascuna cordata di Comuni ha a disposizione una borsa studio (di 50 euro) che verrà assegnata alla candidata con i seguenti requisiti: donna over 35, al di fuori del mercato del lavoro da più di 4 anni, che abbia ricevuto la migliore valutazione secondo i criteri di selezione (in caso di pari merito di requisiti tra due candidate, verrà scelta la candidata con Isee inferiore). I requisiti di partecipazione, il programma formativo e criteri di selezione sono consultabili nell’Avviso di Selezione, scaricabile nei portali degli enti partner dell’iniziativa e su www.jonathancoop.com/tatatu-2020. Per informazioni: cell. 389 1094562 e-mail tatatu@jonathancoop.com

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alzheimer, tra le cause anche la scarsa energia cellulare provocata da mitocondri "difettosi"

  • Come diventare tecnico radiologo

  • Mezzo milione di euro per le matricole scientifiche: la donazione dell'ing. Nalini all'università

  • Studentessa in quarantena discute dottorato da Wuhan via Skype

  • Per aiutare le persone con disabilità: 50 nuovi volontari grazie al Servizio Civile Universale

  • Defibrillatori nelle scuole superiori della provincia: ecco dove sono presenti

Torna su
PadovaOggi è in caricamento