rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Formazione

Scuola, alla Randi parte il progetto Agorà

L'istituto di via Piave 23 realizza un piano nel giardino della scuola per potenziare l’offerta formativa rivolta agli alunni e alle famiglie

La scuola primaria Francesca Randi si distingue ormai da quattro anni per aver aderito al “Modello di Scuola Senza Zaino”. Tale approccio si caratterizza per una didattica attiva che viene portata avanti dalle docenti opportunamente formate in classi dall’aspetto innovativo, multimediale e laboratoriale. Ed è proprio all’interno dei tre pilastri del movimento Senza Zaino, Comunità, Ospitalità, Responsabilità, che si colloca l’idea di Agorà.

Agorà

Il progetto Agorà (che porta il significativo nome della piazza nell’antica Grecia) poggia le fondamenta nello spirito educativo della scuola e trova la sua espressione nell’attiva collaborazione fra genitori e insegnanti impegnati in una radicale riqualificazione del giardino della scuola che assumerà il ruolo di luogo in cui vivere la propria comunità e compiere determinanti esperienze educative e didattiche. L’idea progettuale è quella di creare zone dedicate a tematiche diverse: l’orto, la tettoia con tavoli, un’area con panchine per momenti di dialogo, una piastra sportiva attrezzata e tanto ancora. Nelle prossime settimane inizierà il vero e proprio studio di fattibilità per capire quali interventi, anche strutturali, dovranno essere fatti e cosa sarà possibile creare.

L'idea

Ma perché questa idea? La scuola Senza Zaino è una scuola in movimento, in crescita e in espansione. Pensare di potenziare l’offerta formativa di tale approccio con uno spazio esterno sembra alle insegnanti qualcosa di attuale, di vero e reale in risposta anche ai tempi che stiamo vivendo, ma anche qualcosa di unico nel suo genere.
La scuola Randi non si fermerà solo a questo. Il Modello Senza Zaino porta da sempre avanti l’idea della “bottega dell’artigiano” ossia il concetto pedagogico basato sul “vedere come si fa”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, alla Randi parte il progetto Agorà

PadovaOggi è in caricamento