Università

Università, il Bo scala ancora la classifica internazionale

Rispetto alla precedente edizione migliora il proprio posizionamento rientrando nella fascia che comprende gli atenei tra il 201° e il 250° posto a livello mondiale e passando dal quinto al quarto posto in campo nazionale

Il Bo

Il Bo sale di posizione a livello mondiale. È stata pubblicata oggi mercoledì 2 settembre la classifica delle migliori università del mondo elaborata dall’agenzia di ranking internazionale Times Higher Education (THE), una delle più prestigiose a livello internazionale. Rispetto alla precedente edizione, l’Università di Padova migliora il proprio posizionamento rientrando nella fascia che comprende gli Atenei tra il 201° e il 250° posto a livello internazionale e passando dal quinto al quarto posto in campo nazionale.

La classifica

La qualità del risultato va valutata anche alla luce del fatto che, rispetto allo scorso anno, è aumentato il numero di atenei valutati passando da 1.527 a 1.662 a livello mondiale e da 49 a 51 a livello nazionale. Per l’elaborazione del proprio ranking, THE indaga cinque dimensioni: didattica, ricerca, impatto/citazioni, proventi da imprese e internazionalizzazione. Al tale riguardo, l'Università migliora il punteggio complessivo ottenuto dalla somma dei 5 indicatori, facendo segnare, in particolare, un importante aumento per la didattica dove l’Ateneo guadagna 15 posizioni passando dal 207° al 192° posto, per la ricerca dove l’Ateneo guadagna 12 posizioni passando dal 320° al 308°, e per le citazioni dove l’Ateneo guadagna 11 posizioni passando dal 289° al 278° posto. Per i proventi da impresa, pur partendo da una posizione complessiva particolarmente critica, si osserva un encomiabile miglioramento che fa ben sperare per il futuro con un guadagno di 64 posizioni passando dal 780° al 716° posto. Meno positivo rimane, invece, l’ambito dell’internazionalizzazione dove, nonostante il miglioramento del punteggio ottenuto e originato, in particolare, dall’aumentata percentuale di studenti stranieri, il nostro Ateneo è arretrato dal 616° al 642° posto.

Vidotto

«Questi esiti – spiega il Prof. Giulio Vidotto, Coordinatore della Commissione Ranking – confermano l’impegno mostrato nel sessennio in Ateneo; impegno che ha portato a un miglioramento complessivo di tutti gli indici considerati da THE e, in particolare, ha permesso di risalire dalla posizione in fascia 301-350 occupata nel 2016 con 844 atenei valutati all’attuale posizione in fascia 201-250 con 1662 atenei valutati. Questi risultati confermano il valore dei programmi avviati in questi sei anni a sostegno della qualità della ricerca e della didattica evidenziando anche la cresciuta capacità di attrarre fondi e finanziamenti dal mondo dell’impresa. Sul versante dell’internazionalizzazione, data la sempre più forte competizione a livello globale, occorrerà sicuramente riflettere in termini progettuali per continuare a investire in modo mirato aumentando le collaborazioni internazionali e favorendo l’aumento della presenza di studenti e ricercatori provenienti da tutte le parti del mondo».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università, il Bo scala ancora la classifica internazionale

PadovaOggi è in caricamento