rotate-mobile
Università

A due ricercatori padovani il premio dei leader della conoscenza. Medaglie per Lucatello e Sperduti

Menzione anche per Maurizio Bertollo, docente dell'Università’ di Chieti con con diverse collaborazione in piedi con il Bo

Ci sono anche due ricercatori padovani fra i 40 Italian Knowledge Leader premiati al Politecnico di Milano da Convention Bureau Italia e Enit – Agenzia nazionale del turismo: il prestigioso riconoscimento è andato a Sara Lucatello, vicepresidente dell’Eas European Astronomical Society e ad Alessandro Sperduti, senior member dell'Ieee, associazione internazionale di riferimento per la ricerca accademica in ambito tecnologico. Premiato anche Maurizio Bertollo, Presidente della Federazione Europea di Psicologia dello sport  Professore ordinario presso l’Università G. d’Annunzio di Chieti-Pescara, con incarichi e collaborazioni a Padova.

L'evento

L’evento annuale Italian Knowledge Leaders, arrivato alla sua seconda edizione, premia gli opinion leader – docenti universitari, ricercatori, medici, professionisti - che si sono distinti come “ambasciatori del capitale intellettuale” del nostro Paese. Grazie alla forte sinergia tra Padova Convention Bureau (ente di promozione turistica e congressuale con socio maggioritario la Camera di Commercio) e Padova Congress (il nuovo centro congressi cittadino) Padova sta velocemente scalando le classifiche delle città più interessanti e più spesso utilizzate per i congressi associativi internazionali, essendo in classifica la prima tra le città non capoluoghi di Regione, settima nella classifica italiana, superando Venezia all’ottavo posto. Le candidature di Lucatello, Sperduti e Bertollo, accolta da Enit e Convention Bureau Italia, sono state proposte in collaborazione con Padova Convention Bureau Padova e Padova Congress, come riconoscimento del loro impegno non solo nell’ambito della ricerca, ma anche al servizio della comunità accademica e del territorio.

L'attività

L’attività di Sperduti e del suo team, grazie a un lavoro di squadra con Padova Convention Bureau e Padova Congress, è stata fondamentale per portare a Padova nel luglio scorso il Ieee Wcci 2022– World Congress on Computational Intelligence, alla presenza di 1800 partecipanti da oltre 70 paesi per sette giorni di lavori congressuali presso il nuovo centro congressi. Il Professor Bertollo è stato premiato per il convegno europeo Fepsac, svoltosi a Padova a luglio 2022, con oltre 800 partecipanti. L’impegno di Lucatello è stato decisivo per l’aggiudicazione del congresso internazionale della società “European Astronomical Society - EAS” previsto a Padova Congress dall’1 al 5 luglio 2024.

I premiati

Lucatello e’ astronoma presso Inaf - Osservatorio astronomico di Padova, struttura di ricerca dell’Istituto nazionale di Astrofisica. La sua attività’ scientifica si focalizza sugli studi spettroscopici delle popolazioni stellari, sulla formazione della Via Lattea a sull’uso di big data in astronomia. E’ autrice di piu’ di 150 pubblicazioni su riviste internazionali. Da sempre impegnata sui temi dell’inclusione e della diversity nella ricerca scientifica, dal 2018 è vicepresidente della Società Astronomica Europea. Professore ordinario presso il Dipartimento di Matematica``Tullio Levi-Civita’’ dell'Università di Padova, Sperduti è stato precedentemente professore associato e ricercatore presso l'Università di Pisa. Insignito nel 2000 del premio Mario Somalvico dell’Associazione Italiana di Intelligenza Artificiale, è autore di oltre 250 pubblicazioni e uno dei suoi principali interessi di ricerca riguarda l’apprendimento automatico, con particolare riferimento alle reti neurali e al deep learning. Oltre ad essere general chair del Ieee WcciE 2022, Sperduti è stato membro di molti comitati di programma di conferenze internazionali.

Bertollo

Bertollo è Professore ordinario di scienze dell’esercizio fisco e dello sport, presso l’Università G. d’Annunzio di Chieti-Pescara, Dipartimento di Medicina e Scienze dell'invecchiamento, ed è Direttore del centro di ricerca Behavioral Imaging and Neural Dynamics. Presso la stessa Università è delegato del Rettore per la internazionalizzazione. Attualmente è anche Professor of Human performance presso La University of Suffolk ad Ipswich, UK, ed è Presidente della Federazione Europea di Psicologia dello sport (FEPSAC). Negli ultimi anni è stato il consulente scientifico del Comitato Olimpico Rumeno per le Olimpiadi di Tokio ed è il presidente della commissione scientifica della Federazione ciclistica italiana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A due ricercatori padovani il premio dei leader della conoscenza. Medaglie per Lucatello e Sperduti

PadovaOggi è in caricamento