Ritorno “al passato”: riaprono le porte di molte biblioteche e aule studio dell'Università di Padova

L'accesso e la permanenza nei locali per attività di studio e consultazione dei testi possono avvenire esclusivamente mediante prenotazione attraverso l'app Affluences

Non solo prestito o consultazione: alcune biblioteche Unipd ora riaprono anche allo studio personale di studentesse e studenti, nel rispetto delle misure di sicurezza indicate nel documento di Ateneo “Protocollo per il contrasto e il contenimento del virus Sars Cov-2”.

Biblioteche riaperte

Già da lunedì 22 giugno hanno riaperto le porte la biblioteca di Geografia, Scienze economiche e aziendali ed Emeroteca di Ca' Borin (con l'esclusione degli spazi di Geografia), la biblioteca medica "Vincenzo Pinali" e, con orari ampliati, la biblioteca centrale di Ingegneria (sede centrale) e la biblioteca di Scienze del farmaco. Dal 29 giugno, inoltre, studentesse e studenti Unipd potranno fermarsi a studiare anche nella biblioteca Beato Pellegrino di Studi letterari, linguistici, pedagogici e dello spettacolo, e in quella di Agripolis "Pietro Arduino". L’accesso e la permanenza nei locali per attività di studio e consultazione dei testi possono avvenire esclusivamente mediante prenotazione attraverso l'app Affluences, così da poter garantire la distanza fisica necessaria alla sicurezza. Prima di recarsi in biblioteca è necessario compilare una dichiarazione per l'accesso alle strutture universitarie. Ulteriori informazioni su giorni, orari e modalità di apertura delle singole biblioteche sono disponibili a questo link.

Aule studio

Oltre alle biblioteche ritornano ad aprirsi anche le porte di alcune aule studio: ad “anticipare i tempi” ci hanno pensato quelle dell'Arcella (dal 16 giugno) e del Centro Universitario Padovano (dal 22 giugno), mentre l'aula studio Marsala riaprirà lunedì 29 giugno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Discussione online della tesi per laureande e laureandi: la decisione dell'Università di Padova

  • “Non solo Giotto. Le origini dell’arte moderna a Padova”: i webinar-tour alla scoperta delle meraviglie cittadine

  • Bilancio di genere del Bo: nessuna docente ordinaria donna a Medicina

  • Tra le prime 250 al mondo nell'area Business & Economics: nuovo traguardo per l'Università di Padova

  • Lezioni all'aperto per i bambini di Abano grazie al Network Euganeo

  • Ammessi all’accademia teatrale Carlo Goldoni, la formazione dei giovani attori è a distanza

Torna su
PadovaOggi è in caricamento