Operazione "Più Alberi": raccolte già più di 700 tessere, tutte le informazioni utili

L’iniziativa messa in campo per riportare il verde in città: al terzo conferimento di rifiuti effettuato da un cittadino presso le stazioni ecologiche, AcegasApsAmga, insieme a Comune di Padova e a Etifor, pianterà per lui un nuovo albero, in due aree verdi del territorio

Da inizio anno si è assistito ad un generale incremento degli accessi ai centri di raccolta padovani rispetto al 2018. In particolare da gennaio a giugno, si sono registrati oltre 36 mila accessi, un trend in aumento rispetto allo stesso periodo nel 2018, anche grazie all’iniziativa “Operazione Più Alberi”, che mira a voler rendere Padova più green e sostenibile.

Le tessere

L’iniziativa, lanciatalo scorso 21 marzo da AcegasApsAmga in collaborazione con Comune ed Etifor, prosegue con oltre 700 le tessere raccolte, che corrispondono a 700 nuovi alberi. Ciò dimostra la forte sensibilità dei padovani verso il progettoche permetterà di incrementare il patrimonio arboreo in città, con  importanti benefici per la qualità delle vita delle persone. Ai cittadini che per tutto l’anno si recheranno in una delle quattro stazioni ecologiche della città o presso il centro di raccolta mobile allestito mensilmente ai Sabati Ecologici all’Arcella, sarà consegnata una tesserina punti relativa all’operazione, timbrata ad ogni accesso dagli operatori. Al raggiungimento del terzo conferimento di rifiuti effettuato da un cittadino, verrà piantato un nuovo albero in città, nelle aree di Mortise e Cavalcavia Chiesanuova.

Padova O2

L’Operazione Più Alberi rientra nel più ampio programma di riforestazione urbana “Padova O2”, promosso dal Settore Verde, Parchi e Agricoltura Urbana del Comune di Padova, in collaborazione con Etifor, spin-off di ricerca e sviluppo dell’Università di Padova. Il programma prevede un fitto piano di piantumazioni, che porterà migliaiadi nuovi alberi in otto diverse zone del territorio. L’Operazione Più Alberi e tutto il programma “Padova O2” è visibile sul sito WOWnature.eu, gestito da Etifor. All’interno della piattaforma, i cittadini potranno anche scegliere di contribuire concretamente alla riforestazione urbana della città, sostenendo direttamente alcune aree verdi, scegliendo la specie da piantare e la zona della città in cui costruire nuove foreste, "adottando" l’albero e seguendo gli sviluppi dei lavori.

Raccolte stradali

I centri di raccolta nascono allo scopo di integrare le raccolte stradali, permettendo di conferire quelle tipologie di rifiuti che, per le loro caratteristiche, richiedono una diversa gestione e raccolta. Si tratta infatti per lo più di materiali che contengono sostanze estremamente inquinanti e dannose per l’ambiente, se non preziose e quindi riciclabili: è quindi importante non disperderli o evitare di conferirli nei contenitori per l’indifferenziato. Una soluzione pratica può essere quella di conservare i diversi materiali (es: tenere l’olio esausto in una bottiglia o raccogliere insieme gli spray consumati in spazi come uno sgabuzzino, sotto il lavandino o il vano contatori) e consegnarli tutti in una volta quando se ne siano raccolti molti, evitando così il disagio di doversi recare troppo spesso al centro.

I centri dove portare i rifiuti

Conoscere il corretto conferimento dei rifiuti urbani è sempre possibile grazie all’app Il Rifiutologo, disponibile per il download gratuito su tutti i supporti mobili Android e Apple, con indicazione anche dei rifiuti da consegnare nei centri di raccolta. Per una consultazione immediata però, ecco di seguito un elenco alcune dei rifiuti tipicamente conferibili ai centri di raccolta presenti sul territorio: RAEE (rifiuti elettrici ed elettronici), lampade e lampadine, legno, rifiuti ingombranti, metalli, oli alimentari e minerali, rifiuti derivanti da stampanti (toner, cartucce, nastri, ecc), contenitori con etichette riportati il simbolo di materiali pericolosi (vernici, solventi, deodoranti spray, ecc), materiali inerti e sanitari.

Vademecum

Sul territorio comunale sono presenti 4 centri di raccolta distribuiti capillarmente in città. L’Operazione è valida in uno qualunque dei seguenti Centri:

Guizza: via Pontedera – aperto da martedì a venerdì dalle 12.00 alle 16.00; sabato dalle 8:30 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 18.30; domenica dalle 8.30 alle 15.00

Euganea: via Montà, 29 – aperto da martedì a venerdì dalle 12.00 alle 16.00; sabato dalle 8:30 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 18.30; domenica dalle 8.30 alle 15.00

Stanga: via Corrado, 1 – aperto da martedì a venerdì dalle 12.00 alle 16.00; sabato dalle 8:30 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 18.30; domenica dalle 8.30 alle 15.00

ZIP: corso Stati Uniti, 5 – aperto da martedì a venerdì dalle 11.00 alle 16.00; sabato dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30; domenica dalle 8.30 alle 16.00

Potrebbe interessarti

  • Via libera all'assunzione di 500 giovani medici: la rivoluzionaria scelta della Regione Veneto

  • Ferragosto da bollino rosso sulle autostrade venete: giorni di traffico intenso

  • Dal melanoma alla gravidanza: la testimonianza di Teresa, fanatica della tintarella

  • Al top in Italia e nel mondo: Università di Padova al 160esimo posto su 20mila atenei valutati

I più letti della settimana

  • Ferragosto, fuochi in Prato, musei aperti, feste e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Ferragosto di sangue: lo schianto in autostrada è violentissimo, muore a 22 anni

  • Si schianta contro un platano a 300 metri da casa: muore un centauro di 28 anni

  • Via libera all'assunzione di 500 giovani medici: la rivoluzionaria scelta della Regione Veneto

  • Tentato stupro vicino alla sagra: strattonata e trascinata da due uomini verso un vicolo

  • Spaventoso incidente al semaforo: tre feriti, due sono bambini. Auto distrutte

Torna su
PadovaOggi è in caricamento