Green

Festival dei giardini aperti, un'occasione per conoscere chi (e come) cura il verde privato

Il 25 e il 26 settembre i visitatori potranno accedere ad aree private o abitualmente inaccessibili come i chiostri di Santa Giustina, del Santo o di alcuni tra i palazzi storici più o meno noti di Padova, fino alle ville e residenze con interessanti e curiose collezioni di piante

Prendi 40 giardini, tutti belli, tutti diversi, con proprietari disponibili e accoglienti, siano privati o istituzioni. Prendi 120 giovani e giovanissimi volontari, curiosi, interessati alla bellezza e desiderosi di condividere un’esperienza, con l’impegno di custodire gli spazi verdi. Prendi altri 20 volontari, in uscita da laboratori e workshop di sviluppo delle competenze, che ora costituiscono un vero team per la realizzazione dei materiali di comunicazione, dai gadget autoprodotti con fabbricazione digitale, fino a foto, video e la redazione social. Prendi 15 enti, dal Comune al Terzo Settore, passando per Università, associazioni culturali, festival e gruppi informali, con la voglia di misurarsi in un progetto che accende la comunità. Prendi la quiete di un angolo fiorito, la musica di un piano, l’intensità di una poesia o la meraviglia per una danzatrice volante. Prendi una Città d’Arte capace di rivelarsi ancora una volta in un modo sorprendente e miscelando il tutto in una esplosione di vita e colori e nasce la 4^ edizione di Anime Verdi – festival di giardini aperti.

25 e 26 settembre

I prossimi 25 e 26 settembre Padova diventa un unico grandissimo giardino in cui i visitatori potranno riconoscersi dal braccialetto di libero accesso ad aree private o abitualmente inaccessibili come i chiostri di Santa Giustina, del Santo o di alcuni tra i palazzi storici più o meno noti di Padova, fino alle ville e residenze con interessanti e curiose collezioni di piante. Dopo il successo delle prime 3 edizioni, il 4° Anime Verdi estende il programma di appuntamenti collaterali, volti a valorizzare ancor più l’esperienza di visita di alcuni giardini e al tempo stesso di favorire la conoscenza di un prezioso circuito di giovani artisti che hanno pensato a performance site-specific, oltre al programma che li mette anche in relazione con ospiti e gruppi già strutturati, come il poeta Franco Arminio e i Vertical Waves Project.

Il festival

Il Festival, promosso dalla cooperativa Il Raggio Verde con il Comune di Padova – Gabinetto del Sindaco e Ufficio Progetto Giovani, Università di Padova, Centro di Servizio per il Volontariato di Padova e Rovigo e associazione Xena vede inoltre la collaborazione diFestival Solidaria, Gruppo Giardino Storico Università di Padova, Società Amici del Giardinaggio di Padova (Garden Club), Il Giardino Segreto, Bartolomeo Cristofori Piano Festival, Orchestra Nova Symponia Patavina, Scuola Martin Eden, Corollario, Bettin Pianoforti, Tumbo, La Fiera delle Parole, e Artemartours, oltre che, naturalmente, dell’insostituibile disponibilità di istituzioni e cittadini proprietari dei giardini.

Info

Per informazioni sugli eventi e acquisto dei pass d’ingresso è possibile accedere al sito www.animeverdi.it o rivolgersi all’InfoPoint sito in Piazza delle Erbe 52, aperto tutti i giorni dalle 17 alle 19.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festival dei giardini aperti, un'occasione per conoscere chi (e come) cura il verde privato

PadovaOggi è in caricamento