menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Golf, la Montecchia lancia il progetto “Pet Friendly” per giocare coi propri cani al seguito

L’iniziativa del gruppo PlayGolf54 riguarderà le nove buche del “percorso verde” del rinomato campo ai piedi dei Colli Euganei

I tre principi fondamentali del golf? Praticare uno sport completo, stare in compagnia e rilassarsi nella natura. E farlo coi propri amici a quattro zampe al seguito renderebbe tutto ancor più magico. Anzi, lo rende. Perché ora si può: il Golf della Montecchia diventa pet-friendly.

L’iniziativa

Il gruppo PlayGolf54 (che include anche il Golf Frassanelle e il Galzignano Terme Golf Course) ha difatti individuato nel percorso dedicato al “Caso Studio del Biogolf” del Golf della Montecchia il contesto ideale per questo esperimento, tanto che le 9 buche sinora chiamate “Percorso Giallo” sono già state ribattezzate “Percorso Verde”.

L’esperimento

Un giro completo delle 9 buche significa passeggiare per circa due ore percorrendo oltre 3km, è perciò fondamentale per un golf club preservare e migliorare le risorse naturali che gli sono affidate. Anche per questo motivo il progetto Pet Friendly esordirà con una fase sperimentale per testare l’adeguatezza del “Codice di comportamento” che prevede poche semplici regole come la registrazione dell’animale domestico all’arrivo (chippato e in regola con gli obblighi sanitari) che consentirà poi il libero accesso non solo al neo-rinominato Percorso Verde ma anche al campo pratica e ai viali di accesso, oltre che al bar e alla terrazza ristorante. Il proprietario dovrà quindi aver cura di dotarsi di acqua, guinzaglio e sacchettini igienici e sarà responsabile della buona educazione del piccolo ospite, che dovrà godersi la passeggiata senza disturbare gli altri giocatori e in alcun modo la fauna locale.

Il “Percorso Verde”

Il Percorso Verde del Golf della Montecchia ben si presta per questa nuova iniziativa del PlayGolf54, poiché è il primo tentativo di manutenzione totalmente biologica di un percorso di golf. Il progetto, avviato nel gennaio 2015, è condotto in collaborazione con l’Istituto per il Credito Sportivo, la Federazione Italiana Golf, Golf Environment Organisation, Legambiente, Federparchi e Fondazione Univerde e il supporto scientifico delle Università di Bologna, Pisa, Padova e Torino. Anche grazie a questo studio il Golf della Montecchia si è visto confermare la Certificazione ambientale GEO e ha ottenuto nel 2018 il prestigioso Premio mondiale ”IAGTO Sustainability Awards” a Cannes.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Il neo Presidente Masin: «Natura e turismo, così immagino il Parco Colli. Essere cacciatore non è in antitesi con questo ruolo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento