Poker servito: inaugurati altri quattro boschi urbani a Padova

A Ponte di Brenta, Torre, Pontevigodarzere e nel quartiere Arcella

Il bosco urbano di Pontevigodarzere

Per Padova si profila un futuro davvero "green": nuove messe a dimora "collettive" di alberi promosse dal Comune di Padova ed Etifor con il progetto "Padova O2 - Riforestiamo la città".

Boschi urbani

Ben quattro i boschi urbani inaugurati sabato 7 dicembre in tutto il territorio: primo appuntamento a Ponte di Brenta, poi Torre, quindi Pontevigodarzere (all’interno della grande rotonda ex Saimp) e infine Arcella, dove sono state messe a dimora le prime piante in via Annibale da Bassano vicino all’intersezione con il cavalcavia Camerini. Raggiante Chiara Gallani, assessore al verde, parchi e agricoltura urbana: «Padova continua il suo percorso di riforestazione, puntando su uno sviluppo sostenibile del territorio ed attivando energie e risorse vitali tra la società civile. Un merito importante di queste iniziative è infatti la loro capacità di coinvolgere i residenti in un’attività capace di creare comunità rafforzando i legami con il territorio sulla base di una rinnovata sensibilità ambientale».

Boschi Urbani 2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cercasi 700 comparse per la fiction Rai ambientata a Padova: al via i casting per “L’Alligatore”

  • Vive in casa con il cadavere del fratello, morto da tre mesi: dramma nella Bassa Padovana

  • Si fa accreditare oltre 11mila euro cambiando l'Iban sulla fattura, ma il trucco online viene scoperto

  • Dramma lungo la ferrovia: trentenne muore sotto il treno vicino alla stazione

  • Vede lo scooter a bordo strada, non si accorge dell'uomo a terra e lo travolge: un morto

  • Fuggi fuggi all'Ikea: scatta l'allarme antincendio, negozio evacuato a tempo di record

Torna su
PadovaOggi è in caricamento