Lunedì, 17 Maggio 2021
life

Ozono, Legambiente: "Padova ad un passo dal superamento dei limiti"

L'associazione ambientalista avvisa: "La città entrerà nell'illegalità: nei prossimi giorni superato il limite stabilito di sforamenti per la protezione dall'ozonO"

Il valore limite per la protezione della salute umana dall’ozono è di 120 microgrammi per metro cubo d’aria al giorno  da non superarsi per più di 25 giorni l’anno. Ad oggi, 19 luglio 2014 - dichiara Lucio Passi, portavoce di Legambiente Padova - il limite è stato superato per 24 giorni dall’inizio dell’anno.  Cosa che lo scorso anno e avvenuta  molto più tardi, nella prima settimana di agosto. Domani o dopo domani la qualità dell’aria di Padova sarà nell’illegalità.

A FEBBRAIO: INQUINAMENTO AI MINIMI STORICI

SUPERAMENTO. Il valore obiettivo per la protezione della salute umana, fissato dal Dlgs 183/04, in vigore dal 2010, viene calcolato rispetto alla soglia dei 120 μg/m3, da non superare per più di 25 giorni per anno civile come media su 3 anni. Nel triennio 2010-2012 le media annua è stata di 81 superamenti, più di tre volte del limite di 25 giorni fissato per legge. Tale superamento nel triennio scorso avrebbe dovuto portare la Regione e il Comune di Padova  ad attivare, azioni mirate per ridurre l’inquinamento da ozono: (limitazione della circolazione ad esempio) come prescrive il Dlgs 183/04 che all’articolo 3 impone che si adotti un piano al fine di non superare i valori per la protezione della salute umana..  Azioni di cui non abbiamo visto traccia.

MASSICCIO TRAFFICO. “L’Ozono è il contraltare dell’inquinamento da polveri sottili dei mesi più freddi. Entrambi sono un problema cronico, causato dal massiccio traffico veicolare. Di fonte a questi dati, anche indipendentemente dalla Regione, il Sindaco deve adottare concrete misure e politiche di contrasto. E’ indispensabile intraprendere in modo urgente azioni strutturali sulla mobilità urbana, disincentivando seriamente il traffico privato e promuovendo modalità sostenibili di trasporto di persone e merci, a partire dal potenziamento del trasporto pubblico sostenuto dal pedaggio urbano (il cosiddetto ecopass o area “C”). Solo così si potrà davvero combattere l’inquinamento atmosferico, liberare i polmoni dei cittadini e le strade delle nostre città”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ozono, Legambiente: "Padova ad un passo dal superamento dei limiti"

PadovaOggi è in caricamento