menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inquinamento da polveri sottili: "Padova peggiora, 9 superamenti a febbraio"

Il report di Legambiente: Le condizioni meteo hanno rallentato, ma non fermato, la corsa del pm10 verso il limite di legge annuale di 35 giorni sopra i 50 microgrammi per metrocubo d'aria

Le condizioni meteo di febbraio hanno rallentato, ma non fermato, la corsa delle polveri sottili verso il limite di legge annuale di 35 giorni sopra i 50 microgrammi per metrocubo d’aria.

SUEPERAMENTI. "Nel mese che sta per terminare - dichiara Lucio Passi, portavoce di Legambiente Padova - abbiamo registrato 9 giorni di superamenti, meno degli 11 del 2015, ma più dei 3 del 2014 e degli 8 del 2013. Dal primo gennaio a giovedì, Padova ha registrato 29 giorni di sforamento del limite di legge del Pm10: esattamente un giorno su due d’aria inquinata. Analizzando i primi due mesi del 2016 e del 2015, rispettivamente con 29 e 32 superamenti, si evidenzia un peggioramento rispetto al biennio precedente, laddove nel 2013 si registrarono 15 giorni di superamento e 26 nel 2012".

AL COMUNE. "Ricordiamolo - continua Passi - nelle città, ed a Padova in particolare, la fonte principale delle polveri sottili è il traffico automobilistico ma, del cosiddetto blocco dei veicoli Euro 0 e Euro 1 (benzina e diesel) e Euro 2 diesel, foglia di fico del Comune. Nel contempo - conclude - l’amministrazione è assolutamente restia a parlare di provvedimenti strutturali, mentre è responsabile della perdita del 10% di utenza del trasporto pubblico, grazie ai tagli dovuti alla pessima gestione dell’unificazione con BusItalia. Non contenta si appresta ad approvare la 'variante al piano degli interventi', che, aumentando il consumo di suolo e l’edificazione, soprattutto nelle aree verdi, aumenterà ancora lo smog".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento