menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Padova nasce il laboratorio di ricerca per l'edilizia a consumo energetico zero

L'università vuole portare un contributo concreto al settore, rinnovando la sua offerta didattica attraverso un laboratorio nuovo, capace di sostenere la formazione e l'innovazione nel campo dell'edilizia sostenibile

Le normative internazionali hanno fissato obiettivi molto sfidanti per la nuova edilizia e per le ristrutturazioni degli edifici esistenti, imponendo il ripensamento profondo degli edifici in una logica di assorbimento di energia potenzialmente nullo. In particolare dal 2019 tutti i nuovi edifici dovranno essere “a consumo quasi zero”, che significa autosufficienti sul piano energetico. Impossibile? No, adottando le migliori tecnologie disponibili in fatto di involucro, impianti, controlli.

LA TECNOLOGIA. Un edificio nuovo fatto secondo la logica ZEB (Zero Energy Building) riesce da un lato a ridurre moltissimo il fabbisogno energetico, grazie a materiali prestanti e progetti impostati da subito per una gestione virtuosa, dall’altro a produrre l’energia di cui ha bisogno combinando la conversione dell’energia solare con il controllo termico con le pompe di calore. 
 
ZEBLAB. L’università di Padova vuole portare un contributo concreto al settore, rinnovando la sua offerta didattica, i suoi laboratori, la sua capacità di dialogo con le imprese, mettendo a disposizione un laboratorio nuovo, capace di sostenere la formazione e l’innovazione nel campo dell’edilizia sostenibile. ZEBLab, Zero Energy Building Laboratory, è il laboratorio per l’edificio a consumo quasi zero per l’edilizia competitiva, sostenibile, innovativa. Così ZEBLab coinvolge ingegneri edili, civili, energetici, elettrici, meccanici, chimici e dei materiali, elettronici ed economisti, psicologi, scienziati della comunicazione, perché un edificio ZEB declina in modo innovativo sotto ogni aspetto lo spazio vivibile. ZEBLab è un laboratorio permanente di edilizia sostenibile finalizzato alla progettazione, realizzazione e studio di un edificio sostenibile dal punto di vista energetico, ambientale e sociale. Il progetto è nato dal desiderio di un gruppo di studenti di partecipare alla competizione internazionale Solar Decathlon, rivolta alle università di tutta Europa, per la progettazione e successiva costruzione di abitazioni che siano autosufficienti dal punto di vista energetico e sostenibili dal punto di vista ambientale e sociale.

 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento