menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lo spazio di "Ultimo minuto bio" allestito alla Guizza

Lo spazio di "Ultimo minuto bio" allestito alla Guizza

"Ultimo minuto bio": a Padova biologico in scadenza venduto con il 70% di sconto

Inaugurato mercoledì nel punto vendita Bielò alla Guizza, parte come progetto pilota che intende allargarsi al territorio regionale e poi a livello nazionale. Se invenduti, i prodotti saranno donati alle mense popolari

Ogni settimana i consumatori potranno trovare negli appositi scaffali dedicati al progetto: frutta e verdura, prodotti da forno (crackers, grissini, biscotti e merendine…), farine, pasta, passata di pomodoro, succhi di frutta, alimenti vegani da frigo, yogurt, e tanto altro, in arrivo puntualmente nei punti vendita partner del progetto. La riduzione del costo toccherà anche il 70% di sconto rispetto al prezzo medio di mercato. L’iniziativa, chiamata "Ultimo minuto bio”, parte da Padova come progetto pilota ma intende allargarsi al territorio regionale e poi oltre, a livello nazionale.

ultimo minuto bio-2COME FUNZIONA. Voluta e organizzata dalle tre realtà venete consorzio Sefea-Società europea Finanza etica e alternativa, gruppo EcorNaturaSì spa, la più importante azienda di distribuzione di prodotti biologici in Italia, e la società agricola Kilometri Zero, è stata inaugurata mercoledì nel punto vendita Bielò di via santa Maria Assunta 48, alla Guizza. Nel dettaglio, il processo, studiato e definito da Sefea, prevede che EcorNaturaSì spa fornisca ai due punti vendita di Kilometri Zero (il già citato Bielò e Orto di Civrana, a Roncaglia di Ponte san Nicolò) la merce invenduta o con una scadenza ravvicinata, evitando così lo spreco e i relativi costi di smaltimento; il prezzo finale al consumatore include così esclusivamente i costi di gestione e di logistica del progetto.

DONAZIONE ALLE MENSE POPOLARI. Ma non finisce qui: i prodotti di “Ultimo minuto bio” invenduti nei due negozi patavini saranno alla fine donati alle mense popolari, ad associazioni o comunità del territorio. In questa fase di distribuzione sarà coinvolto anche un gruppo di giovani volontari universitari, resisi disponibili fin da ora per consegnare i beni alimentari alle varie realtà sociali che ne potranno così beneficiare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento