Quasi 10 tonnellate in quattro ore: record per il secondo sabato ecologico all'Arcella

I rifiuti ingombranti sono stati raccolti il 28 aprile in piazza Azzurri d'Italia: l'iniziativa verrà ripetuta in altre otto occasioni

Un sabato da record. Un 28 aprile da ricordare per il secondo appuntamento targato “Sabati Ecologici”, l’azione anti-degrado messa in campo da AcegasApsAmga e Comune di Padova per contrastare il fenomeno dell’abbandono di rifiuti ingombranti nelle vie cittadine: al centro di raccolta mobile allestito in piazzale Azzurri d’Italia, i cittadini, in particolare residenti nel quartiere Arcella, hanno dimostrato il proprio coinvolgimento per l’iniziativa, conferendo oltre 9 tonnellate di materiale in sole 4 ore.

I rifiuti

In prevalenza, legno, materassi, divani, poltrone e mobilio vario, televisioni, lavatrici, frigoriferi Raee (Rifiuti Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche), neon, pile e batterie. L’iniziativa, che rappresenta una delle azioni attivate in sinergia dall’Amministrazione Comunale e dalla Multiutility, fortemente impegnate nel garantire il decoro urbano e la pulizia della città, sarà un appuntamento fisso per tutto l’anno, ricorrendo ogni ultimo sabato del mese. «L'Arcella è particolarmente colpita dagli abbandoni dei rifiuti, perciò per il Comune è importante la presenza di AcegasApsAmga sul territorio - commenta l’assessora all’Ambiente Chiara Gallani - Siamo sicuri che tutti i padovani ci aiuteranno a contrastare gli abbandoni e mantenere decorso il quartiere più popoloso della nostra città».

Le prossime date

Il centro di raccolta mobile sarà allestito nuovamente sabato 26 maggio, dalle ore 9 alle ore 13, nel piazzale nel cuore dell’Arcella, dove gli operatori di AcegasApsAmga assisteranno i cittadini nella consegna di quelle tipologie di rifiuti che non possono essere conferite normalmente nei contenitori stradali dedicati alla raccolta differenziata, come ad esempio cellulari, computer, oggetti domestici vari, contenitori contaminati e olio alimentare. L’iniziativa, come detto, sarà un appuntamento fisso per tutto il 2018. Il centro di raccolta mobile sarà a disposizione dei cittadini ogni ultimo sabato del mese, in piazzale Azzurri d’Italia, dalle ore 9 alle ore 13 nelle seguenti date: 26 maggio, 30 giugno, 28 luglio, 25 agosto, 29 settembre, 27 ottobre, 24 novembre e 22 dicembre.

Centri di raccolta e servizio di ritiro a domicilio

Al di là dei Sabati Ecologici, si ricorda che i rifiuti ingombranti, elettronici, insoliti e pericolosi possono essere conferiti presso i quattro Centri di Raccolta gestiti da AcegasApsAmga, oppure prenotando al numero verde 800 955 988 il servizio gratuito per il ritiro a domicilio dei rifiuti ingombranti. Di seguito indirizzi e orari dei Centri di Raccolta:

Centro di Raccolta Guizza: via Pontedera – aperto da martedì a venerdì dalle 12.00 alle 16.00; sabato dalle 8:30 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 18.30; domenica dalle 8.30 alle 15.00

Centro di Raccolta Euganea: via Montà, 29 – aperto da martedì a venerdì dalle 12.00 alle 16.00; sabato dalle 8:30 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 18.30; domenica dalle 8.30 alle 15.00

Centro di Raccolta Stanga: via Corrado, 1 – aperto da martedì a venerdì dalle 12.00 alle 16.00; sabato dalle 8:30 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 18.30; domenica dalle 8.30 alle 15.00

Centro di Raccolta ZIP: corso Stati Uniti, 5 – aperto da martedì a venerdì dalle 11.00 alle 16.00; sabato dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30; domenica dalle 8.30 alle 16.00

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce dal garage con la Porsche e si maciulla una gamba: grave incidente per un assicuratore

  • Dramma nella Bassa: si è tolto la vita Stefano Farinazzo, sindaco di Casale di Scodosia

  • Tra incredulità e gioia: al ristorante Radici di Padova si presenta Martin Scorsese

  • Gioca 5 euro, ne incassa 500mila: colpaccio col "Gratta e Vinci" in provincia di Padova

  • Ristorante la sera, discoteca abusiva la notte: dopo il blitz stop ai balli

  • Gravissimo scontro tra un'auto e un camion: muore una donna di 52 anni

Torna su
PadovaOggi è in caricamento