In piazza Azzurri d'Italia, i sabati ecologici: "Togliti il peso dei rifiuti ingombranti"

Con questo slogan, comune e AcegasApsAmga, portano un centro raccolta mobile all'Arcella, con anche il fine di sensibilizzare i cittadini su quelli che sono i comportamenti da tenere

"Togliti il peso dei rifiuti ingombranti", è questo lo slogan dei sabati ecologici. L'iniziativa avrà inizio da sabato 31 marzo in piazza Azzurri d'Italia, nel quartiere dell'Arcella, e si ripeterà ogni ultimo sabato del mese..

Centro raccolta mobile

Sono Chiara Gallani, assessore all'Ambiente del Comune di Padova, e Giovanni Piccoli, responsabile Servizi Ambientali AcegasApsAmga, a presentare il progetto: "Si tratta di un centro di raccolta mobile, che l'ultimo sabato del mese, andrà direttamente in quartiere. Lo facciamo per aiutare nello smaltimento di quei rifiuti che non si possono conferire nei cassonetti della raccolta differenziata. Abbiamo scelto l’Arcella perché è il quartiere più distante dai centri di raccolta già esistenti. Non vogliamo solo offrire un servizio, ma sarà anche una un momento che ci permetterà di sensibilizzare e di informare i cittadini su come funziona il conferimento di apparecchiature ingombranti e di altri oggetti di cui ci si vuole disfare".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rifiuti ingombranti e nuove tecnologie

Troppo spesso, infatti, si notano vecchi elettrodomestici, oggetti vari e voluminosi, abbandonati vicino ai cassonetti. E poi c'è il problema dello smaltimento degli strumenti tecnologici, le batterie, monitor ecc... "Un problema - sottolinea Piccoli -  che si risolve soprattutto informando e sensibilizzando il cittadino. Si approfitta quindi di questa occasione, per poter offrire un servizio, certo, ma anche per trasferire informazioni riguardo ai comportamenti corretti da mettere in atto nel rispetto del bene pubblico e dei territori in cui viviamo". 

Le date

Sabato 31 marzo si comincia, per poi tornarci il 28 aprile, il 26 maggio, il 30 giugno e così via. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live - Nuovi contagi anche nel Padovano, Luca Zaia avverte: «C'è poco da scherzare»

  • Coronavirus, Zaia: «Siamo tornati da rischio basso a rischio elevato, lunedì inaspriamo le regole»

  • Coronavirus, Zaia: «Nuovi positivi e isolamenti, indicatori non buoni: siamo nella "fase limbo"»

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Rovesci e forti temporali in arrivo in tutto il Veneto: "allerta gialla" della Protezione Civile

  • Live - Aumenta l'indice di contagiosità, botta e risposta Zaia-Crisanti

Torna su
PadovaOggi è in caricamento