Mercoledì, 22 Settembre 2021
Green

Misure anti-smog, cambia il piano: stop alle euro 4 già da ottobre

I bollettini per decidere lo stato di allerta saranno 3 anziché 2. Parte il rafforzamento per ridurre l'inquinamento e la battaglia istituzionale contro i cambiamenti climatici, colpendo i mezzi che hanno più di dieci anni

Si è tenuto oggi 9 settembre in Provincia il primo incontro della stagione per le misure di contenimento dell’inquinamento atmosferico, che entreranno in vigore dal 1 ottobre fino al 30 aprile 2022, previste dalle recenti delibere regionali di marzo (nr 2382021 2 marzo 2021) e di fine agosto (nr 1089/ 2021 del 20 agosto), che costruiscono il nuovo "pacchetto regionale di misure straordinarie per la qualità dell'aria in esecuzione della sentenza del 10.11.2020 della Corte di Giustizia europea", che va ad integrare l'accordo padano, sottoscritto dalla Regione Veneto con il Ministero dell’Ambiente, le Regioni Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna, a seguito della nota sentenza di condanna europea. Come ogni anno verranno introdotte limitazioni nel campo dei trasporti, dell’agricoltura e del riscaldamento, con l’obiettivo di ridurre le emissioni inquinanti.

Stop Euro 4

Con il 2021, quindi le limitazioni si intensificano, dopo lo slittamento del blocco dei veicoli Euro 4 dell’anno scorso dovuto all’emergenza pandemica. Il Ttz di questa mattina aveva l’obbiettivo di condividere la delibera agostana e riepilogare la normativa regionale e di coordinare l’azione dei comuni della Provincia. Per 19 di essi, quelli parte dell'Agglomerato di Padova, la Regione ha specificato l'obbligo di ordinanza di limitazione su tutti i tre comparti, come anche per i Comuni sopra i 10.000 abitanti fuori agglomerato. Particolarmente significativo il fatto che nessun Comune abbia votato contrario all’introduzione delle limitazioni così come previste, con solo due astensioni, il comune di Piove di sacco e il Comune di Selvazzano. La prima riguarda l’emissione del bollettino PM10, che avverrà tre volte a settimana (lunedì, mercoledì e venerdì) e non più due come finora. Con tre bollettini settimanali anziché due, sarà più frequente lo scatto al livello di allerta. La seconda riguarda il blocco degli euro 4 già con il semaforo verde. Inizialmente prevista per il 2020 questa misura era stata posticipata per cause legate alla pandemia, mentre quest’anno entrerà in vigore. Non subito però: è infatti ancora in vigore il decreto dell’Unità di crisi regionale 1/2021 che blocca lo scatto di limitazione degli euro 4 durante il semaforo verde, ma non con arancio e rosso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Misure anti-smog, cambia il piano: stop alle euro 4 già da ottobre

PadovaOggi è in caricamento