Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Green

Dal 4 al 30 ottobre torna il concorso “Raccogliamo Miglia Verdi”

La sfida divertente di andare a scuola senza inquinare. Ogni partecipante infatti guadagnerà un miglio verde ogni volta che percorrerà questi tragitti in modo eco-compatibile, quindi a piedi, in bici, in autobus, oppure organizzandosi in modo che un genitore accompagni a scuola più alunni in auto

Una gara all’insegna della mobilità sostenibile, in cui gli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado (pubbliche e private) del Comune di Padova si sfideranno - dal 4 al 30 ottobre - “all’ultimo miglio verde”, ovvero nel percorre i tragitti da casa a scuola e da scuola a casa con mezzi di trasporto “puliti”.

Come funziona

Ogni partecipante infatti guadagnerà un miglio verde ogni volta che percorrerà questi tragitti in modo eco-compatibile, quindi a piedi, in bici, in autobus, oppure organizzandosi in modo che un genitore accompagni a scuola più alunni in auto (car-pooling). La classe che totalizzerà più miglia verdi vincerà. Questo in sintesi il concorso “Raccogliamo Miglia Verdi”, giunto alla diciassettesima edizione e capace di coinvolgere migliaia di bambini e bambine, ragazzi e ragazze. Sono loro, infatti, i protagonisti di questa iniziativa, nata per sensibilizzare i più giovani sull’importanza di muoversi (e vivere) in maniera sostenibile e responsabile.

Piedibus

Lo slogan di quest’anno è “1 piedibus + 10 bambini = 0 emissioni”, sulla base del quale alle classi partecipanti sarà proposto di realizzare delle cartoline informative sui percorsi sicuri casa-scuola per invitare genitori e compagni di scuola a intraprendere sempre più nuove esperienze di piedibus, bicibus e millepiedi, con cui si intede un gruppo di bambini che va a scuola insieme in totale autonomia, senza la presenza di adulti, che invece sono presenti nei più tradizionali piedibus. L’invito rivolto a tutti è di perpetuare l’esperienza del Concorso “Raccogliamo Miglia Verdi” durante l’intero anno scolastico, attivando percorsi casa-scuola presso la propria sede scolastica. Al termine della sfida, saranno premiate le sei classi più brave e più sostenibili (tre delle primarie e tre delle secondarie) così come la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado che complessivamente avranno raccolto il maggior numero di miglia verdi. In ogni caso, tutte le classi che avranno comunicato correttamente i dati finali riceveranno l’attestato di partecipazione con il calcolo della CO2 e del PM10 che gli alunni avranno contribuito ad evitare di produrre.

Gallani

La'ssessore comunale all'ambiente: «Il concorso Miglia Verdi è certamente un elemento inamovibile all’interno dell’offerta educativa in campo ambientale che da venti anni l’amministrazione mette a disposizione della comunità, attraverso l’ufficio Informambiente. L’esperienza di tutti questi anni ha dimostrato che agli alunni piace tantissimo partecipare a questa iniziativa perché hanno la possibilità di condividere il percorso casa-scuola e quindi chiacchierare, scherzare e ridere con i compagni all’aria aperta, senza doversi rinchiudere - spesso da soli - all’interno di un abitacolo come prima azione della giornata. In più l’impatto ambientale del loro impegno e di quello dei loro genitori è reale e concreto: lo scorso anno i quasi 1.500 partecipanti al concorso sono riusciti ad evitare che 10,5 tonnellate di anidride carbonica e 3 Kg di polveri sottili fossero immessi nell’aria che respiriamo. Un traguardo importante, a cui è associato anche un minor traffico nelle vie cittadine e un maggior benessere per tutti».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal 4 al 30 ottobre torna il concorso “Raccogliamo Miglia Verdi”

PadovaOggi è in caricamento