Cinque Comuni, e un solo grande portale: nasce "InfoFamiglia.it"

Sul nuovo portale dedicato alle famiglie e ai cittadini dei Comuni di Selvazzano Dentro, Cadoneghe, Rovolon, Saccolongo e Veggiano sarà possibile trovare tutte le informazioni su servizi, attività, agevolazioni ed eventi (pubblici e privati)

I sindaci che hanno sottoscritto l'intesa per la nascita del nuovo portale

A breve sarà on line “InfoFamiglia.it”: il nuovo portale dedicato alle famiglie e ai cittadini dei Comuni di Selvazzano Dentro, Cadoneghe, Rovolon, Saccolongo e Veggiano, dove sarà possibile trovare tutte le informazioni su servizi, attività, agevolazioni ed eventi (pubblici e privati) a disposizione di famiglie, bambini, giovani, adulti e anziani e di tutti i cittadini.

Il portale

Realizzato con il contributo della Regione Veneto nell'ambito del bando "Alleanze territoriali per la famiglia", questo portale è il frutto di quasi due anni di lavoro, durante i quali i rappresentanti dei 5 Comuni (con l’aiuto della cooperativa Jonathan per il supporto tecnico) si sono confrontati tramite tavoli di co-progettazione con i partner strategici del territorio (Enti del Terzo Settore, sindacati, associazioni di categoria, C.C.I.A.A., associazionismo locale, referenti del Casf Padova Ovest, istituzioni scolastiche). È in questo contesto che è nata l’idea di creare un unico spazio in cui far convergere e raccogliere tutte le iniziative per la famiglia, un portale dove il Cittadino possa trovare un’offerta completa e aggiornata. Ma la novità è che InfoFamiglia è stato pensato come uno spazio aperto, dove i diversi stakeholder, non solo le istituzioni, possano contribuire a condividere informazioni a carattere non-commerciale, utili a migliorare la vita delle famiglie e in generale della Comunità locale. È un esempio innovativo di una PA digitale che, tramite le nuove tecnologie e l’innovazione sociale, offre ai Cittadini nuovi canali di accesso alle informazioni, di interazione e collaborazione pubblico/privato e può garantire una maggiore trasparenza, accessibilità e fruibilità di dati e servizi. Tramite questa proposta le Amministrazioni Comunali si propongono diversi obiettivi strategici: promuovere il benessere delle famiglie del territorio; aumentare la conoscenza delle iniziative presenti, dei servizi e delle opportunità per il territorio; incrementare le connessioni tra i diversi attori del territorio per favorire rapporti di collaborazione; costruire e sviluppare reti di collaborazione per la famiglia tra diversi soggetti che operano sul territorio, aumentando il capitale sociale e il senso di Comunità.

PORTALE INFOFAMIGLIA.IT-2

Come funziona

Come funziona il portale? Per chi cerca un’informazione basterà visitare il portale all’indirizzo www.infofamiglia.it, aprire il motore di ricerca e formulare una ricerca libera per parola chiave, o una ricerca mirata selezionando un Comune o una categoria di utente (bambini, giovani, anziani, disabili, ecc.), oppure una tipologia di evento/servizio (attività, trasporti, servizi scolastici, sportelli di consulenza, bonus e agevolazioni, bandi, ecc.). Il portale fornirà tutte le risposte con tanto di geolocalizzazione sulla mappa (in modo da visualizzare la loro dislocazione nel territorio) e per ognuna offrirà una breve descrizione, completa di tutti i dati (orari, luoghi, modalità di accesso, costi, contatti, ecc.). Inserire un annuncio è altrettanto semplice: è necessario registrarsi fornendo pochi dati (il tutto richiede circa 3-5 minuti) e quindi inserire il proprio evento o servizio nell’apposito form, pensato per essere semplice e intuitivo e aiutare l’inserzionista a non tralasciare informazioni essenziali. È possibile anche caricare volantini, immagini o altre tipologie di documenti (moduli d’iscrizione, ecc.) e, volendo, lasciare informazioni utili a far conoscere la propria associazione o gruppo informale (come una breve descrizione delle proprie attività o i riferimenti al proprio sito o ai social network). Quali caratteristiche devono avere gli eventi/servizi che si possono inserire sul portale? Oltre a essere destinati alle famiglie, devono essere a carattere non commerciale (no a inserzioni pubblicitarie) non offensivi, discriminatori, ingannatori o comunque ambigui. Per evitare abusi, un moderatore per ogni Comune all’inserzione avrà il compito di approvare gli eventi del territorio di riferimento prima della pubblicazione. Il portale, nella sua interfaccia con l’utenza, rispetta le Linee Guida per i siti web della PA e il Codice dell’Amministrazione Digitale e sarà consultabile anche in versione mobile (quindi anche da smartphone e tablet).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le reazioni

Spiega Giovanna Rossi, sindaco della Città di Selvazzano Dentro e capofila per il progetto: «L’intento di noi Comuni è quello di superare una visione che considera la famiglia e i Cittadini solo come “utenti” di servizi, per avvicinarli, invece, ad una idea più innovativa che li veda come “protagonisti”. È importante sottolineare che questo portale valorizza la centralità sociale della comunicazione, dell’informazione, caratterizzandola come una delle dimensioni essenziale dell’azione sociale dell’uomo. Questo portale vuole essere aperto e accessibile ad un numero sempre maggiore di enti e di Associazioni dei nostri territori e per questo invitiamo tutti coloro che sono interessati ad inserire i propri eventi e servizi ad attivarsi presso gli uffici comunali competenti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sulla Sr 308, morti il 19enne alla guida dell'auto e il camionista

  • Lavoravano in nero e percepivano il reddito di cittadinanza: scoperti dalla guardia di finanza

  • Tragedia nell’Alta Padovana: malore improvviso, 16enne perde la vita

  • «Il suo reparto è in lutto con noi tutti»: infarto fatale per Elena, 39enne infermiera padovana

  • Ex seminario Tencarola venduto a società bergamasca

  • Vaccino anti-Coronavirus, pronta a partire la sperimentazione in Veneto: l'annuncio della Regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento