rotate-mobile
Imprese

Assindustria, sono 18.630 le assunzioni programmate dalle imprese padovane fino ad agosto

Le aziende al test: imprenditori a confronto con Donazzan e Barone. Vilnai: «Imprese, scuola e istituzioni insieme per migliorare l’orientamento e il messaggio a studenti, famiglie: le nostre aziende sono un’eccellenza che ha bisogno del talento dei giovani»

Digitalizzazione, coinvolgimento (engagement) delle persone, opportunità di formazione, lavoro agile, percorsi di carriera. Ma anche l’accresciuta mobilità nel mercato del lavoro per un’opportunità di miglioramento. L’impatto di queste tendenze e aspettative che si sono manifestate durante e dopo i due anni di pandemia è enorme. Rappresentano le sfide del futuro per il mondo del lavoro, in un contesto in veloce e profonda trasformazione. La capacità di attrarre e fidelizzare i migliori talenti disponibili, anche attraverso una diversa narrazione di sé, è dunque uno degli obiettivi strategici per molte aziende. In un mercato del lavoro che, nonostante il contesto economico carico di tensioni, continua a registrare a Padova un andamento positivo, con un saldo tra assunzioni e cessazioni dei rapporti di lavoro nei primi cinque mesi del 2022 pari a +5.700 posizioni lavorative.

Ass

Ma che conferma anche il disallineamento fra domanda e offerta: sono 18.630 le assunzioni programmate dalle imprese padovane nel trimestre giugno-agosto (127.250 in Veneto), destinate per un terzo a under 29. Cresce però la difficoltà di reperimento, che raggiunge il 48,4% (9 punti in più rispetto a giugno 2021), con picchi per specialisti in scienze della vita (85,3%) e in scienze informatiche (77,8%), conduttori mezzi di trasporto (67,6%), operai specializzati meccanici e meccatronici (63,5%), tecnici informatici (58,9%), causa mancanza di candidati o competenze inadeguate (Unioncamere-Anpal, Excelsior).

L'incontro

Proprio le nuove dimensioni del lavoro e le strategie per attrarre talenti e professionalità, saranno i temi al centro dell’incontro «Come sta cambiando la ricerca del personale in azienda. Nuove prospettive, nuovi scenari e nuovi strumenti», promosso dalla Delegazione Assindustria Venetocentro (AVC) di Cittadella, lunedì 11 luglio alle ore 18.00, negli spazi dell’azienda Del Conte a Cittadella (Via dell’Olmo, 25), leader nel comparto dolciario del cioccolato. Dopo il saluto di Debora Zanon Delegazione AVC Cittadella, seguiranno gli interventi di Tiziano Barone Direttore Veneto Lavoro, Matteo Sinigaglia Direttore Fòrema, Enrico Cattapan CEO Del Conte, Omer Vilnai Delegato di territorio AVC Cittadella. Le conclusioni saranno dell’Assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione del Veneto, Elena Donazzan.

Vilnai

«Nonostante il quadro di incertezza, la domanda di lavoro nel nostro territorio è ancora tonica ma soffre il mismatch tra domanda e offerta - dichiara Omer Vilnai, Delegato Assindustria Venetocentro di Cittadella -. Imprese che cercano collaboratori, ma non li trovano. Giovani che non riescono a inserirsi o non considerano determinate occupazioni. Il risultato è un paradosso che frena l’operatività di settori molto dinamici e la valorizzazione di giovani qualificati. E che richiede di lavorare insieme, imprese, scuola e istituzioni, a migliorare l’orientamento e gli strumenti per avvicinare la domanda e l’offerta di profili e competenze. Ma anche il messaggio a famiglie, studenti, mondo della formazione e la narrazione delle nostre imprese, trasformate da innovazione, digitale, 4.0. Su questi temi ci confronteremo con l’Assessore Donazzan e con gli altri esperti, con l’obiettivo di invertire questa tendenza per aiutare i giovani e la competitività delle imprese».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assindustria, sono 18.630 le assunzioni programmate dalle imprese padovane fino ad agosto

PadovaOggi è in caricamento